Recensione 6 min

Scott Pilgrim VS. The World Complete Edition – Recensione | Ritorno inaspettato

Dopo diversi anni di assenza, il tie-in videoludico dell'omonimo fumetto e film è finalmente tornato in occasione del decimo anniversario.

La storia dell’adattamento videoludico di Scott Pilgrim VS. The World, il film ispirato al celebre fumetto di Bryan Lee O’Malley, è sicuramente una delle più particolari che abbiamo l’occasione di raccontarvi. Questo titolo, infatti, uscì originariamente dieci anni fa, durante una fase storica in cui i tie-in ispirati ai film cominciavano a non essere più così remunerativi per il mercato videoludico.

Scott Pilgrim vs The World: Complete Edition

Piattaforma:
PC, PS4, STADIA, SWITCH, XONE
Genere:
azione, picchiaduro
Data di uscita:
14 Gennaio 2021
Sviluppatore:
Ubisoft Montreal
Distributore:
Ubisoft

Ubisoft Montreal, il team responsabile della creazione di Scott Pilgrim vs The World: The Game, decise di fornire una propria interpretazione del fumetto, ignorando completamente ciò che il film stava realizzando e fornendo, a tutti gli effetti, un adattamento unico dell’opera. Considerato che i comic originali includono tantissime citazioni videoludiche, e sono quindi in grado di farsi apprezzare in modo particolare dai gamer di tutto il mondo, abbiamo ritenuto questo titolo essere un’operazione vincente.

Forse vi starete chiedendo perché ricordarvi il fatto che questo gioco fosse il tie-in di un film, che forse avrebbe inizialmente meritato maggiori attenzioni. Il motivo è presto detto, poiché fu proprio grazie a questo indissolubile legame che si creò una situazione spiacevole, ma comune a tutti i prodotti simili a questo: a causa del termine della licenza stabilita con Universal, che Ubisoft scelse di non rinnovare, il gioco venne rimosso interamente dagli store più di cinque anni fa.

Nato come progetto di nicchia, Scott Pilgrim vs The World: The Game riuscì però nel corso degli anni a conquistare una vera e propria fanbase devota, che non prese affatto bene la decisione di rimuoverlo dai negozi e online e che continuò a supplicare negli anni Ubisoft, attraverso i social media, di trovare un nuovo accordo per dare pubblicazione al titolo e per non abbandonarlo ad un triste destino. A dare man forte al movimento ci ha pensato anche Bryan Lee O’Malley stesso, che in più di un occasione ha avuto occasione di twittare il suo apprezzamento per il titolo originale — a modo suo, naturalmente.

Probabilmente nemmeno la software house si aspettava così tanta attenzione “postuma”, dato che va comunque ricordato che al lancio, complice un mercato digitale che ancora stava muovendo i suoi primi passi, il gioco non venne poi comprato da così tante persone. Il decimo anniversario del film — e conseguentemente del videogame — ha però rappresentato l’occasione perfetta per Ubisoft di ricontattare Universal e trovare un accordo. E così venne finalmente annunciato, quando ormai ogni speranza di rivedere il titolo sembrava aver abbandonato i fan di tutto il mondo, Scott Pilgrim vs The World: The Game Complete Edition, in uscita su PC, Switch (versione che abbiamo avuto modo di provare), PlayStation 4, Xbox One, Stadia e Luna, oltre che sul servizio proprietario Ubisoft+.

Come tutto ebbe inizio.

Affrontare il mondo per amore

Per chi non avesse mai avuto modo né di vedere il film né il fumetto da cui esso è tratto, non abbiate paura perchè la storia originale è solo un pretesto per farvi godere l’azione spericolata di questo gioco. Il protagonista della nostra storia, Scott Pilgrim, si innamora della bella Ramona Flowers. I sette malvagi ex della ragazza, capeggiati dal perfido Gideon Graves, vogliono però impedirle di avere un’ulteriore relazione sentimentale. Scott dovrà dunque sconfiggere tutti i suoi ex fidanzati, per potere avere l’occasione di poter stare finalmente con lei.

Se nei fumetti e nel film questo background serve ovviamente a raccontare una storia molto più grande, per il videogioco è l’unico pretesto che occorre per farci attraversare le sette aree del gioco, con l’immancabile boss finale al termine di ogni livello. Nel titolo potrete interpretare uno dei sei personaggi giocabili: Scott Pilgrim, Kim Pine, Stephen Stills, Ramona Flowers, Knives Chau e Wallace Wells. Gli ultimi due personaggi erano originariamente disponibili come DLC a pagamento, ma adesso sono inclusi gratuitamente all’interno della Complete Edition.

