Crowd Control – Marzo 2011

Rubrica
A cura di AleZampa - 15 Marzo 2011 - 0:00

Come ogni mese, eccoci ad aprire nuovamente la finestra sul panorana MMORPG, che ci offre un Marzo forse meno carico di novità ma egualmente interessante, grazie sopratutto allo strepitoso lancio di RIFT, che si avvia ad un notevole successo per Trion Worlds, ed alla considerevole quantità di nuovo materiale relativo a Guild Wars 2, capace ad ogni sua uscita pubblica di entusiasmare e far crescere l’attesa. Non possiamo non registrare invece, tra i titoli già pubblicati, il ritorno di All Points Bulletin (quantomeno in versione beta) e il lento ma inesorabile declino di Final Fantasy XIV, che nonostante tutti i tentativi vede la sua popolazione scendere inesorabilmente verso il punto di non ritorno. Chiuderemo invece come al solito con il free to play del mese, che non poteva essere che Champions Online.
All Points Bulletin: Back Online! 
Nonostante il disastroso lancio che ha portato alla chiusura dei server e della stessa Realtime WorldsAll Points Bulletin è finalmente pronto per essere testato nella sua nuova versione Reloaded: è iniziata infatti una nuova fase di beta test (ristretta ai soli USA per il momento) che, dopo una fase di congestione iniziale, sembra procedere per il meglio.
Sul blog ufficiale intanto, Zac “Qwentle” Littwin ha già stilato una prima lista delle modifiche ufficiali che prevede modifiche al bilanciamento delle armi, un nuovo posizionamento della telecamera, un upgrade del radar, diverse modifiche alla quantità e alla frequenza dello spawn dei nemici, l’integrazione del Cheat Buster, e diversi cambiamenti al sistema di livellamento, come ad esempio lo sblocco dei mezzi di trasporto o il costo (aumentato) di alcuni oggetti (manovra prevedibile trattandosi di un titolo che baserà i suoi introiti proprio sulle micro transazioni).
DC Universe Online: Purrrrrrrrrrrrrrrrr
Tempo di update anche per il neonato MMORPG di SOE, che ha visto a febbraio il suo primo major update, in cui, oltre alla solita e sterminata pletora di bugfix e bilanciamenti di classi e poteri è stata introdotta anche una nuova storyline con Catwoman, la seconda parte del dungeon nella Bat Caverna e l’auction house, richiesta a gran voce dagli utenti. 
Inoltre SOE ha comunicato che a breve DC Universe Online sarà scaricabile in versione digital delivery da PlayStation Network, in 2 bundle da 6 mesi e un anno. A margine di questo comunicato inoltre è stata annunciata la presenza del Pinguino (e Due Facce) nel prossimo update di Marzo.
Final Fantasy XIV: Fallimento Finale?
Continuano le vicissitudini in quel di Eorzea nel  MMORPG targato Square-Enix. A inizio anno il nuovo direttore, Naoki Yoshida ha scritto una lettera fiume ai sottoscrittori dell’abbonamento (che vi ricordiamo essere totalmente gratuito al momento) discutendo i progressi fatti e gli obbiettivi futuri di Final Fantasy XIV. Innanzitutto Yoshida promette una maggiore trasparenza tra il team di sviluppo e i giocatori, implementando i forum ufficiali (aperti proprio in questi giorni). Ma anche il gameplay riceverà dei cambiamenti: si vocifera infatti di un ritorno (richiestissimo) del sistema delle auction house mutuato direttamente dall’XI (e da quasi ogni altro MMORPG) oltre che della funzione del salto, feature questa, davvero “innovativa” per un titolo della serie Final Fantasy. 
Verranno inserite inoltre nuove missioni per aumentare le opzioni dei giocatori, attualmente ancorati alle levequest e perfino la terminologia del gioco verrà rivista per renderla più omogenea con i capitoli precedenti della saga.
Tra le novità, si parla anche del  nuovo sistema di World Quest, che rimane tuttavia ancora avvolto nel mistero, e del classico MP Regen, che ci permetterà di recuperare i punti magia nel corso del tempo autonomamente, senza dover ricorrere a item o terminando una quest.
