Steep X Games DLC Recensione | Spettacolo sulla neve

Ubisoft crede ancora in Steep

Recensione DLC
A cura di Mastelli Speed - 1 Marzo 2019 - 15:55

Ubisoft dimostra di credere ancora in Steep dopo il lancio avvenuto ormai due anni fa, e il rilascio di contenuti piuttosto importanti, il titolo sviluppato da Ubisoft Annecy torna a far parlare di sé con un nuovo DLC, dedicato questa volta al mondo luccicante degli X Games. Vediamo come è andata.

Tubi, pali e pedane e altre cosucce simpatiche

Prendiamola alla larga, a beneficio di coloro i quali non fossero informati: gli X Games sono una serie di eventi estivi e invernali che si basano su vari sport estremi. Nel nostro caso, ovviamente, ci interessano le gare sulla neve, visto che Steep propone nel suo nuovo DLC tre delle specialità regine della competizione, ovvero lo Slopestyle, il SuperPipe e il Big Air. Nella prima disciplina si affrontano percorsi composti da rampe e strutture (tubi, barriere o altro) sulle quali è necessario esibirsi in acrobazie varie. La seconda opzione è l’equivalente del classico Half Pipe, ovvero una sezione curva sulla quale è possibile prodursi in trick sempre più complessi. Con il Big Air, infine, si ha a disposizione una grande rampa che, se presa nel modo corretto, sbalza in aria l’atleta che è in grado a quel punto di esibirsi in evoluzioni per un periodo di tempo più lungo del normale.

Sbrigate le formalità, è possibile dire che nel DLC Steep X Games sono inclusi 15 nuovi eventi ma, un po’ a sorpresa, solo 3 di questi costituiscono delle vere e proprie gare di X Games. Negli altri casi, troviamo cinque percorsi di allenamento e sette piste di freestyle. Appena avviato il DLC, infatti, si dovrà obbligatoriamente affrontare il training proposto, che permette se non altro di venire a contatto con i nuovi comandi. Le piste di freestyle, di difficoltà media e alta, presentano le medesime dinamiche del gioco base: è possibile ottenere medaglie, migliorare il proprio record e confrontarlo con quello degli altri giocatori online.

Parliamo adesso dei tre eventi X Games, consistenti in gare composte da più manche in cui ci si può misurare con atleti guidati dalla CPU. Durante queste sfide, affrontabili con gli sci o lo snowboard, l’atmosfera del gioco cambia, e richiama da vicino quella delle vere gare degli X Games. Le sfide si svolgono in notturna, sono arricchite dalla presenza del pubblico a bordo pista e in generale propongono una buona atmosfera. Se si va a spulciare su internet qualche gara degli X Games degli anni passati, infatti, è possibile vedere come il feeling della rappresentazione proposta da Ubisoft Annecy sia abbastanza simile alla controparte reale.

Scende la notte, inizia la festa

Il sistema di controllo di questo DLC di Steep è mutuato quasi interamente dal gioco base. L’unica differenza sostanziale è che per passare sopra a tubi e barriere è necessario premere il grilletto sinistro. Una volta saliti sull’ostacolo, sarà possibile esibirsi in trick vari nella maniera consueta. La sfida più difficile sembra essere quella legata al salto tra un ostacolo e un altro, dinamica che ci ha dato qualche grattacapo, almeno all’inizio. Per il resto, quello che non convince del tutto di questo DLC è la qualità altalenante dei pochi contenuti offerti. È vero, sono presenti 15 nuovi eventi ma, se si scende nello specifico, gli allenamenti non sono molto esaltanti, e una volta superati non crediamo possano offre un grande stimolo a essere rigiocati, se non per “livellare” un po’. Le piste freestyle, invece, costituiscono una sfida piuttosto impegnativa, e possiamo dire che probabilmente costituiscono la parte più convincente del pacchetto.

Le gare X Games vere e proprie, invece, convincono fino a un certo punto. Detto del positivo lavoro svolto sulla caratterizzazione delle competizioni, è anche vero che il tutto sembra essere rappresentato in maniera un po’ superficiale. Non è possibile scegliere il sesso e l’aspetto del proprio atleta, e difatti le gare si svolgono sempre tra gli stessi partecipanti. Il commento tecnico in inglese è apprezzabile ma ben presto ripetitivo, e si sarebbe potuto fare qualche sforzo in più nella presentazione complessiva. Dopo aver terminato le gare, ad esempio, il nostro atleta si esibirà in un’esultanza composta da animazioni non molto attraenti, e spesso tagliate in modo un po’ troppo brusco. È pur vero che si tratta di un contenuto aggiuntivo, e che Steep non è un gioco pensato esclusivamente per eventi del genere, ma visto che è stato scelto di dedicare un DLC a pagamento agli X Games, forse si poteva fare di meglio.

Qualche magagna tecnica e il punto sul multiplayer

Accenniamo brevemente a qualche problema tecnico legato non necessariamente al DLC Steep X Games ma che, durante le nostre prove, abbiamo potuto comunque osservare. Nei passaggi più veloci dei percorsi Slopestyle, ad esempio, abbiamo assistito a compenetrazioni poligonali tra il nostro personaggio e gli elementi del mondo di gioco, come barre e rampe. Non è un difetto che impedisce di giocare in maniera corretta, però è giusto segnalarlo.

Approfittiamo poi dell’occasione per parlare dall’implementazione del multiplayer PvP, iniziata nello scorso mese e attualmente ancora in fase beta. Abbiamo potuto provare con mano il funzionamento del sistema, che in sostanza associa il giocatore ad altri tre utenti e sceglie per loro una playlist di eventi ambientati sulle alture delle Alpi. Dal punto di vista tecnico non abbiamo riscontrato grandi problemi o cali di framerate, almeno su PlayStation 4, mentre i criteri di scelta dei vari giocatori possono ancora migliorare. Molte volte siamo stati abbinati a giocatori di livello molto inferiore rispetto al nostro, mentre altre volte siamo stati letteralmente distrutti da utenti molto più bravi di noi.

- Le sfide freestyle tengono impegnati per un po’
- L’atmosfera delle gare X Games è ricreata in modo sufficiente...

- ...anche se la presentazione è piuttosto superficiale
- Una certa penuria di contenuti

6.8

Il DLC Steep X Games aggiunge un numero piuttosto limitato di contenuti all’esperienza complessiva del gioco Ubisoft Annecy. Se l’atmosfera delle gare convince sufficientemente, quello che ci ha lasciati un po’ delusi è stata una certa superficialità di fondo degli eventi, la scarsa sfida offerta dagli allenamenti e, in generale, la mancanza di contenuti. Se siete appassionati degli sport invernali e vi siete divertiti negli scorsi mesi a giocare a Steep, questo nuovo pacchetto aggiuntivo potrebbe rappresentare l’occasione per tornare sulle piste (e magari provare anche la beta del multiplayer PvP). Se a suo tempo, invece, il gioco Ubisoft non vi ha convinto, difficilmente lo farà adesso.




TAG: steep