IL PUNTO 5 min

Tutto quello che sappiamo sul nuovo Mass Effect 5

Quando esce il nuovo Mass Effect? Da chi sarà sviluppato? Sarà un seguito della trilogia o di Andromeda?

Il nuovo Mass Effect (o, magari, Mass Effect 5, dopo la deviazione Andromeda) è stato annunciato ai The Game Awards 2020, in occasione dei quali è stato mostrato al pubblico un breve ma intrigante teaser.

Quella della trilogia del comandante Shepard è una delle saghe videoludiche più amate degli ultimi anni. Nonostante le perplessità suscitate dall’ultimo capitolo Mass Effect Andromeda, che per la prima volta raccontava al pubblico le vicende di un nuovo universo narrativo, i giocatori di tutto il mondo aspettano impazientemente di sapere in che direzione proseguirà la storia della saga.

Il brevissimo trailer, che non arriva ai due minuti, ha dato adito a tantissime speculazioni da parte dei fan, che dal momento dell’annuncio non sapevano se aspettarsi un seguito diretto di Mass Effect 3 o di Mass Effect Andromeda.

 

In attesa dell’uscita, ecco un elenco dettagliato di tutto quello che sappiamo sul nuovo Mass Effect. Questo contenuto sarà aggiornato via via che saranno svelate nuove informazioni sul gioco.

Come si chiama il nuovo Mass Effect?

Non abbiamo ancora molte informazioni riguardo al nuovo gioco in uscita; sebbene su Internet si continui a parlare di Mass Effect 5 o, rifacendosi a una possibile ripresa dalla trilogia di Shepard, di Mass Effect 4, al momento non è ancora stato rivelato il nome ufficiale del prossimo capitolo della saga.

Il ritorno di Liara

Il teaser pubblicato in occasione dei The Game Awards 2020 mostra una misteriosa Asari intenta a raccogliere un frammento di Corazza N7 da un pianeta completamente ricoperto di neve. Il personaggio in questione sembrerebbe essere Liara T’soni, la tanto amata ricercatrice della trilogia originale.

I giocatori di tutto il mondo hanno riconosciuto facilmente il famoso personaggio perché sembrerebbe essere l’unica Asari ad avere le sopracciglia e le lentiggini.

L’ipotesi dei fan è stata in seguito confermata da Jillian Murray, l’attrice che ha prestato il volto al personaggio di Liara. La modella ha infatti pubblicato uno screenshot del teaser raffigurante la misteriosa Asari accompagnato dalle parole «sono tornata».

Malgrado si tratti di una notizia accolta con grande gioia dai fan della saga, la presenza di Liara non ci aiuta certo a capire in che epoca sarà ambientato il nuovo Mass Effect.

Il ciclo vitale delle Asari è infatti estremamente più lungo di quello degli esseri umani, e il gioco potrebbe essere ambientato addirittura un millennio dopo le vicende del comandante Shepard.

Il nuovo gioco sarà un seguito di Mass Effect Andromeda o di Mass Effect 3?

Nonostante le immagini di Liara T’soni che raccoglie un frammento di Corazza N7 facciano pensare al nuovo Mass Effect come a un diretto successore del terzo capitolo, ci sono tanti altri dettagli del teaser che rimandano invece ad Andromeda.

A scatenare la curiosità dei fan, un artwork del prossimo gioco pubblicata nel libro BioWare: Stories and Secrets from 25 Years of Game Development, nella quale vediamo raffigurata una nave spaziale che riporta la scritta XT8 sulla fiancata.

A collegare l’immagine alla storia di Andromeda è stata la denominazione del veicolo con due lettere e un numero, tipica delle navi dell’ultimo capitolo della saga (vedi Nomad ND1).

Al contrario, nella trilogia originale le navi spaziali venivano identificate con codici composti da una lettera e due numeri, come per esempio la M35 Mako.

Sebbene questo particolare faccia pensare a un collegamento diretto con Mass Effect: Andromeda, lo stesso artwork contiene alcuni dettagli che collegano il gioco in uscita con la trilogia del comandante Shepard.

Due delle quattro figure aliene sullo sfondo ricordano infatti Thane e Mordin, due personaggi di Mass Effect 2. Allo stesso tempo, la sagoma accanto a loro assomiglia a Jaal, un personaggio della razza Angara per ora presente solamente in Mass Effect: Andromeda.