In tutto questo clima di tiepida fiducia e buoni propositi però non si arresta l’emorragia di giocatori che sta piagando i server, così evidente che la stessa  Square Enix ha deciso di oscurare la funzionalità di monitoraggio dell’utenza online, per evitare forse un fuggi fuggi generele. Il tentativo di salvataggio di Yoshida appare così tardivo, e se nemmeno il passaggio temporaneo a free to play e la promessa di una versione potenziata per PlayStation 3 riescono a mantenere attivi i giocatori, allora il futuro è davvero cupo per Eorzea.
World of Warcraft: Modifiche al Dungeon Finder
Tempi di ripensamenti in casa Blizzard, con la patch 4.1 che andrà di fatto a reintrodurre alcuni contenuti eliminati dalla patch Shattering. 4.1 porterà nuovi contenuti endgame sotto foma di raid istanziati (Abyssal Maw e Firelands), due nuovi dungeon Heroic per gruppi di 5 giocatori ambientati a Zul’Grub e Zul’Aman con nuovi boss, nuove storie e, ovviamente, nuovi equip epici, tra cui pure cavalcature inedite. Ma la patch non porterà solo nuove zone per raid: ci saranno anche modifiche per bilanciare le classi, nuove ricette, nuovi Achievement e molto altro. 
Anche il Dungeon Finder è stato soggetto di migliorie: il problema principale ovviamente era rappresentato dalla costituzione randomica del party, che in più occasione poteva creare situazioni sgradevoli, ed è per questo che Blizzard ha ripensato sopratutto la gestione del party, introducendo il kick immediato ai giocatori che resteranno fuori dal dungeon per più di 2 minuti, e altre particolarità come una penalità al kick qualora 4 giocatori ne effettuino uno su un giocatore esterno al gruppo e altro ancora.
Queste funzioni sono state introdotte per cercare di rendere più tolleranti e comprensivi nei confronti dei membri selezionati casualmente da Dungeon Finder, e a tal proposito è stato equiparato (ai fini delle penalità verso chi abusa della funzione di kick) il comportamento di chi propone la votazione e chi vota a favore, in modo da rendere la funzione utilizzabile solo se strettamente necessario.
Star Trek Online: Romulani!
Lo scorso febbraio Star Trek Online e Cryptic, hanno festeggiato il primo compleanno del MMO preparando diverse sorprese per i giocatori come alcuni sconti nel C-Store e diversi eventi nell’ambiente di gioco. Non è però stata l’unica novità, visto che è ora possibile fronteggiare il temibile impero Romulano in una serie di missioni e portare la storyline del gioco oltre l’anno 2409.
RIFT: Buona la prima!
Chiudiamo l’aggiornamento mensile sui titoli già usciti con RIFT, MMORPG di Trion Worlds aperto da pochissimi giorni che sta riscuotendo un successo davvero notevole, tanto da spingere gli sviluppatori ad aggiungere ben 12 server per cercare di risolvere il problema delle code in fase di login. Il lancio in ogni caso è avvenuto in maniera esemplare, evitando tanti di quei piccoli (e grossi) problemi che da sempre affliggono le partenze dei MMO. In ogni caso, per saperne di più su questo titolo che tanto interesse sta catalizzando, non dovete far altro che rimanere sintonizzati su Spaziogames, che ha in serbo un dettagliata recensione, preceduta da uno speciale sui primi 20 livelli di gioco.
Guild Wars 2: ArenaNet non si trattiene
ArenaNet e il suo Guild Wars 2 questo mese godranno di un trattamento di favore: data la quantità di nuove informazioni rilasciate dagli sviluppatori, il MMORPG NC Soft riempirà tutto lo spazio dedicato ai titoli in uscita, dato che le info sui nuovi titoli, dopo il lungo riepilogo dedicato a The Old Republic lo scorso mese, scarseggiano, in attesa che il PAX East di Boston in corso in questi giorni ci dia nuovi spunti e informazioni. 
Partiamo quindi con alcune notizie recentemente uscite relative allo stato di lavorazione del titolo, che, parola degli sviluppatori, avrà una fase di “Alpha e Beta Test durante il 2011 e i feedback di questi test determineranno il periodo di Beta pubblica e di lancio del gioco“.
E’ lecito a questo punto chiedersi se la data di uscita rimarrà fissata per il 2011 o posticipata al 2012, anche se in ogni caso la notizia delle fase di testing non inciderà minimamente sulla data di uscita del gioco, che in perfetto stile ID Software, “uscirà quando sarà pronto“, come ha già affermato più volte Regina Buenaobra attraverso i canali ufficiali della compagnia.