Potete scatenarvi con diverse soluzioni offensive.

Riteniamo doveroso fare dunque una importantissima premessa: non aspettatevi alcun contenuto nuovo su questa edizione. Scott Pilgrim vs The World Complete Edition non è altro che una ripubblicazione del videogioco originale ed una seconda occasione di giocarci, questa volta sulle attuali console – sperando ovviamente che, per questa volta, non subentrino tristi problematiche legate alla licenza.

Ci teniamo a sottolinearlo prima di tutto per evitare potenziali fraintendimenti, ma anche per evidenziare come Knives e Wallace non siano altro che delle reskin di Kim e Stephen, con davvero pochissime differenze per poterli considerare dei veri personaggi nuovi. Speravamo che la release della Complete Edition potesse essere un’occasione per raffinare ulteriormente il loro moveset e renderli unici, ma è stato invece scelto di trasporre il titolo interamente così com’era, pregi e difetti inclusi. Consigliamo dunque di utilizzare questi due personaggi soltanto dopo aver finito l’avventura con i quattro eroi principali, anche perché dopo averla finita con tutti loro c’è un’altra piccola sorpresa che vi attende… che non vi anticipiamo.

Come ulteriore incentivo, sappiate che ogni personaggio possiede una propria scena finale, anche se per vedere quella “canonica” dovrete terminare il gioco utilizzando Ramona Flowers, l’innamorata di Scott Pilgrim. Non è un caso che la sua scena finale sia l’unica non solo a esibire una musica esclusiva, ma anche a fare le congratulazioni al giocatore. Considerate entrambe le nostre osservazioni come dei piccoli suggerimenti per iniziare a godervi al meglio la vostra avventura.

Le quattro simpatiche modalità extra incluse nel gioco.

Pixel pieni di passione

Scott Pilgrim VS. The World è un picchiaduro a scorrimento 2D, ispirato a serie storiche del genere come Streets of Rage e Final Fight. Con i quattro tasti principali potremo intervallare attacchi leggeri e pesanti, parare i colpi e saltare, mentre con quelli laterali potremo chiamare in aiuto il nostro assistente o utilizzare una potente mossa speciale, che però consumerà la nostra energia. Inizialmente non avremo molte mosse a disposizione, ma continuando a giocare ed aumentando di livello il nostro personaggio sbloccheremo tantissime opzioni che renderanno la nostra avventura sempre più spettacolare.

Questo sistema di progressione ci permette di avere il tempo di familiarizzare con il gioco ed il personaggio da noi scelto, così da sapere sempre quando sfruttare pienamente il nostro arsenale. Potremo inoltre raccogliere diversi strumenti da terra e lanciarli contro gli avversari, o utilizzarli per infliggere maggiori danni. Avremo la possibilità di utilizzare armi come mazze, spade, mattoni, o addirittura palle da baseball, ombrelli e tantissimi altri oggetti recuperabili nelle nostre avventure.

L'autostrada spaziale è una scorciatoia che vi farà guadagnare tanti soldi.

Una delle influenze più grandi per questo titolo è stato però River City Ransom, un altro storico picchiaduro a scorrimento e scelto non casualmente, dato che a sua volta ispirò fortemente anche la serie a fumetti di Scott Pilgrim. Sicuramente quella più evidente è nella possibilità di migliorare le proprie caratteristiche comprando cibo e altri oggetti all’interno di uno dei tanti negozi sparsi nell’avventura. Alcuni di essi sono nascosti ed uno di essi sarà fondamentale per sbloccare l’ultima potente mossa del nostro personaggio.

Esplorare i diversi livelli diventa dunque una parte importante dell’esperienza di gioco finale, non solo per i già citati shop segreti ma anche per trovare le autostrade spaziali. Nell’opera originale sono degli speciali portali che Ramona ha il potere di utilizzare e che passano attraverso le menti delle persone, nel gioco sono semplicemente delle scorciatoie segrete che permetteranno di accumulare una considerevole somma di denaro. Provare a portare le vostre statistiche al massimo diventerà fondamentale se vorrete cercare di battere i livelli più difficili del gioco (e, a tal proposito, ne approfittiamo per raccomandarvi di concentrarvi su Forza e Velocità, ringraziateci dopo).

