Amazon Kindle 4

By |01/04/2012|Categories: Speciali, Tech|Tags: |

Negli ultimi anni sta divenendo sempre più popolare l’ebook, il famoso libro elettronico che, secondo molti, spazzerà via le opere cartacee grazie alla sua praticità d’uso e alla possibilità di poterle reperire in modo immediato dalla rete. D’altra parte è innegabile che vi sia una corrente tradizionalista, la quale vede sotto una cattiva luce tale innovazione e non vuole assolutamente rinunciare a sfogliare pagine reali e ad avere una copia fisica del libro a casa propria.
Durante le ultime due settimane abbiamo avuto la possibilità di provare a fondo Kindle 4, reader creato dal colosso statunitense Amazon con il quale abbiamo scoperto questo nuovo modus legendi.

Una nuova esperienza
Come la stragrande maggioranza dei prodotti Amazon, anche Kindle 4 è contenuto in una scatola di cartone piuttosto spartana ma funzionale. Una volta aperta troveremo il dispositivo della casa statunitense corredato da un cavo USB necessario per il collegamento ad un computer e due libretti informativi, uno cartonato che consentirà di apprendere il funzionamento dei tasti presenti, e l’altro relativo alle condizioni d’utilizzo e alle modalità d’accesso al supporto tecnico e garanzia.
Prendendo in mano Kindle 4 si rimane stupiti a causa delle dimensioni e del peso ridotto che lo caratterizzano: 16,6 cm x 11,4 cm x 0,87 cm per 170 grammi, massa praticamente impercettibile durante l’utilizzo. Sulla parte anteriore vi si trova l’ampio display da 6” a sedici livelli di scala di grigio con tecnologia E Ink, ai cui lati son posti simmetricamente i tasti per scorrere le pagine dei libri digitali così da poter garantire una lettura confortevole e rendere possibile l’impugnatura dello stesso con entrambe le mani, senza alcun vincolo di sorta. Nella parte inferiore sono collocati quattro tasti a singola pressione più uno multifunzione, indispensabile per potersi muovere tra le opzioni dei menu del device. Non manca ovviamente il tasto di accensione/standby, posto poco sotto questi ultimi, e l’entrata microUSB, posizionata alla sua sinistra.

Inizia l’avventura
Al primo startup verremo accolti da un messaggio di benvenuto da parte di Jeff Bezos, founder e CEO di Amazon, dove in alcune righe riassumerà gli obiettivi chiave del progetto Kindle, focalizzandosi in particolar modo sulle caratteristiche principali dello stesso e su come sia possibile recuperare in totale semplicità un qualsiasi ebook.
Il menu principale del dispositivo è molto user friendly e consente di prender sin da subito totale dimestichezza. Sarà infatti possibile visualizzare direttamente in home page gli ultimi libri scaricati, catalogarli in raccolte create da noi stessi e ricercarli tramite la pressione del tasto adibito.
La finestra delle impostazioni contiene tutto il necessario per poter regolare secondo le nostre preferenze Kindle 4: in brevissimi passi potremo collegare il dispositivo alla rete Wi-Fi casalinga senza alcun problema grazie alla presenza della tecnologia WPS, la quale permette di collegarsi al proprio router mediante la semplice pressione di un tasto posto sullo stesso, operazione grazie alla quale sarà possibile bypassare totalmente la procedura di inserimento della chiave WPA/WEP. Tale fattore si è rivelato una totale manna dal cielo, principalmente a causa del fatto che sull’ebook reader non è presente una tastiera fisica e la digitazione mediante il tasto multifunzione non risulta delle più semplici ed immediate. Tra le altre opzioni figurano la possibilità di cambiare il nome al dispositivo, impostare la lingua di visualizzazione e del dizionario, così come la password per limitare l’accesso allo stesso. Presente inoltre il supporto ai due più popolari social network, Twitter e Facebook, così da poter consentire la condivisione delle note e i pareri sul libro una volta terminato.
Ottima inoltre la presenza dei prodotti sperimentali, che consentono agli utenti di provare applicativi ancora in via di sviluppo presso la stessa Amazon: ad oggi è disponibile un browser che, durante i nostri test, ha saputo comportarsi in modo veramente egregio con un’alta velocità di caricamento e rendering delle pagine anche con alcuni dei portali più ostici presenti in rete (tenendo sempre presente che il terminale monta un processore da 800 MHz affiancato da una RAM da 128 MB).

