Muramasa: The Demon Blade

Anteprima
A cura di rspecial1 - 20 Ottobre 2012 - 0:00

Con grande sorpresa, i ragazzi di Vanillaware hanno annunciato la versione per PS Vita del loro picchiduro a scorrimento Muramasa: La Spada Demoniaca, apparso nel 2009 su Wii. Per coloro che non conoscessero il titolo diciamo sin da subito che il fatto che sia apparso sulla console casalinga di Nintendo non deve trarre in inganno, infatti Wiimote e affini non sono contemplati dal gameplay del gioco che si presenta con quel gusto tipicamente ‘retro’. La versione portatile, però, non sarà un semplice porting ma andrà ad arricchire l’originale, cercando di dare quel tocco in più a quello che è stato un capolavoro mancato.

Cento spade da padroneggiare
Il titolo ci metterà nei panni di un giovane spadaccino colpito da un’amnesia, e di una ragazza, posseduta da un abile combattente che le donerà diversi poteri. In questa versione, poi, saranno disponibili quattro scenari aggiuntivi appositamente creati per PS Vita e che saranno caratterizzati da dialoghi interamente doppiati. La storia non è certo delle più intriganti ma il titolo assicurerà oltre 20 ore di gioco per essere completato: questo, per il genere a cui appartiene, è decisamente un pregio notevolissimo. Per un titolo simile adattarsi alla console portatile di Sony non è certo un problema, il sistema di combattimento infatti non cambierà, restando quindi molto basilare e semplice nel suo insieme e presentando, di fatto, gli stessi difetti e pregi della versione originale. Ancora una volta dovremo usare due tasti per gli attacchi, principalmente uno, visto che il secondo sarà relegato alle mosse speciali. Il tutto su Wii si era tradotto in un sistema di combattimento decisamente semplice e intuitivo che poneva la sua variazione sull’uso delle spade e il sistema di gestione delle armi bianche era molto vicino ai giochi di ruolo.
Le spade a disposizione dei nostri eroi saranno oltre un centinaio, tutte caratterizzate da caratteristiche ben distinte, come il danno che infliggeranno, la maneggevolezza e l’attacco speciale. Nel corso dei vari livelli se ne dovranno equipaggiare tre e dovranno essere cambiate al volo mentre si combatte poiché, utilizzandole, si andrà a sfruttarne l’energia stessa rischiando cosi di far rimanere disarmati e inermi i nostri personaggi. I ragazzi di Vanillaware non sono andati oltre questo aspetto ed è proprio per questo motivo che ci si attende una maggiore varietà su PS Vita, magari grazie alle caratteristiche uniche del doppio schermo touch. Sebbene il genere si sposi perfettamente con una macchina da gioco portatile, mettersi ad ammazzare nemici generici percorrendo i vari livelli fino al classico boss per ore e ore risulterà noioso alla lunga oltre che stancante.

L’arte del 2D
Dal punto di vista tecnico non c’è molto da dire, se su Wii il titolo si presentava con una veste grafica eccezionale e che rasentava la perfezione in ambito 2D grazie alle numerose animazioni, le splendide ambientazioni di gioco e i colori, sullo splendido schermo del portatile Sony il tutto si mostra ancora più nitido e perfetto. Non farà eccezione nemmeno la splendida colonna sonora, che si avvarrà di un doppiaggio inedito e un miglior arrangiamento delle tracce audio. Essendo un porting però non ci ritroveremo con particolari novità di rilievo, se non probabili aggiunte extra tra gallerie di immagini o video che però non sono state al momento rivelate dai programmatori.


– Aggiunta di 4 scenari inediti
– Buona grafica 2D






Muramasa uscirà soltanto nel 2013 e quindi non è certo il caso di attendere questa versione PS Vita con il fiato sospeso, ma se i ragazzi di Vanillaware prenderanno in considerazione i pareri dei giocatori riusciranno a migliorare ulteriormente il gameplay del gioco, cercando di variarlo e renderlo meno ripetitivo rispetto alla versione Wii. Le premesse per avere tra le mani un buon titolo ci sono già tutte, vista anche la qualità di questo picchiaduro a scorrimento, ma dalla console Sony ci aspettiamo quel qualcosa in più che possa consacrare la spada demoniaca come capolavoro. Non ci resta che attendere i prossimi mesi per vedere come il gioco verrà sviluppato. Voi come sempre continuate a seguirci per saperne di più prossimamente.




TAG: muramasa the demon blade