Recensione 6 min

Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r], combo senza limiti – Recensione

A due anni di distanza dal precedente capitolo arriva il nuovo aggiornamento per il picchiaduro 2D di French Bread

Negli ultimi tempi abbiamo assistito a una vera e propria rinascita del genere dei picchiaduro, con l’uscita, uno dietro l’altro, di giochi di grande qualità. Tekken 7, Dragon Ball FighterZ, Street Fighter V, Mortal Kombat 11 sono solo alcuni dei titoli che hanno guidato questa nuova era dei giochi di combattimento, coadiuvati da un rinato interesse anche per il lato competitivo, grazie al gioco online e soprattutto ai grandi tornei sponsorizzati dalle software house stesse. Tra questi, il più importante è sicuramente l’EVO di Las Vegas, dove una selezione dei migliori picchiaduro viene giocata dai pro player più in gamba di tutto il mondo.

Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r]

Piattaforma:
PS4, SWITCH
Genere:
picchiaduro
Data di uscita:
21 Febbraio 2020
Sviluppatore:
French Bread
Distributore:

Proprio in questi giorni è uscito Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r] (gioco che potrebbe vincere il titolo per il nome più lungo e complicato della storia), nuovo corposo aggiornamento di un gioco che ha visto la sua nascita nell’ormai lontano 2012. Under Night In-Birth non è famoso come molti altri suoi colleghi provenienti dal Giappone, ma nella sua nicchia è riuscito a ottenere un posto tra i nove picchiaduro di punta dell’EVO 2020, dove persino l’acclamato Mortal Kombat 11 non è riuscito a essere presente.

Il titolo è stato creato da French Bread, in passato autori del picchiaduro Melty Blood, tratto dalla visual novel Tsukihime di Type-Moon (autori anche di Fate/Stay Night). A supportare questi sviluppatori, nati come semplici appassionati, c’è Arc System Works, ormai un punto di riferimento sempre più importante per gli amanti dei picchiaduro nipponici. Grazie al loro aiuto (e a quello di PQube in Europa) lo scorso 21 febbraio French Bread ha portato il nuovo capitolo della sua longeva serie su PlayStation 4 e Nintendo Switch e noi abbiamo potuto provarlo per bene.

Ritorno nella Hollow Night

Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r] non è un titolo completamente nuovo, ma più un aggiornamento per Under Night In-Birth Exe: Late [st], uscito due anni fa sempre in questo periodo. Se non avete mai giocato al picchiaduro di French Bread potrete acquistare tranquillamente questa versione finale godendovi i suoi molti contenuti; se invece possedete già il capitolo precedente, potrete aggiornarlo al costo di circa 20 euro.

A dire il vero il prezzo è un po’ alto per le aggiunte inserite. Fondamentalmente è stato implementato un solo nuovo personaggio chiamato Londrekia, un combattente che negli scontri utilizza un bastone e il potere del ghiaccio. Oltre a ciò si troveranno bilanciamenti apportati nel combat system e diverse novità per le mosse di vari personaggi. È stata aggiunta anche una nuova sezione del Chronicles Mode, dedicata proprio al guerriero di ghiaccio.

Le modalità presenti non cambiano di una virgola rispetto al passato: la storia del gioco sarà narrata nella prefazione dell’Arcade chiamata Chronicles Mode, una sorta di visual novel in cui impareremo a conoscere la storia di Under Night In-Birth e le sue complesse caratteristiche. Ricordate la modalità stile anime di Guilty Gear Xrd? Ecco, qualcosa di simile, ma con soltanto tonnellate di dialoghi senza nessuna scena animata. Sicuramente interessante per chi ha voglia di immergersi nella lore di questo gioco, questa modalità farà però passare la voglia a molti giocatori interessati principalmente al combattimento, dato che per portarla a termine serviranno tra le otto e le dieci ore, in cui non farete altro che leggere dialoghi.

A questa segue il classico Arcade Mode, una serie di dieci scontri che andranno ad approfondire ulteriormente la storia di ognuno dei ventuno personaggi disponibili. Presenti anche le usuali modalità Survival, Time Attack, Score Attack, Training e Mission Mode, oltre che l’online. Da citare l’interessante Tutorial, davvero ben fatto e con diversi livelli di complessità. In questa modalità potrete imparare a muovervi e a sferrare attacchi semplici, fino ad arrivare a complessi sistemi di contromosse specifici per situazioni più uniche che rare.

Dato che il sistema di combattimento non è affatto semplice da padroneggiare, consigliamo di fare un giro in questa modalità prima di giocare seriamente, così da avere un assaggio dei diversi sistemi che compongono un complesso quanto spettacolare Combat System.

Combo per tutti i gusti

Passati all’azione, vediamo come Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r] sia un picchiaduro dalle basi solide ma complesse. Certo, sarà possibile utilizzare delle auto-combo come in Dragon Ball FighterZ premendo ripetutamente il pulsante per l’attacco leggero, ma a livelli medio-alti avrete bisogno di più varietà per avere la meglio. Il sistema di combo si basa sul Gatling Combo, nato con Darkstalkers di Capcom con il nome di Magic Series, ma reso famoso dai diversi titoli di Arc System Works come Guilty Gear e BlazBlue. In sostanza, usando questo sistema si possono fare delle combo connettendo gli attacchi dal più debole al più forte. In questo caso però ci sono alcune piccole differenze: il sistema in UNIB si chiama Passing Link e permette non solo di partire dall’attacco leggero per poi passare all’attacco medio e infine al forte, ma si può fare anche il contrario, ottenendo ancora più varietà nelle proprie combo. Ogni attacco concatenato avrà poi dei limiti al numero di mosse uguali da inserire in una stringa di comandi, così da bilanciare il sistema.

