In Evidenza 6 min

10 imperdibili gadget per i fan di Suicide Squad

Per celebrare la recente rivelazione del videogioco Suicide Squad a opera dei Rocksteady Studios, ecco una raccolta di gadget a tema

Eroi e supereroi ci affascinano, ma è anche vero a molti gli antagonisti affascinano ancora di più. Questa volendo è la base di Suicide Squad, la squadra di supercattivi DC Comics nata prima sulla carta dei fumetti e poi portata al cinema nel 2016. Nonostante l’accoglienza fredda da parte della critica, il film di Suicide Squad si è rivelato un enorme successo, portando a casa quasi 800 milioni di dollari in tutto il mondo.

La Squadra Suicida, così come era conosciuta in Italia prima del suo debutto cinematografico, avrà anche il suo debutto videoludico: il 7 di agosto infatti i Rocksteady Studios, già autori dell’acclamata trilogia di Batman Arkham, ha infatti ufficialmente rivelato di essere al lavoro su un videogioco a tema, in cui si controllerà tutta la Suicide Squad. Anche se ulteriori dettagli arriveranno solo il 22 agosto con il reveal ufficiale, la sola notizia è bastata per risvegliare qui in redazione la voglia di essere un po’ “supercattivi”. Ecco quindi dieci gadget a tema Suicide Squad, che in loro pieno rispetto abbiamo scelto in modo che siano il più possibile eterogenei e soprattutto bizzarri quanto basta.

10 imperdibili gadget per i fan di Suicide Squad

Il Mostriciattolo di Papà

Partiamo con il gadget più ovvio ma anche il più abbordabile: la t-shirt. Volendo qui, oltre alla classica affermazione che da sempre questa tipologia di articoli è alla portata di tutte le tasche, per Suicide Squad assume un significato ancora superiore. Stiamo infatti parlando della t-shirt sfoggiata dal personaggio di Harley Quinn (interpretato da Margot Robbie) nel film Suicide Squad del 2016, e divenuto simbolo sia del personaggio che (ufficiosamente) di tutta la pellicola. Una maglietta la cui attrattiva nasce dal contrasto tra forma e sostanza: un font rotondeggiante e se vogliamo “bambinesco” viene impiegato per la frase Daddy’s Lil Monster, ovvero “la mostriciattola di papà”. Un omaggio e allo stesso tempo una satira nei confronti di tutte quelle magliette che, specialmente negli Stati Uniti, hanno stampate scritte come “Daddy’s girl” e vendute per la loro natura celebrativa del legame tra padri e figlie. Un acquisto da fare (o da donare) per tutte quelle ragazze che si sentono delle ribelli dentro.

» Clicca qui per acquistare la t-shirt di Harley Quinn


Il cappello di Deadshot

Al pari di abbordabilità e impatto con le t-shirt c’è solo il cappello. Un accessorio d’abbigliamento semplice ed efficace, oltre che fonte di creatività in quanto richiede ai designer di saper veicolare il più possibile con il minimo di spazio a disposizione. In questo caso, a un prezzo davvero irrisorio, abbiamo il cappello con visiera nera di Deadshot. Tra i personaggi più famosi della Suicide Squad, dal passato tragico e dalla mira infallibile, Deadshot è stato interpretato nel film del 2016 nientemeno che da Will Smith. Il cappello è di un colore nero semplice ma efficace, con il simbolo del mirino rosso a svettare sulla fronte. Un ennesimo esempio di come basti davvero poco per racchiudere tutto un personaggio anche in un simbolo semplice.