Il potere dell’amore

Scott Pilgrim VS. The World: The Game è una vera e propria lettera d’amore ai giocatori duri e puri, con tantissime citazioni videoludiche che faticheremmo a citare una per una. Passeremo infatti da riferimenti provenienti da Super Mario Bros. a quelli da Mega Man, passando per Golden Axe, Final Fantasy e Sonic the Hedgehog, trovando il tempo perfino di inserire un occhiolino a Marvel vs Capcom e a tantissime altre serie videoludiche e della cultura pop in generale. Siamo certi che vi divertirete moltissimo alla scoperta di tutte i riferimenti e di tutti quei piccoli segreti nascosti nel gioco. L’avventura in sé è purtroppo molto breve, richiedendo un massimo di tre ore per essere portata alla conclusione.

Lo stile grafico a 16-bit era una perla dieci anni fa e continua ad essere apprezzabilissimo anche attualmente, con mondi coloratissimi ed ispirati, uno diverso dall’altro, e sprite pieni di vita. Ma il vero punto di forza del gioco ufficiale di Scott Pilgrim vs The World è sempre stata la colonna sonora: gli Anamanaguchi con quest’opera hanno confezionato un vero e proprio capolavoro chip-tune, con musiche ascoltabili per ore ed ore, e che chi vi scrive conferma siano in grado di rimanere in testa anche a distanza di anni dall’uscita originale del titolo.

Al termine di ogni area verrete premiati con deliziose cutscene.

La Complete Edition rende inoltre disponibili fin da subito alcune simpatiche modalità extra, senza bisogno di sbloccarle tramite cheat code o acquistando DLC separati, come invece accadeva per la release originale. L’Assalto Contro I Boss è esattamente quello che potreste aspettarvi: una gara contro il tempo che vi metterà alla prova contro tutti i boss del gioco e con una sola vita a disposizione. Survival Horror vi farà affrontare una serie infinita di Zombie, nell’area di gioco ispirata al cimitero, cercando di sconfiggerne il più possibile prima di venire sconfitti. La Battaglia Totale è una modalità affrontabile solo in multiplayer ed è a tutti gli effetti la modalità versus del gioco, dove due o più giocatori dovranno picchiarsi fra di loro fino a stabilire il vincitore del duello.

L’ultima modalità extra è Dodge Ball: dovremo sconfiggere gli avversari utilizzando soltanto un gigantesco pallone da spiaggia contro di essi, come in palla avvelenata. Si tratta di attività extra molto simpatiche ed ispirate, ma sulle quali probabilmente non investirete tantissimo tempo. Con il multiplayer online potrete invece giocare esclusivamente la campagna, con modalità extra riservate esclusivamente al gioco in locale.

Vogliamo concludere questa analisi sottolineando che nella versione Switch è possibile giocare utilizzando un solo Joy-Con a testa, rendendo quindi più accessibili le partite con più giocatori.

Versione recensita: Switch

Se siete appassionati di Scott Pilgrim perché non fare vostro il Blu-Ray del film Scott Pilgrim VS. The World, in edizione limitata per il decimo anniversario? Potreste anche recuperare la saga completa a fumetti di Scott Pilgrim ad un prezzo speciale.

7,8

Scott Pilgrim vs The World: Complete Edition

Piattaforme: pc, ps4, stadia, switch, xone
Scott Pilgrim VS The World: The Game Complete Edition alla fine è esattamente quello che è stato annunciato: una ripubblicazione del titolo originale rimosso dagli store, con contenuti aggiuntivi inclusi nel prezzo. Di conseguenza rimangono tutti gli innumerevoli pregi del titolo, ma anche qualche difetto che, dopo dieci anni, probabilmente emerge maggiormente. Per i fan del personaggio e per tutti i giocatori appassionati di picchiaduro a scorrimento e della cultura pop che non avessero avuto modo di provare questo titolo, questa rappresenta una seconda occasione da non perdere. Per tutti gli altri, l'acquisto dipende solo ed esclusivamente da quanto desideriate giocare questo titolo sulle console dell'attuale generazione, dato che non è stata introdotta alcuna novità.

Pro

  • A distanza di diversi anni è finalmente giocabile di nuovo
  • Colonna sonora semplicemente meravigliosa
  • Tantissime citazioni videoludiche

Contro

  • Nessuna reale novità introdotta
  • Knives e Wallace, i due personaggi DLC, hanno un moveset poco originale
  • Finisce in fretta
7,8