Xbox: Google ieri ha fatto le cose in grande, noi faremo le cose in grande all’E3

Dopo l'annuncio di Google Stadia, Phil Spencer di Xbox ha spiegato ai dipendenti la strategia di Microsoft

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 20 Marzo 2019 - 15:01

L’annuncio di ieri è sulla bocca di tutti: la presentazione delle idee dietro Google Stadia, la nuova tecnologia di Google per giocare i videogiochi in streaming, potrebbe aver tracciato in modo ancora più significativo il cammino verso il futuro del gaming. Magari non prossimo, questo non possiamo dirlo, ma sicuramente il futuro.

Si tratta di una direzione che già in diversi stavano tentando: di recente Sony ha portato anche in Italia il suo PlayStation Now, mentre non è un segreto che da tempo Microsoft stia lavorando con grande ambizione al suo Project xCloud, che vuole consentire di giocare in streaming i giochi di Xbox su qualsiasi device — dal vostro televisore al tablet e il telefono.

project xcloud streaming

Proprio Microsoft, con una email inviata dal dirigente di XboxPhil Spencer, ai dipendenti del suo team, si è espressa in merito alla presa di posizione di Google, che martedì alla GDC 2019 ha «fatto le cose in grande.»

Il pensiero di Phil Spencer di Xbox su Google Stadia

Vogliamo tradurvi integralmente il messaggio scritto da Phil Spencer, che ha apprezzato la discesa in campo di Google e ha invitato i suoi dipendenti a tenersi pronti per l’E3 2019, quando a sua volta Microsoft dovrà fare le cose in grande.

Questo il testo del dirigente di Xbox:

Abbiamo appena finito di vedere la conferenza di Google Stadia con il team qui alla GC. Il loro annuncio è una conferma di quel sentiero nel quale abbiamo cominciato ad incamminarci due anni fa.

Oggi abbiamo visto un grande competitor nel campo della tecnologia entrare nel mercato del gaming e mettere insieme gli ingredienti necessari per il successo: i contenuti, la community e il cloud. Non ci sono state grandi sorprese nei loro annunci, anche se sono rimasto molto impressionato da quanto abbiano puntato su YouTube, sull’uso di Google Assistant e sul nuovo controller Wi-Fi.

Ma voglio tornare a noi: c’è stato davvero un grande lavoro, per portarci nella posizione in cui possiamo competere per due miliardi di giocatori in tutto il pianeta. Google oggi ha fatto le grandi cose e abbiamo un paio di mesi prima dell’E3, dove noi faremo le cose in grande.

Dobbiamo continuare a rimanere attivi e sveglie e continuare a costruire tenendo sempre i consumatori al centro del nostro progetto. Abbiamo i contenuti. Abbiamo la community, il team cloud e la strategia e, come dico da un po’, si tratta solo di esecuzione. Questo diventa ancora più vero, oggi.

Sono tempi di grande motivazione.

Phil

phil spencer xbox e3 2019

Non possiamo che aspettare con impazienza di scoprire quanta carne sta cuocendo nella pentola di Xbox, che continua a fare riferimento a un E3 2019 in cui vuole essere assoluta protagonista — e in cui avrà tutto lo spazio di esserlo, vista anche l’assenza del competitor PlayStation, che sembra per ora meno concentrata sul cloud gaming rispetto a questi giganti occidentali della tecnologia.

Cosa vi aspettate dal domani del gaming secondo Microsoft, anche in virtù delle voci che parlano di due modelli distinti per Xbox Scarlett?

Fonte: ResetEra




TAG: Google Stadia, microsoft, Project xCloud, Xbox Scarlett