PS Plus vs Xbox Gold Battle Royale a suon di Byte – settembre 2018

Rubrica
A cura di Valentino Cinefra - 30 Agosto 2018 - 0:00

Ormai sapete come funziona: analizzeremo le offerte di Xbox Live e PlayStation Plus, guidandovi nella priorità che, secondo noi, dovreste dare ai videogiochi gratuiti offerti dai due servizi, con un simpatico voto finale in hard disk, a mò di stelline per i ristoranti.

La valutazione verrà fatta tenendo conto di una media assolutamente non matematica tra il peso del download e l’effettiva appetibilità del videogioco in questione.

E ricordate: una console sana è una console che vi vuole bene.
PlayStation Plus
Partiamo dalle console Sony e dai giochi che vengono inseriti mensilmente nella Instant Game Collection. La casa giapponese offre giochi per PlayStation 4, con i soliti acquisti in cross-buy di mezzo, ma ha annunciato l’interruzione del servizio per PlayStation 3 e PS Vita a partire dal 8 marzo 2019. Inoltre, Here They Lie per PlayStation VR sarà disponibile dal 7 agosto al 2 ottobre per gli abbonati, insieme a Sapere è Potere della collana PlayLink.
Destiny 2, PlayStation 4. Peso: 30.85GB Voto: 4 hard drive su 5
Destiny 2, al lancio, era un gioco capace di coinvolgere e ipnotizzare, merito di una mole contenutistica ampia e ben caratterizzata. Col tempo, il seguito dello shooter di Bungie non ha avuto lo stesso successo del predecessore, nonostante i continui aggiornamenti ed espansioni. Iniziarlo oggi significa ritrovarsi di fronte ad una community sì presente, ma non esagerata come ci si potrebbe aspettare. C’è pur sempre la campagna, e la consapevolezza che, se il gioco vi prenderà, potreste sempre contare sul season pass per buttarvi a capofitto nell’esperienza di Destiny 2.
God of War III Remastered, PlayStation 4. Peso: 41.72GB Voto: 4 hard drive su 5
Dopo tutti questi anni, God of War III resta un giro sulle montagne russe della violenza, spassoso ed esaltante. Il lavoro di Santa Monica è invecchiato davvero bene, se non l’avete mai giocato resta pur sempre un modo per esplorare il passato del glorioso God of War del 2018, un’esperienza che vi farà valutare ancor più positivamente il lavoro fatto dallo studio nel rinnovare con così tanta tracotanza il suo titolo più celebre.
Another World – 20th Anniversary, PS4/PS3/PSVita. Peso: 425.74MB Voto: 3 hard drive su 5
Chi ha già giocato a Another World non potrà non commuoversi nel rivedere un titolo che nasceva sull’Amiga 500. I più giovani potrebbero invece storcere il naso di fronte a un titolo figlio di un periodo in cui videogioco significava trial & error e continuo perfezionamento delle proprie azioni, con l’unico scopo di superare ostiche sequenze di gioco. Se amate il retrogaming, volete fare un recupero della memoria storica, o semplicemente avete qualche anno sulle spalle, Another World è da tenere ben saldo nei vostri hard drive (con la consapevolezza della sua intrinseca vecchiaia).
Q.U.B.E. Director’s Cut, PS3/PS4. Peso: 2.63GB Voto: 2 hard drive su 5.
Q.U.B.E: Director’s Cut è una versione riveduta e corretta dello storico puzzle game. Usando degli speciali guanti ultra-tecnologici, sarà necessario manipolare l’ambiente circostante costruendo ponti, spostando muri e aprendo passaggi per addentrarti nelle profondità di un misterioso cubo gigante che sfreccia nello spazio in rotta di collisione con la Terra. Questa versione include una nuova storia con dialoghi realizzati da Rob Yescombe e dei livelli a tempo “Against the Qlock”.
Foul Play, PSVita/PS4. Peso: 5.16GB Voto: 2 hard drive su 5
Foul Play è un classico picchiaduro a scorrimento che fa dell’umorismo e delle situazioni nonsense i suoi cavalli di battaglia. Tuttavia, nonostante la divertente idea di ambientare il tutto su un palcoscenico, non siamo di fronta a qualcosa di imperdibile, ma se avete qualcuno con cui giocarlo potrebbe essere un buon modo per passare qualche serata in allegria.
Sparkle 2, PSVita. Peso: 146.46MB Voto: 2 hard drive su 5
Sparkle 2 non è un puzzle game affatto originale, ma anzi è un vero e proprio clone di Zuma, datato 2003. Arivato su qualsiasi dispositivo al mondo in grado di supportare un videogioco, è comunque un titolo divertente, con un minimo ingegno alle spalle che però, lo ribadiamo, è una cosa vista e rivista da almeno dieci anni in giro.
Xbox Live
Per quanto riguarda Microsoft, anche stavolta ci ritroviamo con una doppia offerta per le sue due ultime generazioni di console, con titoliche saranno proposti in determinati scaglioni di tempo.
Prison Architect, Xbox One (1-30 settembre). Peso: 372.61MB Voto: 4 hard drive su 5
Le meccaniche gestionali di Prison Architect funzionano benissimo, sono ben gestite e hanno una profondità sbalorditiva. Se oltre un milione di giocatori stanno giocando a questo ottimo gestionale non è sicuramente un caso. Al momento il gioco è sostenuto da molti aggiornamenti e contenuti aggiuntivi, tra le varie storie, la modalità libera e la condivisione di mappe tra giocatori, ce n’è di che giocare.
Livelock, Xbox One (16 settembre – 15 ottobre). Peso: 8.49GB Voto: 3 hard drive su 5
Livelock è uno sparatutto cooperativo con visuale dall’alto, da giocare in solitaria oppure in multiplayer con un gruppo di massimo due alleati. Il titolo è particolarmente divertente da giocare, a tratti spettacolare, per via delle sue meccaniche asciutte e funzionali. Inoltre, c’è anche la possibilità di scalare le classifiche e competere con i giocatori di tutto il mondo, che rende Livelock un titolo su cui poter passare tendenzialmente un bel numero di ore.
LEGO Star Wars III: The Clone Wars, Xbox 360 (1-15 settembre). Peso: 6.61GB Voto: 2 hard drive su 5
LEGO Star Wars III funziona negli elementi classici della serie come il puzzle solving, le fasi action e la ricerca dei segreti, mentre gli elementi innovativi risultano slegati e troppo poco rifiniti per offrire lo stesso livello di divertimento. Comunque consigliato ai fan di entrambi i brand coinvolti, pronti a farsi stupire dalle meraviglie grafiche al prezzo di un po’ di frustrazione e di fasi di gioco non ben rifinite. All’epoca era abbastanza fresco come “gioco LEGO”, ma oggi un po’ meno.
Sega Vintage Collection: Monster World, Xbox 360 (16-30 settembre). Peso: 828.9MB Voto: X hard drive su 5
Questa collection ripropone tre classiche avventure ambientate a Monster World: Wonder Boy in Monster Land, Wonder Boy in Monster World e per la prima volta al di fuori del Giappone, Monster World IV. Difficile valutare operazioni del genere perché, diversamente dall’anniversary di Another World, in questo caso siamo di fronte ad un porting nudo e crudo, per veri amanti del retrogaming e delle serie d’annata. Da scaricare per la memoria storica, da ignorare per tutti gli altri.



TAG: playstation plus vs games with gold