News 2 min

Addio EA, ma la FIFA sta già cercando nuovi publisher

FIFA non intende rinunciare al mercato videoludico: si cerca un nuovo publisher dopo l'addio di EA Sports.

EA ha ufficialmente annunciato il divorzio da FIFA nelle scorse ore: il publisher ha infatti deciso di rinunciare alla storica licenza, proseguendo la sua celebre serie calcistica sotto un nuovo nome.

Questo però non significa che il celebre brand non sarà più disponibile, né che FIFA 22 sarà l’ultimo capitolo (potete ancora acquistarlo con consegna rapida su Amazon): il cambiamento avverrà infatti solo a partire dal 2023 e ci sarà tempo per lanciare sul mercato anche FIFA 23.

Quello che accadrà in seguito è invece ancora tutto da decidere: il publisher ha già comunicato che la serie si chiamerà dal prossimo anno EA Sports FC, rappresentando così un netto distacco dal passato.

La decisione è stata spiegata dettagliatamente da EA Sports nelle ultime interviste, ma in queste ore la FIFA ha voluto ribadire che continuerà a essere presente sul mercato videoludico, con o senza i suoi storici partner di sempre.

FIFA ha infatti annunciato che già nel 2022 e nel 2023 arriveranno infatti nuovi giochi che utilizzeranno la sua licenza, pur non trattandosi di vere e proprie simulazioni calcistiche: il primo di questi sarà incentrato sul nuovo Mondiale in Qatar, ma di avere già in mente piani anche per il Mondiale dedicato al calcio femminile del prossimo anno.

Subito dopo questi ulteriori produzioni, la federazione calcistica intende tornare sul mercato e sfidare EA Sports FC con un nuovo capitolo di FIFA, che potrebbe essere disponibile già nel 2024.

Il presidente Gianni Infantino ha infatti confermato che la federazione è già alla ricerca di nuovi partner e publisher con cui sviluppare una nuova simulazione che possa imporsi nuovamente sul mercato (via Polygon):

«Posso assicurarvi che l’unico gioco, vero e autentico, che si chiamerà FIFA sarà il migliore disponibile per i giocatori e gli amanti del calcio. Il nome FIFA è l’unico titolo globale e originale. FIFA 23, FIFA 24, FIFA 25, FIFA 26, e così via — la costante è il marchio che rimarrà sempre il migliore».

Al momento non sappiamo ancora quali saranno gli sviluppatori e i publisher che decideranno di lavorare fianco a fianco con la FIFA per raccogliere questa pesante eredità, lanciando così un guanto di sfida importante a EA Sports: vi terremo naturalmente aggiornati non appena arriveranno ulteriori novità.

In ogni caso, la notizia del divorzio tra EA e la federazione calcistica era ormai nell’aria da diverso tempo, soprattutto dopo che sarebbero emersi gli incredibili termini economici per il possibile rinnovo della licenza.