News 1 min

Nintendo, ritardi a causa del COVID-19? È possibile

E' stato un duro colpo, ma la vita continua

L’emergenza sanitaria scoppiata a livello mondiale causata dalla pandemia di COVID-19 ancora in corso non ha risparmiato nessuno, né le persone comuni né le multinazionali e Nintendo non costituisce certo un’eccezione. Infatti, la compagnia nipponica già in passato si era espressa sulle difficoltà derivanti dalla situazione, affermando che diversi campi erano stati interessati, dalla produzione di console Switch, che ha portato all’impossibilità di soddisfare l’aumentata domanda del dispositivo, allo sviluppo vero e proprio dei videogiochi in uscita nel corso dei prossimi mesi.

nintendo

È piuttosto evidente che Nintendo sia in difficoltà, vista la mancanza di veri e propri Direct e le scarse informazioni diffuse inerenti ai titoli first party di prossima uscita. Infatti, l’utilizzo massiccio dello Smart Working ha portato molti dipendenti a lavorare da casa, ma la differenza dell’ambiente di lavoro potrebbe aver comportato ritardi nella pubblicazione di videogiochi Nintendo e l’avvio di ulteriori progetti previsti. L’azienda nipponica ha comunque garantito che continuerà a svolgere le attività commerciali adottando le misure necessarie affinché venga fornito un ambiente in cui i consumatori possano godere dei propri prodotti e servizi, tenendo allo stesso tempo in debita considerazione la salute e la sicurezza dei propri consumatori e dipendenti.

Ricordiamo che circa un mese fa vi avevamo riferito che Shintaro Furukawa, presidente di Nintendo, aveva dichiarato che la produzione di Switch stava tornando alla normalità, ma che non era possibile prevedere cosa sarebbe accaduto nel caso di una seconda ondata di COVID-19.

Fonte: Gaming Bolt

Non siete ancora in possesso di una Nintendo Switch? Potete acquistarla qui ad un prezzo speciale, anche nella sua variante Lite!