Apex Legends | L’evoluzione del genere Battle Royale?

Apex Legends è un Battle Royale free-to-play che spicca per l'intenzione di diversificarsi subito dal genere di riferimento.

Speciale
A cura di Marino Puntorieri - 4 Febbraio 2019 - 22:54

Nonostante si sapesse da tempo di lavori ben avviati per la realizzazione di Titanfall 3, i vari rumors che si sono susseguiti in questi giorni, legati a un presunto capitolo spin off della serie basato su una modalità Battle Royale, o comunque che ne riprendesse gli asset principali, hanno letteralmente incendiato il web con addetti ai lavori ed appassionati attivissimi per scoprire o meno la veridicità delle notizie stesse. Alla conferma ufficiale dello sviluppo sono susseguite, poi, le parole di Vince Zampella, CEO di Respawn Entertainment, con un chiaro rimando allo streaming tramite la pagina Twich della software house essenziale per presentare ufficialmente il progetto Apex Legends, togliendo una volta per tutte il velo di mistero che ricopriva il videogioco nelle ultime 24 ore.

Apex Legends

Un nuovo modo di giocare i Battle Royale?

Apex Legends è un titolo free-to-play completamente incentrato sulla Battle Royale, precisamente in una sua variante più tattica e propensa al gioco di squadra considerando la necessità di coordinarsi assieme ad altri due giocatori e scontrarsi in team da 3, portando il gameplay su un nuovo livello di frenesia e divertimento.  Sin dal cinematic reveal trailer (molto in stile cartoonesco) si manifesta il forte carattere del progetto, grazie a modelli accattivanti e personaggi che sprigionano personalità da tutti i pori. Proprio in pieno stile Overwatch sono presenti dei campioni estremamente diversificati con abilità uniche denominati “Legends” da scegliere a inizio match e che hanno distinte abilità attive a passive; di questi personaggi ce ne sono ben 8 disponibili dal lancio e suddivisi nelle più tradizionali sottoclassi come medico, tank, assalto e ricognitore (ovviamente con le contestualizzate denominazioni).

Apex Legends Battle Royale

Tutti i personaggi mostrati impreziosiscono lo shooting frenetico tipico di Titanfall con skills e perks unici: il Wraith ad esempio è molto rapido negli spostamenti e può utilizzare dei varchi temporali (legati a poteri psichici) per sbucare dietro le linee nemiche con facilità, Caustic utilizza delle velenose bombe per danneggiare simultaneamente più nemici, mentre Gibraltar è il classico personaggio corazzato e ben piazzato adibito all’utilizzo degli esplosivi più appariscenti possibili. Considerando i diversi campioni, e l’enorme varietà di ambientazioni disponibili nella mappa Kings Canyon, le possibilità date dall’interazione tra videogiocatori portano a sperare in match estremamente complessi e dall’esito mai scontato.

Apex Legends Titanfall Battle Royale

Uno sguardo al futuro

Respawn Entertainment ha dichiarato di essere a lavoro sullo sviluppo di Apex Legends da ben 8 anni, significativi per mostrare l’impegno per realizzare un titolo che deve farsi spazio in un panorama ludico competitivo e spietato. Proprio nell’ambito competitive, il team ha parlato di stagioni e un supporto costante con progressivi contenuti che spaziano da armi, skin, esecuzioni, banner ed eventi a tema come già accaduto per il più blasonato Fortnite. Essendo un titolo gratuito, è stato ovviamente implementato un sistema di microtransazioni con le classiche lootbox, orientato ad abbracciare tutte le tipologie di videogiocatori, dai casual più curiosi fino ai più assidui sostenitori del genere, così come il Battle Pass per poter livellare con più costanza e soluzione di continuità.

Nonostante le ottime premesse i dubbi su alcune tematiche rimangono, stabilità dei server (al momento non ci sembrano essere particolari problemi) e bilanciamento dei campioni su tutti, ed EA deve ben orientarsi per comunicare sin da subito l’offerta di un prodotto solido e convincente e che necessita del giusto supporto di una community più che mai esigente. Il titolo è disponibile gia da ora per PC (tramite Origin), Xbox One e Playstation 4 nei rispettivi digital store, pronto per essere testato.

Apex Legends riesce già dall’annuncio ad esprimere un certo fascino ed insediare almeno un’attenta curiosità nel cuore di ogni utente appassionato del genere; combattere insieme per ottenere fama e fortuna ai margini della Frontiera può essere davvero promettente per rilanciare anche la stessa EA dal punto di vista dell’immagine.




TAG: apex legends, battle royale, free to play