News 2 min

Ecco invece la tech demo di Unreal Engine 4 su PS4 nel 2013

Mercoledì abbiamo visto cosa aspettarci da Unreal Engine 5 su PlayStation 5 – ma come venne presentato, invece, Unreal Engine 4 su PS4 e quanto differiva dai giochi che poi abbiamo visto?

Quando, nella giornata di mercoledì, abbiamo assistito alla presentazione di Unreal Engine 5 con la tech demo che girava in tempo reale su PlayStation 5, la domanda è stata chiara nella testa di molti appassionati: quanto, effettivamente, quello che stiamo vedendo somiglierà ai giochi veri e propri che potremo vivere sulle console di prossima generazione?

Abbiamo appreso, dopo la presentazione, che la demo mostrata da Epic Games girava con risoluzione dinamica e ha renderizzato per la maggior parte del tempo a 1440p, non raggiungendo quindi i proverbiali 4K che il mondo dei videogiochi da un po’ di tempo insegue. Rimane, al di là di qualsiasi discorso sulla risoluzione, il colpo d’occhio dato da texture, dettagli nelle ambientazioni e resa delle luci, oltre che dalla profondità di campo sfoggiata dallo sviluppatore.

Ma la domanda permane: quanto tutto questo somiglierà effettivamente a ciò che vedremo da fine 2020 in poi per i videogiochi su console? La risposta potrebbe arrivare da John Linneman, giornalista di Digital Foundry che è andato a ripescare il video della tech demo di Unreal Engine 4 prima dell’uscita di PlayStation 4 (precisamente a febbraio 2013).

Anche in quel caso si trattò, ci ricorda ancora la descrizione del video, della «prima dimostrazione in tempo reale per PS4»proprio come avvenuto questa volta con il nuovo engine.

La demo, chiamata “Elemental”, si concentrava soprattutto sugli effetti particellari (e non) mostrati a schermo – e possiamo dire, sette anni dopo, che i giochi visti su PS4 hanno raggiunto un livello di impatto grafico in realtà superiore a quello promesso da questo video.

Se ci si possa aspettare che possa accadere altrettanto anche con PS5 e Xbox Series X, facendo uso di Unreal Engine 5, è ancora presto per dirlo: l’unica certezza è che la tech demo del 2013 che alludeva alla next-gen non aveva espresso il pieno potenziale che poi avremmo visto girare anche sulle versioni standard delle console di attuale generazione.

Fonte: John Linneman