Come ogni picchiaduro che si rispetti, anche qui troveremo una barra dedicata alle super mosse chiamata Exs, che sarà riempibile fino al 200%. Basterà però il 100% per utilizzare una mossa speciale potenziata, semplicemente premendo l’attacco pesante. Con il 100% sarà possibile anche attivare lo stato di Veil Off, in cui la barra Exs sarà sostituita da un’altra che andrà pian piano a diminuire. In questa modalità i nostri attacchi saranno più potenti del 20% e, premendo tutti i tasti d’attacco prima che la nuova barra si esaurisca, il nostro personaggio potrà utilizzare la mossa chiamata Infinite Worth, ossia una super mossa finale che infliggerà ingenti danni. Inoltre, se il nostro personaggio ha meno del 30% di salute rimasta, questa si trasformerà nell’Infinite Worth Exs.

Ma non finisce qui. Tra le meccaniche difensive abbiamo lo Scudo, che ci permetterà, se utilizzato a dovere, di non subire chip damage e di respingere le combo avversarie distanziando il nostro avversario al costo di alcuni punti Exs. Uno dei sistemi più importanti è quello della barra GRD, posta al centro dello schermo e condivisa con il nostro duellante. Questa potrà essere caricata giocando in modo offensivo, oppure premendo un tasto apposito (che però vi lascerà scoperti). Se riusciremo ad avere più barra del nostro avversario potremo attivare lo stato Vorpal, che potenzia i nostri danni del 10% e permette di utilizzare l’utilissimo Chain Shift, una mossa che riempirà la nostra barra Exs di un 20% per ogni blocco della nostra barra GRD, ma che soprattutto permetterà di cancellare i nostri attacchi per creare nuove combo, oppure ci renderà invincibili per alcuni frame così da evitare gli attacchi nemici.

Sì, probabilmente a leggere di tutti questi sistemi vi starà scoppiando la testa – ed effettivamente Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r] non è un picchiaduro troppo user friendly, specialmente per i novizi del genere. Ad ogni modo, tutto dipenderà dal livello che vorrete raggiungere. Il gioco è divertente sotto ogni aspetto e basterà poco per prenderci la mano, potendo giocare a buoni livelli anche senza avere la padronanza di tutti i sistemi descritti. Il suo punto forte è l’incredibile varietà che riesce a offrire con il suo sistema di combo e di difesa, permettendo di realizzare degli incontri spettacolari anche solo da vedere, come è evidente in alcuni scontri tra pro player di questo gioco.

Le battaglie online nella nostra prova non ci hanno dato grossi problemi di lag input finché ci siamo scontrati con altri giocatori europei. Differente invece la storia con giocatori americani e giapponesi, dove la qualità della connessione variava molto, così come la giocabilità del match. Al momento, essendo particolarmente recente, non si fatica troppo a trovare avversari con cui misurarsi.

Questo picchiaduro offre anche una nutrita selezione di personaggi, tutti ben delineati per aspetto e mosse. Ovviamente non mancheranno i classici stereotipi da anime e manga, come la ragazzina guerriera dall’aspetto “kawaii” o il combattente tenebroso, ma anche in questo sta il fascino del gioco. Anche per quanto riguarda lo stile di lotta avrete l’imbarazzo della scelta. Ognuno dei ventuno personaggi presenti sarà completamente diverso dagli altri nel suo funzionamento e siamo sicuri che vi verrà la voglia di provarli tutti prima di decidere per un main.

Tecnicamente, UNIB si difende bene, utilizzando ancora degli sprite in 2D come la vecchia scuola insegna. Le animazioni sono ben realizzate, solo con qualche sgranatura dei modelli visibile in alcune occasioni. La colonna sonora è adatta al titolo, con suoni tra il rockeggiante e il sinfonico a seconda del momento e del personaggio in campo.

+ Un sistema di combattimento spettacolare che offre una varietà unica
+ Gran assortimento di personaggi
+ Tutorial davvero completo e utile a chi vuole imparare a giocare
– La modalità Chronicles non è per tutti
– Combat System poco adatto ai novizi del genere
– Prezzo per aggiornare il vecchio capitolo a questo troppo alto per la quantità di contenuti proposti

7.7

Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r] è un picchiaduro vario e spettacolare, con un bel cast di personaggi, ognuno dallo stile unico. Il suo sistema di combattimento è piuttosto complesso da padroneggiare e potrebbe far desistere i neofiti del genere, che probabilmente punteranno verso titoli più accessibili. Se però la complessità non vi spaventa, sarete premiati da un sistema che offre ampie libertà di combo e tattiche che pochi altri titoli del genere possono vantare.

Se siete possessori della precedente versione del titolo (ossia Exe: Late[st]), però, ci saranno poche aggiunte significative per giustificare un prezzo fin troppo alto per un solo personaggio in più e dei rimaneggiamenti alle meccaniche, che avrebbero potuto essere piuttosto introdotte con una patch gratuita.