Recensione 3 min

Soul Reaver 2

La saga di Raziel comincia con Blood Omen e trova, probabilmente, il suo apice nel secondo capitolo della serie, vale a dire Legacy of Kain: Soul Reaver. Ora con il nuovo Soul Reaver 2 continueremo con Raziel la caccia a Kain. Ed è proprio così che inizia il gioco uno scontro fra Razier e Kain: quest’ultimo poi dopo aver malmenato il povero Razier fuggirà attraverso un varco Spazio-temporale creato da una complessa macchina magica in un altro mondo e Razier lo seguirà. Raggiunto il nuovo mondo egli incontrerà Moebius, personaggio odiato dai vampiri e da Raziel in particolare. Moebius tenterà di sottomettere Raziel con una sfera magica e di obbligarlo a svolgere il ruolo del suo braccio vendicatore ma fallisce. Moebius allora scompare e lascia Raziel trova da solo nel posto meno accattivante di Nosgoth, l’avamposto di Moebius. Per iniziare diciamo subito che l’installazione è una semplice procedura automatizzata, occorre seguire le istruzioni e tutto funzionerà alla perfezione. Il filmato introduttivo ha un livello qualitativo veramente alto ed è diviso in due settori principali: il primo è un FMV, il secondo una cut scene. La prima parte, ha varie doti che occorre rilevare: la nitidezza delle immagini è realistica: ogni fotogramma fa pensare al fatto che non si tratti del filmato di un videogioco ma di una pellicola cinematografica vera a propria: i movimenti dei personaggi (specialmente nei primi piani) e gli effetti di luce sono particolareggiati oltre ogni aspettativa, in questo senso vi consiglio di osservare i movimenti del viso di Kain e di Razier; infine la regia del tutto è stata eseguita con grande accuratezza, sia per ciò che concerne lo storyboard sia per quello che riguarda l’aspetto sonoro. L’unica mia difficoltà è comprendere i dialoghi che sono in inglese in questa versione review, ma che nella versione commercializzata saranno completamente in italiano e speriamo che sia mantenuta l’ottima tecnica di recitazione che non ha nulla da invidiare ai migliori film.
Il gioco poi continua attraverso una spettacolare campo d’azione 3d con vista da terza persona: i personaggi sono anche in questa occasione perfettamente realizzati! Non hanno difetti e sono molto curati anche nei particolari, nelle proporzioni geometriche, nei movimenti e nella qualità delle textures che li compongono, per non considerare l’elevato numero di poligoni da cui sono formati. I colori sono cupi senza cadere nel dark più profondo, la varietà delle superfici è innumerevole e le proporzioni geometriche, da ammirare soprattutto nella realtà parallela, sono paragonabili a quelle di un progetto ingegneristico.

Piattaforma:
PC
Sviluppatore:
Eidos
Distributore:
Leader

Grafica
Il motore grafico del gioco è molto fluido, tanto da permettere a macchine anche di potenza lievemente inferiore dello standard attuale, di accedere senza problemi alle peripezie di Raziel. L’ambiente in cui avrete modo di muovervi è molto particolareggiato, esistono effetti luminosi, animali in movimento, nemici all’assalto e prospettiva variabile, vale a dire che il motore grafico non ha problemi a ricalcolare la giusta prospettiva secondo i vostri movimenti e del tipo di visuale che avete assunto. L’effetto è quello di una visuale per così dire cinematografica…

Sonoro
Per essere sintetici e tralasciare i commenti inutili, vi dico che resa e qualità sono alte, mentre risulta un po’ meno varia delle altre fonti sonore quella dei nemici con cui vi scontrate, ma è anche vero che il loro unico scopo è farvi fuori, non intavolare una estenuante discussione. Ad ogni modo la colonna sonora è da brivido, anche se, vista la perfezione e la varietà degli effetti sonori ambientali, avrei preferito giocare partite senza musica, ma è solo la mia opinione. Raziel produrrà suoni differenti in funzione delle superfici che tocca e in funzione della armi che usa, rigorosamente procurate sul posto.

Giocabilità
Soul Reaver 2 ha lo stesso sistema di gioco del precedente capitolo, anche se le telecamere hanno subito un’evoluzione apprezzabile. Si tratta di un adventure game in terza persona, telecamera automatica e visuale rotabile mediante il mouse che assieme alla tastiera completa i comandi del gioco in modo piuttosto semplice e intuitivo.

Attrattività
Un gioco che ha già milioni di appassionati in tutto il mondo e che non deluderà certo con quest’ultimo numero della saga. Date le splendide caratteristiche grafiche e costruttive nel complesso, sicuramente il già considerevole numero di appassionati delle avventure di Razier è destinato crescere esponenzialmente. Un gioco che vi intratterrà sicuramente parecchie ore di fronte allo schermo!

La splendida grafica e l’accattivante sonoro, oltre ad una splendida giocabilità.

Sconsigliato a chi non piace il genere horror.

8

Un gioco dalla grafica meravigliosa e dal sonoro spettacolare! Un vero gioiello nel campo dei videogiochi stile horror/adventure! L’ultimo capitolo della saga che ha come protagonista Raziel sarà un vero must per tutti gli appassionati del genere!