» Clicca qui per acquistare il cappello di Deadshot


La mazza di Harley Quinn

Un articolo spartiacque ma anche il più ambizioso di tutti quelli qui presentati. Insieme alla t-shirt è il simbolo di Harley Quinn nel film del 2016: la sua mazza da baseball. Nello specifico, stiamo parlando di una riproduzione dell’oggetto di scena del film, fedele fino all’ultimo dettaglio. Sul manico è infatti avvolto il classico panno, mentre sulla superficie della mazza sono stampate le due caratteristiche salienti dell’arma prediletta di Harley: la ninna nanna “Hush, Little Baby” e la scritta in stencil “Good Night” (buonanotte). Ancora una volta ne si evidenzia il senso dell’umorismo un po’ crudele che è da sempre caratteristica del personaggio di Margot Robbie e in generale di Harley Quinn stessa, che fin da quando è nata nei fumetti DC Comics ha sempre prediletto le armi contundenti. Un accessorio immancabile per tutte le cosplayer!

» Clicca qui per acquistare la mazza di Harley Quinn


Il vinile di Suicide Squad

Proseguiamo con un articolo che più che un gadget è anche uno dei pezzi di merchandising più tradizionali, in ogni senso. Stiamo infatti parlando della colonna sonora del film Suicide Squad, ospitata però non in un comune compact disc, ma in vinile. Fino a pochi anni fa visto solamente come vecchio cimelio sorpassato dalle musicassette prima e dai CD poi, il formato del vinile vive tuttora una seconda giovinezza. Questo vinile da collezione è ancor più unico in quanto colorato non con il classico colore nero, ma ha una particolare colorazione verde con bordo viola, ovvero quelli ormai unanimemente riconosciuti come i “colori sociali” della pellicola. Una precisazione: questo vinile contiene non le canzoni su licenza del film, ma le basi strumentali che fanno di sottofondo alle scene, composte da Steven Price. Un articolo imperdibile per i collezionisti più incalliti!

» Clicca qui per acquistare il vinile di Suicide Squad


La coppia più bella (?) di Suicide Squad

Dove i Funko Pop su Suicide Squad abbondano, meno comuni e conosciuti al grande pubblico sono i Q Posket. Figure sempre caricaturali, ma che al contrario dei Pop insistono maggiormente su uno stile rotondo e delicato. Proprio per questo molti ritengono siano più efficaci per la rappresentazione di personaggi femminili, ma è anche vero che non tutti i tentativi con personaggi maschili hanno successo. Per fortuna il successo arride a questo Joker di Jared Leto. Oltre all’apposita basetta, a stupire di questa mini-figure è la grandissima ricchezza di dettagli, dai tatuaggi al vestiario, del clown principe del crimine. E insieme a lui non poteva mancare neanche Harley Quinn: ritratta con lo stesso stile, esibisce i grandi occhi e i tipici capelli multicolore. A voi la scelta se acquistarli in coppia o uno per volta, ma da queste parti siamo dell’idea che sia meglio rimangano sempre insieme.

» Clicca qui per acquistare le statuette di Joker e Harley Quinn


La courier bag di Suicide Squad

Un accessorio che unisce l’utile al dilettevole e se vogliamo praticamente unisex: una borsa da pony-express. Griffata con il classico logo Suicide Squad, la borsa ha come colori dominanti l’arancione e il nero ed è fatta sia di PVC che di pelle sintetica. Con il tipico teschio sul davanti, la borsa ha uno scomparto principale dotato di chiusura lampo, una tasca interna e un’ulteriore tasca sul davanti, a sua volta dotata di zip. Piccolo dettaglio di classe è come tutte le linguette delle zip siano modellate a forma di mini-piastrina e riportino il logo stilizzato della Suicide Squad, ovvero il sorriso grottesco e gli occhi a forma di croce, simbolica sfida al loro sporco e pericoloso mestiere. Semplice ma piena di stile!

