Borderlands 3, di nuovo ai confini del mondo su Eden-6

Tutte le novità per Borderlands 3 dalla South Hall del Convention Center di E3 2019

Provato
A cura di Matteo Bussani - 12 Giugno 2019 - 15:51

Borderlands 3 arriva a questo E3 2019 poco dopo il reveal ufficiale, sempre a Los Angeles, con cui ha iniziato a mostrare il nuovo capitolo della serie targata Gearbox. Era ipotizzabile che non ci fosse un gran margine per realizzare un contenuto totalmente inedito rispetto a quanto visto in precedenza. E così è stato.

Abbiamo ritrovato in forma giocabile, quella che durante la presentazione ufficiale è stata la sezione che ha ospitato il momento coop fra Zane e Amara. Siamo sul pianeta Eden-6 il terzo di quelli che abbiamo potuto toccare con mano finora, e dobbiamo avvicinarci a un insediamento militare dei Child of Vault e sconfiggerne il capo (di nome Sonic Doom) che a suon di musica cercherà di stordirci.

borderlands 3 6

Ricapitoliamo cosa già sapevamo di Borderlands 3.

Il progetto di Gearbox vuole essere il più ambizioso della compagnia, vuole portare i confini del mondo di Pandora, ben oltre Pandora. Viaggerem, a bordo del Sanctuary III, la nostra nuova base e assieme a Lilith e i Crimson Raiders, cercheremo di impedire che i due villain, Troy e Tyreen Calypso, possano impossessarsi dei Vault sparsi per l’universo. Il looter shooter vuole anche riportare in questo capitolo gli elementi distintivi della serie tra cui la cooperativa, armi sempre più fuori di testa e tanta folle ironia.

borderlands 3

A differenza di quell’occasione la demo è stata giocabile nei panni del nuovo personaggio: la gunner. Come in passato la distinzione fra le classi è notevolissima e il modo di giocare come Siren o come Gunner, è totalmente unico. Come peculiarità, il gunner può (una volta riempita la relativa barra fuel) chiamare il proprio mecha, entrarvi dentro e seminare il panico tra le fila nemiche. Una volta scatenato il robottone, resistenza e potenza di fuoco aumentano drasticamente e danno modo di avere una chance di uscire dalle situazioni più critiche.

Borderlands 3, di nuovo ai confini del mondo su Eden-6L’abilità peculiare del mech, si può evolvere in tre diverse maniere progredendo sulle linee guida offerte dai tre skil tree. Come mostrato in precedenza queste si possono anche ibridare, ma conviene sfruttare le passive per migliorare le rispettive abilità che si legano al braccio destro e sinistro del mecha. Per esempio di base si può dotare il nostro di un lanciagranate, oppure di una scarica elettrica o ancora di un lanciarazzi o di un lanciafiamme. Ce n’è davvero per tutti i gusti e uno stesso personaggio, pur della stessa classe, può essere completamente diverso a seconda delle scelte fatte.

borderlands 3 4È arrivato poi un ulteriore aggiornamento sulle funzionalità social del gioco. Ogni giocatore può personalizzare le proprie armi con skin ad hoc di cui potrà addirittura modificarne i colori , e quelle che venderà saranno disponibili nei rivenditori. E’ anche possibile inviare un’arma che non piace direttamente a un amico che ne vedrà le statistiche scalare al proprio livello.
C’è un nuovo sistema di missioni community che vengono inserite in un’apposita bacheca e diventano disponibili quando un nostro amico le completa. In questo modo potremo farci aiutare da lui in una eventuale cooperativa.
La natura aggregativa del gioco non poteva non ritornare nella forma di una coop e di una socialità veramente spinte per dare ai giocatori un nuovo modo per giocare assieme.

Borderlands 3, di nuovo ai confini del mondo su Eden-6

A livello tecnico non segnaliamo grossi miglioramenti, con la demo che girava in maniera fluida esattamente come quella provata precedentemente sempre qui a Los Angeles. Il risultato ottimo, sostenuto da un’altrettanto ottima configurazione hardware si è confermata un’ottima scelta per la presentazione pubblica del gioco.

Borderlands 3 torna con una demo inedit: fino a un certo punto. Non l’avevamo provata, ma già l’avevamo vista in formato cooperativo alla prima presentazione del gioco, svoltasi un mese fa sempre a Los Angeles. Di nuovo c’è il personaggio, Moze, che interpreta il gunner. Si è visto quanto in Gearbox ci fosse la volontà di inserire in qualche modo il mech in Borderlands, e alla fine ce l’hanno fatta. La sensazione è che esso si inserisca bene nel contesto del gioco e, anzi, ci siamo subito chiesti come mai non l’avessero ancora inserito.




TAG: #e3 2019 top, borderlands 3, e3 2019