News 1 min

Rockstar abbandona i giochi single-player? Sentite come la pensa

Non è in programma un abbandono in favore del multiplayer

Rockstar Games ha ampliato i suoi orizzonti nel corso della generazione ormai passata, spostando il proprio focus su esperienze online che, come GTA Online e Red Dead Online, potessero coinvolgere i giocatori su un lasso di tempo più esteso.

Ciò non ha comportato ad una vera e propria rinuncia al single-player, però, tant’è vero che dopo il successo di GTA V è comunque arrivato lo spettacolare Red Dead Redemption 2.

In un’intervista concessa a GQ, alcuni membri dello staff dello studio fondato dai fratelli Houser hanno affrontato il tema, ribadendo che il team di sviluppo non ha alcuna intenzione di abbandonare il ramo dei giochi story-driven.

Tarek Hamad, responsabile del design di Rockstar North, ha spiegato che «assolutamente» i creatori di GTA continueranno ad esplorare esperienze single-player.

Il design director di GTA Online Scott Butchard ha aggiunto che «potete vederlo con Online e penso che andando avanti inietteremo altri elementi single-player lì dentro», a riprova che, pur rifornendo il comparto multiplayer e non quello single-player di GTA V, la narrazione e la componente solitaria sono ancora fari importanti per l’etichetta.

Di recente, Dan Houser – penna dei capolavori di Rockstar Games – ha lasciato lo studio e questo ha gettato ombre riguardo al suo futuro, e in particolare di quello di un GTA VI che si dice sarà più piccolo al lancio per poi espandersi similmente a quanto fatto con GTA Online.

Quale che sia il prossimo step della casa, ad ogni modo, la situazione che si è profilata sembrerebbe suggerire un addio a produzioni più piccole come il tanto auspicato sequel di Bully.

Intanto, un secondo remaster di GTA V è in programma per il 2021 su PlayStation 5 e Xbox Series X, sebbene non siano ancora chiare le aggiunte al gioco attuale.

Potete recuperare subito GTA V ad un prezzo vantaggioso su Amazon