Anteprima 3 min

United Eleven

Il calcio é probabilmente uno degli sport più seguiti del pianeta. Centinaia di milioni di appassionati sognano di poter allenare i propri giocatori preferiti, guidando la propria squadra del cuore a vincere il maggior numero di trofei. Su Pc numerosi sono i manageriali calcistici, tra i quali il più famoso e riuscito è senza ombra di dubbio Football Manager, che ha spazzato via la concorrenza. Abbiamo seguito quindi con attenzione l’annuncio di United Eleven, manageriale calcistico sviluppato da Nexon, che puó vantare nientepopodimeno che Carlo Ancelotti come testimonial. 
Siamo di recente volati nella ridente Madrid, per scoprire se il gioco ha tutte le carte in regola per mettere in difficoltà il pluriosannato titolo SEGA.
Menogeriale
La prima cosa che distingue United Eleven dalla concorrenza è la sua natura F2P che permetterà a tutti di provarlo almeno una volta. Incalzati sulla natura del sistema, peraltro, i ragazzi di Nexon hanno affermato che non sarà necessario investire denaro per essere competitivi contro gli altri utenti. Oltre ad essere gratuito, il titolo è giocabile semplicemente dal nostro browser internet. Potremo pertanto affrontare partite sia dal PC di casa, sia dal telefono o dal tablet, senza bisogno di scaricare un’app. L’unica cosa necessaria è una connessione ad internet per collegarsi al sito. La prima caratteristica che distingue il titolo Nexon da altri è sicuramente la sua maggiore accessibilità: non dovremo infatti preoccuparci della squadra primavera, della gestione delle finanze e di tutte le altre piccole cose che spesso rappresentano un ostacolo che allontana buona parte del pubblico da questo genere. In United Eleven saremo impegnati solamente nel gestire la formazione, comprare i giocatori e allenarli per creare la nostra squadra ideale, filosofia che si ispira molto a quella di Fifa Ultimate Team. 
Grazie alle licenze ufficiali FIFPro potremo scegliere, tra una rosa di 50mila giocatori completamente licenziati, i nostri preferiti per costruire il club dei sogni. I giocatori potranno essere acquistati utilizzando la moneta virtuale del gioco, ottenibile semplicemente giocando partite e vincendo tornei. Una volta dato vita alla nostra rosa dovremo preoccuparci di scegliere il modulo e l’undici titolare, gestire la forma fisica, l’intesa di squadra e molto altro. Le varie statistiche dei giocatori saranno aggiornate continuamente in base alle prestazioni reali del calciatori, un modo per non utilizzare i soliti big come Messi e Ibrahimovic. Gli sviluppatori hanno promesso che nessuna caratteristica sarà più importante di altre, quindi una squadra piena di giocatori veloci non sarà per forza più forte di una piena di giocatori lenti. Avremo inoltre la possibilità di allenare anche i nostri atleti, un metodo per sfruttare il potenziale dei calciatori piú giovani. L’unico modo peró per diventare il migliore allenatore al mondo è scendere in campo e confrontarsi con gli altri allenatori provenienti dal resto del globo terracqueo.
In campo!
Dopo aver scelto la nostra formazione potremo dunque affrontare le varie partite. Tutti i match sono gestiti da un motore di gioco che prende in considerazione 32 diverse variabili come la nostra formazione, l’intesa e altre ancora per creare scenari sempre nuovi. Durante lo svolgersi della partita non saremo peró passivi, impegnati a guardare le azioni attraverso la grafica 2D del titolo, ma dovremo essere sempre attenti per modificare qualcosa in modo da assicurarci la vittoria. Tramite un complesso sistema di statistiche avremo sempre a disposizione tutti i dati che ci servono, come il possesso palla in determinate zone del campo, la percentuale di passaggi riusciti e molti altri, che ci daranno subito le informazioni utili per studiare l’andamento del match. Durante la partita potremo poi cambiare il nostro stile di gioco, passando velocemente dal Tiki Taka spagnolo al classico catenaccio e contropiede, spesso utilizzato con successo in Italia, inserendo magari un giocatore dalla panchina per sfruttare la sua freschezza. La possibilità quindi di influenzare costantemente le partite consente ai migliori allenatori di emergere, non lasciando l’esito della sfida al caso. 

– Sistema accessibile e apprezzabile da ogni tipo di giocatori
– Licenze FIFPro

Piattaforma:
PC
Genere:
manageriale
Data di uscita:
Sviluppatore:
NHN Corporation
Distributore:




United Eleven conferma le nostre sensazioni positive al momento dell’annuncio. Grazie alla formula immediata potrebbe fare breccia nel cuore di molti appassionati di calcio. Non avendo peró potuto provare direttamente il gioco dovremo aspettare ancora qualche giorno per verificare direttamente se tutte le promesse degli sviluppatori sono state mantenute e se il titolo sarà un vero F2P. Il gioco arriverà in fase beta a partire dal 15 Maggio, completamente localizzato in italiano.