Avalanche Studios lavora ad un nuovo gioco, ma non è Just Cause

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 19 Marzo 2018 - 0:00

Qualcosa bolle nella pentola di Avalanche Studios, già autori della serie Just Cause. Questa volta, però, non sembra possa trattarsi di un nuovo episodio della nota proprietà intellettuale di Square Enix, ma di un nuovo misterioso progetto open world. La compagnia lo ha svelato con un annuncio di lavoro, nel quale fa sapere di essere in cerca di dodici giovani che saranno selezionati per essere sottoposti a scanning: il loro aspetto, poi, sarà riprodotto all’interno del gioco.Stando all’annuncio, “noi di Avalanche Studios stiamo lavorando duramente sul nostro prossimo ma ancora non annunciato videogioco che pubblicheremo da soli”, il che come accennavamo ci lascia intuire che non si tratti di un nuovo Just Cause. “Non possiamo dire molto sul gioco in sé (o dovremmo ucciderti), ma lo creeremo nel pieno stile di Avalanche Studios ed offriremo ai nostri giocatori tonnellate della nostra azione open-world che è il nostro marchio di fabbrica. Nel gioco vestirai i panni di una giovane persona adulta, a cui daremo vita utilizzando delle tecnologie di face scanning di ultima generazione.” “Siamo in cerca di 12 adulti, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che possano diventare le facce dei nostri personaggi in-game. Non solo i 12 prescelti avranno il loro aspetto visibile nel gioco per gli anni a venire—un gioco che sarà giocato e goduto da giocatori di tutto il mondo—ma avranno anche l’opportunità di visitare lo studio. Nel corso della giornata, incontreranno il team di sviluppo, eseguiranno lo scan delle loro facce, avranno a disposizione il pranzo e fika (una delle pietre angolari della dieta svedese) e, soprattutto, scopriranno la magia di come vengono sviluppati i videogiochi.”Il fatto che si faccia riferimento ad un gioco che sarà giocato per anni e in tutto il mondo ha fatto venire a più di un collega il sospetto che potrebbe trattarsi di un nuovo titolo del filone dei battle royale. Attendiamo di scoprire se sarà effettivamente così o meno.Fonte: SegmentNext




TAG: avalanche studios software house