Accademia Italiana Videogiochi al nuovo Governo: industria videoludica è grande opportunità

L'Accademia Italiana Videogiochi si rivolge al nuovo Governo

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 5 Settembre 2019 - 15:32

Con una nota ufficiale, l’Accademia Italiana Videogiochi si è rivolta al nuovo Governo Conte della Repubblica Italiana, sottolineando l’importanza economica, sul fronte professionale e del mercato, rappresentata dall’industria dei videogiochi.

Proponiamo di seguito la nota di AIV.


Accademia Italiana Videogiochi al nuovo Governo: industria videoludica è grande opportunità

“Auguri di buon lavoro al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti, al Ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, al Ministro per l’Innovazione Paola Pisano e alla squadra di Ministri che si apprestano a ricevere la fiducia dei due rami del Parlamento italiano” – dichiara Luca De Dominicis, fondatore e Presidente di AIV – Accademia Italiana Videogiochi.

“Auguriamo ai Ministri di poter raggiungere gli obiettivi prefissati e ci rendiamo disponibili fin da subito a illustrare i punti di forza del settore in cui operiamo, parte di un’industria che produce in Italia un giro d’affari superiore a 1,7 miliardi di euro e che offre costantemente nuove opportunità per i giovani” – prosegue De Dominicis. “Siamo convinti che nella creazione di progetti competitivi incentrati sullo sviluppo e l’applicazione delle nuove tecnologie, come quelli proposti da AIV, vi siano infatti le fondamenta per il progresso dal nostro Paese”.

“L’Accademia, da oltre 15 anni, offre ai giovani corsi di alta formazione nel settore videoludico, permettendo l’ingresso nel mondo del lavoro in tempi brevi nelle principali software house italiane ed estere. Siamo certi di poter collaborare con successo con il nuovo Governo, al fine di valorizzare un settore che in Italia, con i necessari riconoscimenti e le giuste risorse, potrebbe contribuire in maniera sensibile alla crescita economica del nostro Paese, generando non solo un indotto importante ma al contempo sbocchi professionali per le nuove generazioni” – conclude De Dominicis.

Comunicato stampa




TAG: accademia italiana videogiochi