Recensione 7 min

Soldier of Fortune II Gold Edition

Amanti degli FPS, è giunto il momento rispolverare SoFII! E’ appena uscita la versione GOLD di questo splendido FPS, ed io subito ne approfitto, riproponendovi la recensione originale di SoFII (perchè tutte le ottime impressioni avute a Giugno sono ancora confermatissime), con un commento riscritto ad Hoc ed un doveroso aggiornamento della sezione Multiplayer (visto che gli update che hanno fruttato il nome GOLD riguardano esclusivamente questa sezione), ed un set di 16 nuove immagini. Buona lettura!

Piattaforma:
PC
Genere:
sparatutto
Data di uscita:
Sviluppatore:
Raven
Distributore:
Leader

Come ogni FPS che si rispetti, SOF2 deve avere una bella trama pesante a sostenerlo…e ragazzi, vi assicuro che qui ci troviamo di fronte ad una vera trama da film! John Mullins (ovvero voi…) è stato assoldato da un’organizzazione segreta (The Shop) per trovare e sgominare una potentissima banda di bio terroristi. Quei cattivoni, con l’aiuto di un luminare della medicina (poi redento ed utilizzato come collaboratore da The Shop) hanno sviluppato un potentissimo virus in grado di mettere in ginocchio qualsiasi forma di vita esistente. Il brutto è che il virus in questione ha una validità a tempo; quindi: io sgancio il virus, lui devasta per qualche giorno e poi svanisce nel vuoto…lasciando libera la via per la conquista di territori e ricchezze!
Argomenti molto attuali, in un certo senso. Tutto sta nelle mani di Mullins, che deve sgominare la banda, consegnare il capo alla giustizia ed intercettare un enorme carico di virus in viaggio per permetterne la “disinfestazione”. Niente male, non trovate? Il bello è che la vicenda è collocata su più piani temporali, con continui flashback ed ipotesi riguardanti il futuro, cosa che conferisce parecchia profondità al titolo. Ma basta parlare di trama (anche perché sul manuale del gioco trovate tutto: con tanto di descrizione dei personaggi! Ovviamente il manuale è localizzato completamente in italiano), e cominciamo a vedere il gioco vero e proprio. Anche in SOF2 la Id Software riuscita a infilare il suo zampino…già, perché il gioco è mosso intermente dal motore di QUAKE 3 TEAM ARENA, come già avvenuto per RTC: Wolfenstein e Medal Of Honor. Non so se avete mai giocato i 2 titoli in questione, ma c’era un elemento davvero ottimo: sto parlando della realizzazione tecnica! Tutti i titoli in questione vantavano una realizzazione grafica e sonora di primissimo ordine. La stessa cosa vale anche per SOF2! Il titolo sembra abbastanza ottimizzato per garantire prestazioni buone anche su Pc non ultra pompati. Personalmente su un Athlon XP 1600+, GeForce DDR 32Mb, 256Mb Ram DDR PC2100 non ha dato grossi problemi di prestazioni, anzi! Partire da una solida base tecnica rende tutto più facile, lasciando tutto il tempo necessario per concentrarsi su tutti gli elementi di contorno. Vediamo come sono strutturati. La presenza di opzioni di configurazione è davvero massiccia, e questo proprio grazie alla grande scalabilità del motore usato.
Praticamente ogni cosa è parametrizzabile a piacimento: dai dettagli grafici (e qui c’è da perdersi fra le opzioni) alla forma del mirino durante il gioco, passando dal sonoro e dalla rassegnazione dei comandi. Insomma: TUTTO!!!
Prima vi parlavo di trama solida, e così è infatti…durante il gioco tutti gli eventi di rilievo sono evidenziati con cut scene realizzate direttamente con il motore grafico del gioco. Davvero belle, anche se alcune di esse sono un po’ troppo lunghe e poco ritmate…ovviamente c’è la possibilità di scippare, ma ve lo sconsiglio per evitare di perdere alcune sfumature della trama.
Il fulcro del gioco è sicuramente l’esperienza Single player di cui stiamo pralando, seppur sono presenti modalità multiplayer di cui parleremo nella sezione apposita. Per guidare Mullins verso il successo finale dovremo sudare non poco, esplorando ben 70 livelli suddivisi in 7 locazioni ben distinte e variegate. Si passa dalla fredda e piovosa Praga, alla torrida Colombia, passando per la Giordania, ad una traversata in mare…fino ad Hong Kong! In questa moltitudine di livelli si passerà ad affrontare luoghi chiusi ed angusti (come i container di una nave da cargo), e spazi vasti come le giungle colombiane. Personalmente i livelli all’aperto mi sono sembrati un po’ più carismatici e gratificanti da giocare. Anche gli obiettivi di gioco sono diversi e molto vari. Ogni missione presenta un obiettivo principale e tanti sotto obiettivi da raggiungere per completare quello principale. Una sorta di puzzle che ci porta a raccogliere sempre più elementi per trovare il bandolo della matassa. TUTTI gli obiettivi vanno completati per terminare la missione. Non tutte le missioni s svolgono “a piedi”, e vi capiterà 8come già successo in Medal of honor) di trovarvi sul retro di un furgone a sparare da matti mentre si cerca di fuggire…o ancora meglio a bordo di un elicottero armati fino ai denti! SOF2, oltre che alle solite caratteristiche tipiche dei FPS “cattivi”, comprende anche una serie di caratteristiche tipiche degli stealth game: in alcune missioni sarà necessario agire furtivamente per non insospettire i nemici e far scattare l’allarme…che si traduce in un vero e proprio assalto nemico nei nostri confronti. Per fare ciò dovremo stare attenti a telecamere, cani da guarda…ma anche e soprattutto ai suoni da noi prodotti. Uno strumento FONDAMENTALE dell’HUD misura proprio l’intensità dei nostri suoni…se arriva a segnare livelli “rossi”…hem, scusate la franchezza, ma sono CAZZI AMARI! Tutte le missioni sono contraddistinte da due caratteristiche comuni:
1. Ci sono un sacco di nemici ben appostati e reattivi
2. La dose di violenza gratuità è incredibilmente alta…quasi a livelli splatter! Ora mi spiego perché il gioco è vietato ai minori di 18 anni ed ha un sacco di opzioni per l’amministrazione della violenza….