Ma questa non è l’unica notizia inerente a Guild Wars 2per questo mese, in quanto nelle ultime settimane sono stati mostrati per la prima volta i Norn: razza di uomini-mutaforma introdotti per la prima volta in Eye of the North con base a Hoelbrak, gran rifugio di caccia fondato da Asgeir dopo la fuga da Cimefredde remote causate dal drago Jormag. 
Insieme ai Norn ArenaNet ha divulgato alcune informazioni sul Ladro, sesta professione ad essere confermata, e il sistema di crafting. Ma partiamo dal ladro, che avrà a disposizione 4 diversi tipi di arma: arco corto, pugnale, spada e pistola. In base alla combinazione delle armi, potremo accedere a diverse abilità combo, e cambierà ovviamente anche lo stile di gioco: un ladro equipaggiato con 2 pugnali infatti sarà un damage dealer puro dedito ai colpi di sorpresa alle spalle e alle abilita stealth, oltre che all’essere dotato del “Leaping Death Blossom”, un’abilità che ci permetterà di scagliarci contro un nemico eseguendo degli avvitamenti, che detemineranno il danno inflitto. Equipaggiandolo invece con due pistole, guadagneremo la possibilità di colpire il nemico a distanza raccogliendo gli effetti elementali che incontreremo sul tragitto, e avremo in aggiunta una serie di abilità specifiche che ci permetteranno di rallentare il nostro nemico in modo da mantenere una opportuna distanza di sicurezza. Chiude la serie il ladro armato di due spade, che avrà uno stile di gioco più difensivo e improntato sulle schivate e gli affondi.
Chiudiamo la lunga parentesi Guild Wars 2 con le prime notizie sul sistema di crafting e gathering: il primo vedrà la presenza di 8 diverse professioni, che sono Weaponsmith (armi corpo a corpo), Huntsman (armi ranged), Artificier (armi magiche), Armorsmith (armature pesanti), Leatherworker (armature di pelli), Tailor (armature leggere), Jewelcrafter (gioielli) e infine Cook (cibi). Ogni giocatore potrà intraprendere al massimo 2 abilità alla volta, ma cambiarle in qualunque momento (senza perdere il livello acquisito) pagando un costo proporzionato al livello della skill. I materiali verranno raccolti tramite Kit di Riciclaggio , ritrovamento o raccolta in giro per il mondo. La raccolta non è legata a nessuna skill, quindi chiunque può raccogliere qualsiasi tipo di materiale e i punti di gathering sono accessibili da tutti i player (non si esauriscono quindi quando qualcuno li usa).
Il Free to Play di questo mese è: Champions Online
Cercando di sfruttare la nuova linfa del genere supereroistico nei MMO, e sperando di bissare lo stesso successo di recenti produzioni passate al modello free to play, anche Cryptic ha fatto il salto dello squalo trasformando il suo Champions Online in un titolo free, al quale si può giocare gratuitamente (con diverse limitazioni) o a pagamento, accedendo a tutti gli aspetti del gioco. La prima grossa differenza tra i due tipi di abbonamento ci si paleserà immediatamente alla creazione del personaggio: se infatti gli utenti Gold potranno creare il supereroe dei loro sogni senza paletti, gli abbonati silver potranno solo scegliere tra alcuni archetipi prestabiliti (Blade, Behemoth, Glacier, Grimoire, Inferno, Mind, Savage e Soldier) che però saranno in ogni caso leggermente modificabili.
Altra grossa novità è poi la possibilità di selezionare, oltre alla classica configurazione da MMO, anche una sorta di modalità action, che ricorda molto quella di DC Universe Online e ci permetterà di affrontare i combattimenti in maniera forse meno precisa e attenta, ma comunque più dinamica e “action”. L’impianto di gioco è quello classico che potremmo aspettarci da un MMO: quest perlopiù ripetitive dai compiti banali per poter salire di livello in funzione poi di raid e dungeon che creeranno il nostro equip end game. 
Il vantaggio di questi titoli passati a f2p è quello di avere una base e un’infrastruttura pensate per un MMORPG completo, per forza di cose più profonda e forse gratificante rispetto ai titoli nati invece come totalmente gratuiti. In ogni caso, la grafica fumettosa e la gran quantità di quest presenti e cose da fare non vi farà rimpiangere il tempo usato a scaricare il client.



TAG: crowd control