News 2 min

PS3, misteriosi ban di Sony (ma c’è una spiegazione)

Una violazione dei dati subita da Sony sta causando il ban di molteplici console PS3.

In seguito ad una violazione dei dati di cui Sony è rimasta vittima, sono emersi online molteplici ID legati a console PS3, che gli hacker starebbero utilizzando a loro piacimento.

Nonostante l’arrivo della next-gen, e nonostante Sony ne abbia ormai interrotto ufficialmente la produzione da anni, PlayStation 3 è ancora molto utilizzata da una buona fetta di utenza, ma alcuni fan hanno segnalato di essersi ritrovati sospesi dai servizi online senza aver apparentemente fatto nulla di grave.

Secondo quanto riportato da Game Rant, un gruppo di hacker ha compromesso l’intero sistema di sicurezza di PS3, diffondendo online ID di console PS3 e rubando altri dati personali di utenti.

I primi report di questo attacco risalgono ad aprile, segnalati dallo Youtuber spagnolo TheWizWiki che descriveva quanto fosse stato facile riuscire a risalire alla lista dei dati trafugati.

Una violazione dei dati di Sony sta causando ban su PS3.

Negli ultimi giorni si stanno invece moltiplicando le segnalazioni online di utenti che si sono ritrovati con la console sospesa: per esempio, l’utente GUDGER666 di PSNProfiles ha confermato che ad essere stata bannata è stata solo una PlayStation 3, dato che l’altra sua console funziona perfettamente ed il suo profilo PSN non è stato toccato.

Curiosamente, non tutte le sospensioni sarebbero permanenti: alcuni giocatori hanno infatti segnalato che il loro ban sarebbe durato dalle 24 alle 72 ore.

Al momento da Sony non è arrivato alcun commento ufficiale sulla vicenda e naturalmente non mancheremo di informarvi il prima possibile qualora ci fossero novità su questa situazione: nel frattempo suggeriamo a tutti i nostri lettori che ancora utilizzano PS3 di prestare molta attenzione e di assicurarsi che la propria console non sia rimasta coinvolta in questa vicenda.

Ricordiamo che i problemi alla sicurezza di PS3, come quello che si è appena verificato in questa circostanza, erano con molta probabilità una delle motivazioni che aveva spinto Sony alla chiusura del PlayStation Store legato, salvo poi aver deciso di fare dietrofront dopo le proteste degli utenti.

Da oggi è in corso il Prime Day: per le migliori offerte sul gaming e sui videogiochi, trovate tutti i dettagli nella pagina di SpazioGames. Nel frattempo, se volete prepararvi alla next-gen di Sony, potete approfittare dell’offerta sulle cuffie wireless Pulse 3D per PlayStation 5, disponibili su Amazon.