Cominciamo a parlare dei nemici: essi sono realizzati con ben 3000 poligoni, ed animati con la tecnica del motion capture. In effetti vederli muovere è un vero spettacolo! La situazione non è altrettanto eccellente se si pensa al loro comportamento: certo, sono molto intelligenti, manon rispecchiano appieno quanto sbandierato per mesi da Raven. Si comportano normalmente, anche se a volte tendono ad improvvisare manovre potenzialmente devastanti: lanciano fumogeni e si muovono in gruppo per attaccare nella nebbia…ottimo, se non fosse altro che basta attirarli lontano dal loro “nido” per compiere una strage! Quando poi sono vincolati in spazi chiusi la cosa risulta matematica: si esce da un angolo, si spara per insospettire il fellone che come un idiota corre da noi; da li ad essere trapanato con un bel po’ di pallottole sparate dal nostro UZI passa davvero gran poco. Certo, non sempre così: per esempio i nemici incontrati in Colombia sono davvero tostissimi, così come quelli incontrati nella villa del narco trafficante…ovviamente Colombiano!
In sintesi: una buona IA (gestita dalle routine denominate LICH), ma non eccelsa come avrebbe dovuto essere. Passiamo al capitolo violenza: tutto il gioco è un vero e proprio massacro! Già il primo SOF era famoso per una massiccia dose di violenza, e per la dinamicità dei danni fisici ai nemici. In pratica, il corpo del nemico reagiva a seconda del posto in cui veniva colpito. Era così possibile procedere a headshots d’antologia, o a mutilazioni davvero cruente! Tutto questo è stato mantenuto e migliorato in SOF2: ora i punti d’impatto sono di più e molto più precisi nella reazione. ATTENZIONE!!! Ho notato che abbassando il livello di dettaglio grafico, diminuisce anche l’accuratezza con cui i nostri colpi andranno a segno. Questo non è un baco del programma (anche se sarebbe meglio correggere in qualche modo), ma semplicemente causa della semplificazione dei modelli grafici ambientali e dei nemici. Se si diminuisce dettaglio, si perdono particolari importanti nella mira del nostro target.
Ragazzi: l’infarinatura generale ce l’avete…ora passiamo alla solita analisi dettagliata.

Grafica
SOF2 è graficamente bellissimo! Il sistema di rendering GHOUL2 e il sistema di gestione delle superfici TORR sono stati realizzati molto accuratamente, e spremono il motore di Quake 3 TA davvero a fondo. Il gioco è farcito di un sacco di effetti speciali ben riusciti e di grande effetto: nebbia volumetrica, bagliori da esplosioni, riflessi e ombre dinamiche calcolate in tempo reale fanno bella mostra di loro in tutti i livelli. I livelli all’aperto sono però quelli che rendono meglio. Davvero ottimo è anche l’effetto della pioggia. Come già dicevo i nemici sono composti da 3000 poligoni, mentre per le nostre armi sono stati utilizzati ben 1500 poligoni. La resa delle armi stesse è davvero ottima: sono massicce, lucide e letali proprio come dovrebbero essere! A tutto questo dobbiamo una scalabilità pressoché infinita (forse addirittura eccessiva) che permette a SOF2 di girare decentemente un po’ su tutti i pc medi.
Davvero un ottimo lavoro!

