News 2 min

Uomo rompe il lockdown e si fa multare: “dovevo giocare a Pokémon Go”

Ci sono dei validi motivi, come sappiamo, per cui si può uscire di casa anche in tempi di lockdown. Pokémon Go non è tra questi.

Sappiamo ormai da un anno che ci sono dei validi motivi per cui, anche in tempo di lockdownquarantena, c’è la possibilità di uscire di casa – come, per esempio, per approvvigionarsi di beni di prima necessità, o per assistenza medica. Non di certo per giocare a Pokémon Go. Ciò nonostante, un uomo britannico ha deciso di concedersi di scorrazzare un po’, la scorsa settimana, per catturare alcune delle creaturine all’interno del noto videogioco mobile di Niantic. Una scelta non apprezzata molto dalla polizia, che lo ha multato per £200, circa 224€ al cambio attuale.

Il fatto è avvenuto da Bedworth, riferisce la BBC, con il giocatore che ha visto la contravvenzione concretizzarsi per essere stato trovato «fuori dalla sua abitazione senza una valida motivazione». Quando gli agenti gli hanno chiesto il motivo del suo viaggio, che aveva intrapreso in auto da circa venticinque minuti, infatti, l’autista ha spiegato di essere partito da Bedworth «per cercare alcuni Pokémon a Kenilworth».

Pokémon Go è disponibile dal 2016

Non ci è dato sapere se l’uomo fosse da solo o no in auto, ma il Regno Unito è al momento in lockdown nel tentativo di rallentare la pandemia – motivo per cui il giocatore in questione dovrà ora confrontarsi con la multa e con l’amara scoperta che la caccia ai Pokémon si sia rivelata dannatamente costosa. Prima di questo caso, uno simile si era verificato anche in Spagna, a Madrid, con la quarantena violata per giocare da un 77enne.

Uscito nel 2016, Pokémon Go è diventato un vero e proprio fenomeno di costume, con milioni di giocatori in tutto il mondo. Il titolo, basandosi sul tracciamento GPS e sulla mappa reale della vostra location, permette di catturare dei Pokémon che vi compaiono di fronte in realtà aumentata e, come nell’idea di Niantic, stimola allo spostamento e all’attività fisica. Tuttavia, una filosofia di questo tipo poco si presta al lockdown, motivo per cui lo sviluppatore aveva integrato una serie di misure per consentire di giocare anche sedentariamente.

Se volete giocare su smartphone (ma rimanendo a casa) vi raccomandiamo di mettere le mani su un terminale come ASUS ROG Phone 3.