The Sims 4

Anteprima
A cura di Hybr1d - 20 Giugno 2014 - 0:00

Dopo l’annuncio alla scorsa GamesCom di Colonia, al booth Electronic Arts non poteva mancare The Sims 4, nuovo capitolo della fortunatissima saga di Maxis che arriverà nei negozi il prossimo 2 settembre. Fin dall’inizio è emerso chiaro come il sole che anche il quarto capitolo della saga si concentrerà sulle relazione tra i sims, sulle loro emozioni, sulle loro personalità e sulle tantissime attività che potranno affrontare nel loro mondo poligonale. Il secondo aspetto su cui gli sviluppatori si sono concentrati in maniera massiccia, riguarda invece l’editor, mai così potente e capace di offrire centinaia di opzioni in termini di personalizzazione dei sims e del mondo di gioco. La presentazione a cui abbiamo assistito durante l’E3 si è focalizzata principalmente sul primo aspetto, dandoci un breve assaggio della forte connessione tra personalità e gameplay che andremo a ritrovare nella versione finale del titolo.

The Sims 4

Come tu mi vuoi
La personalizzazione è sempre stata uno dei pilastri alla base dell’esperienza ludica offerta da The Sims. In questo quarto capitolo Maxis punta a una connessione ancora più profonda tra editor e gameplay, offrendo ai giocatori tutti gli strumenti necessari per potersi creare la loro personalissima esperienza intervenendo liberamente su moltissimi aspetti del gioco, dai personaggi all’ambientazione. Soffermandosi su questo concetto, gli sviluppatori ci hanno dato dimostrazione delle tonnellate di opzioni disponibili in fase di creazione, con personalizzazioni che vanno dai tratti somatici alla personalità, passando per corporatura, gusti personali e attitudini relazionali. In tal senso si può scegliere tra amichevole, snob, festaiolo, ma ci sarà anche spazio per quelli più stereotipati, come Nerd o Topo da biblioteca. Una specifica icona indicherà in qualsiasi istante l’umore del nostro sim, rivelandoci se sta bene o se c’è qualcosa che lo mette a disagio o lo innervosisce. Questo non è altro che il punto di partenza per tutte le relazioni che il nostro alter ego virtuale andrà ad instaurare con l’ambente che lo circonda e con gli altri cittadini, aumentando enormemente le possibilità di interazione rispetto al passato.
Proprio come nella realtà, non esistono tratti caratteriali completamente positivi o negativi, ma piuttosto una vasta gamma di sfumature che possono avvantaggiarci in alcune situazioni sociali e penalizzarci in altre. Durante la dimostrazione, gli sviluppatori hanno dato vita a un personaggio affetto da spiccati problemi di controllo della rabbia. Questo affliggeva la qualità dei suoi rapporti interpersonali, ma gli permetteva di eccellere in alcune attività, come ad esempio il sollevamento pesi, perfetto per scrollarsi di dosso un po’ di nervosismo. L’occasione della palestra, in realtà, è servita anche per farci fare un giro nelle nuove città di The Sims 4 strutturate in quartieri, ognuno dei quali dotato di una vasta gamma di attività e centri d’interesse, per offrire ad ogni cittadino la possibilità di svagarsi. Qui è possibile ovviamente dare massimo sfogo alla propria voglia di socialità, entrando in contatto con nuovi personaggi, stringendo amicizie e assecondando in tutto e per tutti i tratti caratteristici del proprio personaggio.

The Sims 4

It’s time to party!!!!!
La possibilità di organizzare feste è forse l’aspetto più interessante e divertente dell’intera produzione. Si può scegliere il tipo di festa da organizzare, il tema, il luogo e mandare gli inviti a chi più ci aggrada. Poi, può davvero succedere di tutto: possono essere dei party memorabili dove sbocciano amori e arrivano dichiarazioni di matrimonio, oppure tramutarsi in veri e propri disastri con risse, incendi e persino morti accidentali. Il tutto sarà determinato dai tratti caratteriali e dall’umore che anima i sims presenti alla festa, che interagendo tra di loro come una miscela altamente esplosiva possono dare vita situazioni diametralmente opposte, ma comunque sempre interessanti e divertenti da osservare. Ad arricchire la formula si aggiungono alcuni personaggi importanti presenti tra le vie del proprio quartiere: può capitare infatti di incrociare per strada illustri politici, attori, scrittori e cantanti da invitare alle nostre feste per renderle ancora più interessanti.
Avere Chuck Norris piuttosto che Elton John o Kim Jong Un ad animare il nostro party non può che aumentare le probabilità di vedere qualcosa di insolito accadere sui nostri schermi, come nel caso del dittatore coreano che, da grande appassionato di cucina qual è, durante il party si è messo a cucinare cupcake dando fuoco all’intera cucina. Accortosi del disastro ha iniziato ad agitarsi visibilmente, mentre gli altri invitati si sono abbandonati all’ilarità facendosi due risate sulla drammatica situazione. A porre fine alla gag ci ha pensato l’Angelo della Morte, portandosi via un paio di invitati e mettendo la parola fine alla serata. Secondo quanto dichiarato dagli sviluppatori, questo non è altro che un piccolo assaggio di quello che ci aspetterà nella versione finale del titolo, dove i personaggi illustri potranno anche essere ingaggiati come coach del nostro altre ego virtuale per aiutarlo a sviluppare determinate abilità più velocemente.
Ultima nota per il comparto grafico di The Sims 4, apparso già in ottimo spolvero nonostante il codice portato in fiera fosse solamente un’alpha. Al di là degli sporadici cali di frame rate, i modelli poligonali dei cittadini virtuali ci sono apparsi molto ben realizzati, con espressioni facciali curate e il solito tratto cartoonesco tipico della serie. Stesso discorso per i quartieri e le abitazioni, ricchi di elementi e dettagli realizzati in maniera certosina.


– Interazione più approfondita
– Ottimo graficamente
– Nuovi livelli di personalizzazione






Ormai l’arrivo nei negozi di The Sims 4 è prossimo. Mancano solo un paio di mesi e potremo mettere le mani sulla versione finale del nuovo titolo Maxis, che promette un livello di interazione tra i sims ancora più approfondito ed un editor mai così vasto e strutturato. Il titolo, in poche parole sembra avere ancora le carte in regola per conquistare le masse.




TAG: the sims 4