News 1 min

Sony avrebbe voluto alzare i prezzi dei giochi PS5 oltre gli 80 euro

Rumor secondo cui il platform owner giapponese si sarebbe accontentato di questo limitato aumento

Secondo un report di Bloomberg, Sony avrebbe voluto alzare i prezzi dei giochi PS5 oltre gli 80 euro, ad un certo punto dell’avvicinamento alla next-gen.

La mossa sarebbe stata scartata principalmente perché sarebbe stata ancora più impopolare rispetto all’innalzamento di 10 euro decretato fin dalla prima ondata di titoli first-party per PlayStation 5.

«Ad un certo punto, Sony ha discusso di andare ancora più in alto prima di assestarsi sui $70», equivalenti ai nostri €80, si legge nella ricostruzione del portale.

«Molti dirigenti di aziende di videogiochi hanno richiesto l’anonimato, apparentemente perché riconoscono che la mossa è impopolare.

In molti casi, le compagnie non riconoscono l’aumento dei prezzi, dicendo solo che i prezzi varieranno in base al titolo».

Tra questi publisher troviamo 2K Games, che è stato il primo editore a riconoscere la necessità di un aumento dei prezzi per via dell’incremento dei prezzi richiesti per raggiungere un determinato livello di qualità.

Sony è stato il secondo grande player dell’industria ad accodarsi a questo trend, come indicato a margine del suo ultimo grande showcase per PlayStation 5.

La sua posizione è stata tuttavia leggermente diversa, dal momento che i prezzi saranno modulari e che, se un gioco come Demon’s Souls arriverà a 80 euro, Spider-Man Miles Morales costerà molto di meno.

La mossa è stata molto contestata tra i fan ma generalmente accolta senza particolare stupore tra gli analisti, con l’eccezione di Michael Pachter che ha accusato i publisher di avidità.

Se volete prepararvi a prenotare PS5 per quando tornerà disponibile, tenete d’occhio la pagina dedicata su Amazon.