News 2 min

Battlefield 6 sarà un successo o un flop? Dipende da Call of Duty, per Pachter

In sintesi, secondo l'esperto di mercato il successo del prossimo Battlefield non dipende dal prossimo Battlefield, ma dal prossimo Call of Duty

Il successo di Battlefield 6 non dipenderà solo da Battlefield 6. A esserne sicuro è Michael Pachter, analista ed esperto di mercato per Wedbush Securities, che intervistato dai colleghi del sito GamingBolt si è sbilanciato sul prossimo ambizioso sparatutto di casa Electronic Arts. Cosa decreterà se sarà un successo o un flop? La forza di Call of Duty: Black Ops Cold War.

Secondo l’esperto, infatti, le performance dei diversi episodi di Battlefield sono sempre andate a braccetto con il successo o meno dell’uscita annuale dello sparatutto di Activision. Ecco perché, per quanto abbia avuto numeri importanti, Battlefield V non è riuscito a imporsi come voleva: perché Call of Duty: Black Ops 4 è stato molto apprezzato da critica e giocatori.

Battlefield 6 arriverà nel 2021

Nelle parole di Pachter:

I due giochi della serie Battlefield che sono andati estremamente bene sono stati 1. Sono usciti contro i due Call of Duty che hanno avuto i voti più bassi, quindi entrambi sono andati molto bene.

Il successivo Battlefield (V, ndr), invece, è uscito contro Black Ops 4, che è stato uno dei più apprezzati nel franchise di Call of Duty. Per questo, non è andato così bene: ha pur sempre venduto 8 milioni di unità, ma gli altri ne avevano venduto 15 milioni.

Cosa deve fare, allora, EA per smarcarsi? Secondo Pachter è un processo difficile, perché Battlefield Call of Duty mirano alla stessa (macro)nicchia, quella degli shooter militari:

Penso che il problema di EA con i giochi della serie Battlefield sia che sono molto vicini a Call of Duty. Si giocano in modo simile, hanno un aspetto simile. Ovviamente ci sono fan di entrambe le IP per diversi motivi, ma in entrambi i casi parliamo di sparatutto in prima persona militari.

Tornando a Battlefield 6, quindi, secondo Pachter è alto il rischio che vada a scontrarsi con un altro CoD accolto positivamente, come sembra si stia muovendo Black Ops Cold War. E se davvero il gioco Activision sarà positivo come sembra dalle prime prove, allora il nuovo Battlefield ne uscirà azzoppato:

Le possibilità che il nuovo Battlefield si scontri con un altro Call of Duty accolto molto bene sono davvero alte. Penso che venderà meno delle aspettative, perché affronterà un concorrente davvero ostico. Certo, se facessero un grande gioco, facessero dell’ottimo marketing e scegliessero un’ottima finestra di lancio, allora potrebbero fare meglio.

Vi ricordiamo che Battlefield 6 arriverà il prossimo anno su PC, PS5 e Xbox Series X|S, mentre attendiamo di scoprire se sarà anche next-gen. Rimanete ovviamente su SpazioGames per tutte le news che arriveranno in merito.

Se volete prenotare Call of Duty: Black Ops Cold War, potete farlo al prezzo minimo garantito su Amazon. Se volete portare a casa Battlefield V, invece, lo trovate qui.