Sonoro
Anche qui siamo di fronte all’eccellenza pura! Il sonoro di SOF2 supporta alla grande le estensioni EAX di Creative, cosa che permette di creare un audio posizionale di grande effetto. Gli effetti sonori sono molto belli e realistici (impedibili le grida di dolore dei nostri nemici), e la stessa cosa vale per le musiche. Proprio la colonna sonora ha la caratteristica di essere dinamica: le musiche cambiano a seconda della situazione in cui ci troviamo: la cosa non fa ovviamente altro che caricare di adrenalina fino all’inverosimile il giocatore! Ottimo anche il doppiaggio (in inglese ma sottotitolato). Purtroppo il sistema ha qualche difetto: le musiche forse cambiano un po’ presto rispetto all’azione, permettendoci di fiutare in anticipo il pericolo. Sottolineo che i suoni prodotti da Mullins (passi, spari, grida di dolore) non sono marginali, vanno controllati per evitare di insospettire i nemici.

Giocabilità
Non c’è niente sulla terra di più immediato di un FPS! Ci si trova soli contro tutti con un bel arsenale e si cerca di fare più danno possibile! Fortunatamente SOF2 è un po’ più profondo di così! Le azioni possibili sono molteplici: basti pensare che ogni arma ha un doppio tipo di fuoco, e può essere usata come “martello”….come? Semplice schiacciate il tasto FUOCO2 col fucile a pompa e vedrete che bello: Mullins scaglierà il calcio del fucile nei denti del nemico….BELLOOOOOO!!!
In ogni caso…la giocabilità si determina anche dalla complessità dei livelli e dai comportamenti dei nemici…Per quanto riguarda i livelli, il discorso è lo stesso fatto nel box dedicato alla grafica: tutti molto vasti e complessi, ma con una resa migliore per quelli in esterno: lasciano più possibilità di scelta al giocatore. Anche dei nemici ho parlato prima: non sono tonti, ma potevano essere forse più acuti. Anche se il Sistema di scripting ICARUS 2 che gestisce i comportamenti è davvero molto meglio di ti tanti altri!

Longevità
La campagna single player è di ben 70 missioni…lunga, no? Le missioni, poi, sono molto impegnative e vi terranno occupati per diverso tempo. Poi c’è tutta la parte multiplayer: nulla di fuori dal mondo, ma solida e divertente! La vera novità è rappresentata dal generatore casuale di missioni!!! Non ve ne avevo parlato prima, ma ora è giunto il momento di chiamarlo in causa. Si tratta di un sistema al quale impostare 5 diversi parametri per generare missioni single player stand alone. Le combinazioni non sono infinite (ogni parametro ha circa 4/5 variabili), ma sono davvero molte! C0’è anche la possibilità di creare una missione inserendo a caso una chiave alfanumerica che genererà la missione di conseguenza.
Tiriamo le somme? Longevità garantita!!!

HARDWARE

Processore 450Mhz, 128Mb ram, Scheda video compatibile DirectX8.1 con 16Mb Ram, Mouse, Tastiera, Scheda udio DirectX8.1 compatibile

MULTIPLAYER

GOLD EDITION? Vediamo perchè: tanto per cominciare il gioc è stato aggiornato alla versione 1.03, riolvendo quindi tutta una serie di piccoli inconvenienti e bachi. Importante è stato anche l’aggiornamento del netcode, che ha permesso di ottimizzare ulteriormente le già ottime prestazioni in rete. Il titolo è giocabile via LAN o via Internet (grazie al supporto Gamespy integrato nella lobby del gioco). Le novità comprendono 3 nuove armi davvero devastanti (SIG552, Pistola Silver Talon ed un MP5SD) e ben 11 nuove mappe sulle quali sfidarsi. Ultima novità che farà sicuramente felici i netgamers è una nuova modalità di gioco (denominata DEMOLITION) che promette davvero scintille.

E’ Soldier of Fortune II!!! Questo basta e avanza

Appetibile solo ed esclusivamente per chi NON possiede SoFII. Aggiunge alune feature SOLO alla sezione Multiplayer

9

Come vi dicevo, andiamo a commentare questa GOLD EDITION di SoFII! Come vedete la pagella non è cambiata: SoFII resta anche oggi un grandissimo FPS, e si merita al 100% il voto di eccellenza. Detto questo, è giusto precisare che il voto valuta il titolo “come se voi non aveste mai visto SoFII”. Resta evidente che questa GOLD Edition resta appetibile SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per chi si è lasciato scappare il titolo originale. Per chi già possiede SoFII ammetto che non ha alcun senso l’acquisto della gold edition (anche perchè l’update è scaricabile parzialmente da Internet).