Recensione 2 min

Cultures 2

Verdi prati e pericolosi dungeon
Favoloso… è la prima parola che mi salta in mente dopo aver visto il filmato di presentazione… curato, appassionante, intenso, uno dei migliori visti finora sul PC (questo per dimostrare che anche il personal computer è in grado di fare dei signori filmati in computer grafica come la PlayStation).
Tralasciando il filmato d’introduzione, vorrei parlarvi subito del gioco in sé senza tanti fronzoli.
Avrete la possibilità di scelta tra partita Skirmish e campagna, nella prima avrete delle missioni specifiche da portare a termine, la campagna invece (come facile immaginare) è un continuo intreccio di trama, lineare si ma di impeccabile realizzazione.
In Cultures 2 vestirete i panni di un eroe vichingo e del suo villaggio con tanto di abitanti, perché questo gioco risulta un misto tra strategia in tempo reale e un vero e proprio gioco di ruolo.
Ogni abitante oltre a voi disporrà di abilità particolari, potrà portare oggetti, svolgere mansioni, parlare, mangiare, addirittura sposarsi e procreare tanti piccoli vichinghi!!!!! aumentando così il numero degli abitanti.
L’intelligenza artificiale risulta piacevole anche se non eccelsa, come il comportamento dei mostri non sempre all’altezza, profonda invece la qualità e la quantità di opzioni disponibili per ogni personaggio!!!! Le animazioni delle persone sono molto curate, per non parlare degli ambienti, un misto tra 2d e 3d veramente strabiliante con tutta l’erba che si muove insieme a fiori animali e quant’altro si possa trovare in una foresta. Le costruzioni del villaggio non sono molte, ma compensano con molte opzioni e con l’interattività che offrono ai vostri paesani. Il sonoro svolge il suo ruolo di “accompagnamento” senza destare grande interesse e rallentando un po’ la velocità del gioco, senza comprometterla.

Piattaforma:
PC
Genere:
strategico
Data di uscita:
Sviluppatore:
Funatics development
Distributore:
Phenomedia AG

Odino proteggimi in questa avventura
Oltre alla realizzazione tecnica impeccabile un altro punto di forza fa di cultures2 un giocone…la vastità di possibilità e opzioni (penso sia il gioco con più sotto caratteristiche alla quale abbia mai giocato). Avrete infatti un bel da fare, dall’esplorazione, alla ricerca di Druidi, alla costruzione di imbarcazioni, alle avventure in freddi e bui dungeon (con creature indicibili pronti a banchettare con i vostri corpi qualora falliate nel vostro intento) sempre stando attenti a gestire il proprio villaggio mantenendo un certo ordine sia commerciale che militare. Cultures2 soffre però di alcuni problemi come il sistema esoso per farlo girare sul vostro PC, alcuni rallentamenti inspiegabili, un controllo dei personaggi non sempre all’altezza e a volte frustrante.

HARDWARE

Pentium3 500mhz, 128mb, scheda video 3d, 600mega su hard disk, scheda audio, mouse tastiera

MULTIPLAYER

Da 1 a 8 giocatori.
Intrigante e divertente.
Pochi server dedicati.

-Ambienti curati.
-Presentazione splendida.
-Tantissime opzioni (veramente tante).

-Difficile all’inizio capirci qualcosa.
-Comandi non sempre all’altezza.

7.5

Troppe opzioniiiii haaaaaaaaaa
Cultures2 mira ad offrirvi una completa avventura strategica, con elementi rpg di tanto in tanto e devo dire che ci riesce veramente bene, un concentrato di opzioni mai visto, una realizzazione impeccabile e una giocabilità con alti e bassi.
Prima di capire veramente chi siamo e dove andiamo l’interrogativo dominerà sulle nostre azioni, bisogna dedicare ore e ore a capire questo a cosa serve, cosa bisogna fare, il perché etc prima di divertirsi veramente. Se siete degli ossi duri e non vi spaventa tutto questo provatelo perché ne vale veramente la pena.