Activision: Sekiro lo pubblichiamo noi perché quando arriva FromSoftware non puoi dire di no

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 28 Agosto 2018 - 0:00

In molti si sono chiesti, all’annuncio del gioco, come mai Sekiro: Shadows Die Twice abbia trovato l’ala protettrice di Activision, che farà da publisher e sta finanziando il progetto, e non quella di Bandai Namco, che ha già collaborato con enorme successo con il team From Software per i suoi Dark Souls.A parlare di questo matrimonio è stato Robert Conkey, producer di Sekiro, che ha riassunto tutto in «quando From Software bussa alla tua porta e ti dice “hey, vogliamo fare un gioco”, direi che c’è solo una risposta possibile, no?»Qualcuno, però, considerando anche il focus per il grandissimo pubblico di Activision, come Call of Duty, Destiny e i recenti remake dei classici come Spyro e Crash Bandicoot, si domanda perché proprio il publisher statunitense abbia deciso di investire sul gioco di Miyazaki, che avrà sicuramente un target più ristretto. A parlarne è stato Yasuhiro Kitao, community manager di From Software: «all’inizio, abbiamo preparato la proposta per questo nostro progetto e l’abbiamo sottoposta a un certo numero di compagnie. Non abbiamo la struttura per pubblicare all’infuori di Asia e Giappone, quindi Activision è stata una delle compagnie che abbiamo contattato e con le quali ci sarebbe piaciuto confrontarci. Hanno amato assolutamente l’idea, gli è piaciuto il progetto fin dall’inizio. Hanno rispettato la nostra visione, nel percorso ci hanno dato possibilità di test e feedback che da soli non ci saremmo potuti permettere ed è stato davvero positivo per il gioco.»Vi ricordiamo che Sekiro: Shadows Die Twice arriverà il prossimo 22 marzo su PC, PS4 e Xbox One. Per tutti i video e gli approfondimenti sul gioco, fate riferimento alla nostra scheda dedicata.




TAG: sekiro shadows die twice