» Clicca qui per acquistare la courier bag di Suicide Squad


La collana di Harley Quinn

Proseguiamo con gli accessori con qualcosa che, oggettivamente, si vede poco all’interno del merchandising del mondo nerd: una collana. Torniamo a parlare di Harley Quinn con questa collana di bigiotteria di alta qualità, che a sua volta riporta la frase simbolo di Quinn, la Daddy’s Little Monster che tutte le fan hanno imparato ad amare. A fronte della sua eleganza quando indossata, la collana manifesta il suo animo più ribelle nella scatola che l’accompagna, realizzata con un design fucsia che ricorda l’imballaggio di un mazzo di carte. La caratteristica che sorprende di più è come la confezione sia stata pensata per ricordare qualcosa di improvvisato e artigianale, con le scritte fatte come se fossero state vergate direttamente a mano. Chiaramente un accessorio destinato ad un pubblico femminile, ma che è l’ideale per esibire il proprio spirito ribelle anche in occasioni più formali.

» Clicca qui per acquistare la collana di Harley Quinn


Il portafogli borchiato

Il prossimo è un gadget che unisce letteralmente l’indispensabile al dilettevole. Parliamo infatti di un portafogli praticamente unisex, descrivibile con le tre semplici parole piccolo, pratico e resistente. Nuovamente costruito a livello cromatico sul nero e sul rosso, dispone di tre tasche per tessere e carte, una trasparente per i documenti e la tasca doppia per le banconote. Ciò che fa davvero la differenza è però il suo esterno, sia per il pregiato logo di Suicide Squad in metallo, sia per le decorazioni spiccatamente punk, fatte di borchie quadrate. Completa la sua estetica il primo piano di Harley Quinn sul retro, rappresentata con linee scure su fondo rosso come se fosse la vignetta di una graphic novel. Un accessorio di indiscussa personalità, nonché conveniente.

» Clicca qui per acquistare il portafogli di Suicide Squad


La borsetta di Harley Quinn

Ripassiamo per l’ultima volta dall’unisex a un accessorio tipicamente femminile. Questa borsetta griffata Harley Quinn è un accessorio non solo di altissima qualità, ma che dimostra anche una grandissima cura e conoscenza del personaggio cui è dedicata. L’ormai classica Daddy’s Little Monster è in rilievo, e la sua colorazione in nero risalta sul bianco. A questa combinazione stavolta si abbinano le paillette rosse e blu ai lati, colori sociali riconoscibili della Harley cinematografica. L’interno (fornito di un’ulteriore tasca) ha un motivo a rombi dove si alternano i medesimi colori, a ricordare ancora una volta il retro delle carte da gioco. Un dettaglio davvero non da poco è la linguetta della zip, che mostra incisa la scritta “puddin”: è il nomignolo affettuoso con cui l’innamorata Harley soprannomina Joker (in italiano reso di solito come “budino”).

» Clicca qui per acquistare la borsetta di Harley Quinn


Harley Quinn la paperella

Chiudiamo questa rassegna con il “rappresentante” di un’altra categoria di oggetti da collezione che in tempi recenti sta dando filo da torcere ai Pop: le paperelle Tubbz. Non poteva chiaramente mancare la loro incursione nel mondo DC Comics, ed ecco quindi che anche Harley Quinn ha avuto la sua rappresentazione. Per la precisione stiamo parlando della Quinn “originale”, nata nel 1992 da Paul Dini (futuro sceneggiatore anche dei primi due Batman Arkham). Dini la ideò per la serie animata Batman cui ai tempi stava lavorando insieme a Bruce Timm, ma il personaggio venne ufficializzato anche nell’universo fumettistico un paio d’anni dopo. La Tubbz quindi indossa il costume classico di Harley, ovvero quello da giullare rosso, nero e bianco, con la maschera. Ma che sia classica o contemporanea, è impossibile non stupirsi di fronte alla grande cura nei dettagli che ormai è prerogativa delle paperelle Tubbz. Dalla resa del costume alla presenza del diamante a quattro rombi, fino all’ala che funge da “mano” e le permette di tenere sulla schiena il classico martello che l’ha resa famosa. Davvero da avere!

» Clicca qui per acquistare la Tubbz di Harley Quinn