Inoltre, il breve trailer mostra chiaramente il passaggio da una galassia a un’altra, facendo pensare all’uscita dal sistema stellare di Andromeda per fare ritorno alla Via Lattea, nella quale si svolgono gli eventi dei primi tre capitoli.

Michael Gamble, director veterano del franchise, ha risposto alle domande dei fan più curiosi, dicendo che la presenza di due galassie nel trailer è «intenzionale» e specificando di averle mostrate entrambe per un motivo ben preciso.

In ogni caso, avendo a nostra disposizione solamente un teaser così breve e così ricco di dettagli è davvero difficile dire con certezza se il nuovo Mass Effect sarà effettivamente un seguito della storia raccontata nei primi tre giochi, se riprenderà dal finale di Andromeda o se sarà un sequel di entrambi i titoli.

Nuovo Mass Effect: dove sarà ambientato?

Al momento, risulta piuttosto difficile capire anche dove sarà ambientato il nuovo Mass Effect. Analizzando lo stesso breve teaser, possiamo notare la presenza di più lune sullo sfondo, ed è quindi da escludersi che la storia si sviluppi sulla Terra.

Sullo sfondo di un’altra scena è anche possibile notare tre figure in lontananza. Alcuni dei fan più attenti hanno ipotizzato che la sagoma più grossa possa appartenere ad un Angarano, una razza presente solamente nella galassia di Andromeda.

Inoltre si vede Laria che cammina su quella che sembra un’enorme carcassa di Razziatore, una specie che però sappiamo non esistere nel sistema di Andromeda, come confermato dallo scrittore Mac Walters.

In un altro tweet, il project director Gamble aveva invitato i fan a non dare per scontato che Andromeda verrà abbandonata nel nuovo titolo in uscita.

Anche in questo caso, possiamo dedurre che il nuovo Mass Effect sarà probabilmente ambientato in entrambe le galassie, e che essendo la Via Lattea e Andromeda così distanti potremmo trovarci a dover affrontare un discreto divario temporale.

Da chi verrà sviluppato il gioco?

In seguito all’accoglienza avuta da Mass Effect: Andromeda, gli appassionati del franchise temevano che Bioware potesse affidare lo sviluppo del nuovo titolo ad un nuovo team.

A riportare l’entusiasmo alle stelle e a tranquillizzare sull’argomento è stato ancora una volta Michael Gamble, che con le sue recenti dichiarazioni ha annunciato il ritorno di parecchi veterani storici della serie.

Tra di essi Derek Watts, l’art director della trilogia originale di Mass Effect, che si è dichiarato apertamente entusiasta di tornare a lavorare al nuovo progetto.

Insieme a lui, vedremo il ritorno anche di Brenon Holmes, il technical design director del primo capitolo, il cinematic director Parrish Ley e Dusty Everman, definito da Gamble come uno dei maggiori responsabili della creazione della Normandy che tutti conosciamo e amiamo.

Con un team del genere ci sono tutti i presupposti per un titolo di alta qualità e in grado di soddisfare appieno le aspettative dei fan – ma ovviamente lo valuteremo quando lo toccheremo con mano.

Quando uscirà il nuovo Mass Effect?

Al momento non si hanno ancora notizie certe riguardo alla data d’uscita del nuovo Mass Effect. Molto probabilmente dovremo attendere ancora un po’, poiché il titolo si trova ancora nelle prime fasi di sviluppo.

Ciò che possiamo ipotizzare, è che approderà sulle console di nuova generazione, probabilmente senza essere cross-generazionale, regalando ai possessori di PS5 e Xbox Series X la possibilità di godersi il gioco approfittando delle più recenti tecnologie.

In attesa dell’uscita del nuovo Mass Effect, vi ricordiamo che è disponibile la Mass Effect: Legendary Edition, una vera e propria rimasterizzazione della trilogia del comandante Shepard. A questo indirizzo trovate la video recensione di SpazioGames firmata da Paolo Sirio.

La collection è disponibile dal 14 maggio 2021 per PC, PS4 e Xbox One, ma come di consueto è anche giocabile in retrocompatibilità su PS5 e Xbox Series X|S.

Volete giocare alla Mass Effect Legendary Edition su PS4? Potete effettuare portarla a casa approfittando del prezzo su Amazon.