Stan Lee: il ricordo dell’industria dei videogiochi

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 13 Novembre 2018 - 12:41

Dopo la scomparsa di Stan Lee, il leggendario papà dei più celebri supereroi Marvel, sono diverse le figure dell’industria dei videogiochi che hanno espresso il loro cordoglio.

Major Nelson, a capo della comunicazione del mondo Xbox, lo ha ricordato condividendo un articolo del sito The Verge e con le parole “grazie di tutto”.

C’è anche il ricordo di Hideo Kojima, che ha immortalato la sua statuetta dedicata a Lee. Su Instagram, la foto è stata proposta con gli hashtag “#legend” e “#bigboss”.

View this post on Instagram

#stanlee #legend #bigboss #rip

A post shared by Hideo Kojima (@hideo_kojima) on

Il doppiatore Elias Toufexis, recentemente in Assassin’s Creed Odyssey come Leonida e già voce di Adam Jensen in Deux Ex, scrive “Stan Lee ha forgiato la mia infanzia e molto della mia personalità. Che riposi in pace”.

Insomniac Games, autrice del recente gioco di Spider-Man, ha proposto un retweet del comunicato di Marvel sulla questione, mentre Phil Spencer, dirigente di Xbox, scrive: “i personaggi, le storie e i mondi da lui creati sono stati per tanto tempo una parte fondamentale della mia vita. È un giorno triste.”

Tasia Valenza, doppiatrice che fu Sniper Wolf in Metal Gear Solid, scrive che Lee è stato magnifico (marvelous) e aggiunge che “ci mancherai, ma continuerai a vivere per sempre.”

Cory Barlog, direttore di God of War, scrive: “che tristezza. Una forza creativa leggendaria che ha lasciato un segno titanico nell’immaginazione collettiva di tutti noi. Grazie, Stan. Continuerai ad ispirarci ancora per molti anni. Excelsior!”

Nathan McCree, compositore per Tomb Raider, definisce Lee “un vero supereroe”.

Kris Zimmerman, direttrice per il doppiaggio nella serie Metal Gear e recentemente in Spider-Man, ha salutato Lee con “sarai sempre il mio preferito”, augurandogli poi che in Paradiso ci siano tante frittelle di mele, che evidentemente l’autore amava.

Neil Druckmann, di Naughty Dog, lo ricorda con “RIP, Stan Lee. Sei stato un autore di grande ispirazione e una brava persona.”

Di diverso avviso la ex Telltale Emily Grace Buck, che è divisa in due per la scomparsa di Lee: “è stato una mente incredibile e ci ha portato alcuni dei personaggi più amati di sempre, è una perdita tragica. Allo stesso tempo, il mio cuore va alle donne che ha molestato, che oggi lo vedono venire deificato e non deve essere facile.” Il suo tweet ha diviso le persone tra chi le dà ragione e chi le ha riferito che non era il momento opportuno.

Electronic Arts scrive “riposa in pace, Stan lee, visionario dello storytelling che è stato di ispirazione per tutti noi.”

Il profilo ufficiale di Twitch, invece, scrive: “dai fumetti ai videogiochi, film e oltre, generazioni di creatori sono state toccate dall’influenza che Stan Lee si lascia alle spalle. Excelsior.”

L’attore Norman Reedus, che sarà Sam in Death Stranding, lo ha ricordato con un cuore e definendolo “leggenda”.

View this post on Instagram

Stan lee ❤️ legend

A post shared by norman reedus (@bigbaldhead) on

Il giornalista Geoff Keighley, che si prepara per i The Game Awards 2018, scrive: “ho intervistato Stan Lee diverse volte negli anni, ha sempre portato entusiasmo ed energia nella stanza. Pensava che i videogiochi fossero belli. Si tratta di una forza creativa che sono onorato di aver potuto incontrare e con cui ho potuto lavorare. Riposi in pace.”

Pete Hines, di Bethesda, scrive: “riposa in pace, Stan. Grazie di tutto”. Mike Bithell scrive, invece, che passerà il pomeriggio a sfogliare la sua copia ormai rovinata di How to Write Comics, di Lee. Lo sviluppatore aggiunge che “era un titano della fiction, lottava per la divulgazione e trattava bene il pubblico.”

Jacinda Chew, art director del recente Spider-Man per Insomniac, scrive “le storie e i personaggi di Stan Lee sono stata una delle ispirazioni che mi hanno fatto perseguire la mia carriera artistica. Volevo diventare un’artista di fumetti al college, ma alla fine mi sono occupata di videogiochi. Ora ho completato il cerchio, con un videogioco basato su un fumetto. Che tu possa riposare in pace, Stan Lee.”

Cliff Bleszinski scrive “riposa in pace, leggenda. L’ho incontrai a un party e ho il rimpianto di non avergli chiesto una fota”, racconta. “Quando gli presentai Lauren le disse ‘hai sicuramente un aspetto molto migliore del suo, baby!”

https://twitter.com/therealcliffyb/status/1062059864371970048

Dai tantissimi messaggi di cordoglio emerge quanto importante l’immaginario di Stan Lee sia stato per moltissimi creativi del mondo dei videogiochi.

Ci uniamo al cordoglio della famiglia Lee per la scomparsa dell’artista.

stan lee




TAG: marvel, stan lee

OffertaBestseller No. 1