Comprami, costo poco!
Acquistare libri dal Kindle Store è molto semplice: collegandosi al portale sarà possibile scegliere opere da un catalogo di oltre un milione di elementi disponibili, a pagamento o di pubblico dominio, e successivamente scaricarle con un singolo click direttamente da Kindle o dal browser web del nostro computer. Nel caso in cui il libro fosse stato acquistato da altri portali, sarà possibile importarlo in brevissimi step via cavo USB o tramite mail all’indirizzo dedicato (con dominio @kindle.com). Una volta spedito il messaggio di posta, infatti, riceveremo una notifica riportante l’avvenuta memorizzazione del nostro file sui server di Amazon. Accedendo infine al sito lo troveremo nella lista dei documenti e, tramite pochi click, potremo consegnarlo al nostro dispositivo ed usufruirne in completa libertà.

La riscoperta della lettura
Una volta selezionato l’ebook di proprio gradimento sarà possibile iniziare il viaggio all’interno della storia offerta. Sin da subito si nota la chiarezza del font utilizzato grazie alla tecnologia E Ink Pearl, liberamente regolabile per quanto riguarda le sue dimensioni, con un ottimo antialiasing ed un indice di apertura del 100% (fattore che comporta la mancanza di spazi bianchi tra i pixel) che rende la lettura decisamente piacevole. Il display permette una resa dalla qualità immutata qualunque sia l’angolo di visuale, grazie al contrasto uniforme che lo caratterizza e dalla mancanza di retroilluminazione che potrebbe provocare eccessivo affaticamento visivo come accade con i dispositivi a pannello LED/LCD e dall’assenza di riflessi data la natura opaca.
Nel corso della lettura avremo la possibilità di cambiare pagina mediante un semplice gesto: sarà sufficiente infatti premere uno dei due tasti posti alle estremità laterali del dispositivo. Nel caso in cui volessimo sottolineare le informazioni più importanti o passaggi salienti, tramite la pressione del tasto centrale potremo evidenziare proposizioni e successivamente creare delle note che rimarranno memorizzate per le consultazioni successive. Nel complesso tale feature risulta essere molto utile, principalmente se si utilizza Kindle 4 per scopi didattici. La digitazione si è rivelata tuttavia abbastanza macchinosa e poco efficiente, in primo luogo a causa della mancanza della tastiera fisica, che costringe a scorrere con le frecce direzionali verso ogni lettera, ed in secondo luogo per la disposizione delle lettere in ordine alfabetico e non secondo il layout QWERTY.
Ottima la possibilità di poter ricercare rapidamente il significato di una parola presente nel testo grazie al dizionario integrato, il quale fornirà una dettagliata definizione del termine in esame.
Qualora vi dimenticaste il device acceso non dovrete assolutamente temere per il livello di carica: la batteria integrata è infatti capace di fornire un’autonomia che si attesta sul mese solare con Wi-Fi disattivo e sulle tre settimane con rete attiva. Un risultato decisamente valido, che consente dunque di portare con sé il reader senza alcuna preoccupazione.
Altra peculiarità chiave risulta essere la funzionalità Whispersync, la quale salverà automaticamente l’ultima pagina letta prima dello spegnimento/standby del dispositivo e, se saremo connessi alla rete Wi-Fi, sincronizzerà tale posizione sui server di Amazon permettendo di proseguire la lettura anche su altri dispositivi che supportano l’applicazione dedicata Kindle.






La nostra prova di Amazon Kindle si è rivelata decisamente positiva: nonostante manchi una tastiera fisica per la digitazione ed il supporto audio, ad un costo di 99 euro è possibile acquistare uno dei più economici ed efficienti ebook reader presenti sul mercato. Il prodotto rappresenta inoltre l’espediente ideale con il quale chiunque ha la possibilità di ritrovare il piacere della lettura, portando sempre con sé in 2 GB di storage le proprie opere preferite.