Nintendo Direct: conferme, leaks e sorprese – Recap

Una carrellata di titoli con pochi annunci e tante conferme

Recap
A cura di Francesco Corica - 5 Settembre 2019 - 8:41

Archiviata (o quasi) la stagione estiva, è tempo di lasciare le vacanze alle spalle e di pensare all’autunno, col rientro scolastico o lavorativo. Nintendo ha però deciso di regalarci un nuovo Direct di 40 minuti la scorsa nottata, con nuovi dettagli e giochi che verranno rilasciati in futuro. Alla conta finale poche sorprese (complici alcuni leaks precedenti), ma che rappresentano indubbiamente delle piacevoli conferme.

Overwatch

Overwatch e Luigi

Si inizia col botto con la conferma dell’arrivo di Overwatch su Switch il 15 ottobre, che avrà anche il supporto al motion control per alcune mosse. Una notizia che era ormai nell’aria da tempo, ma che rappresenta una gradita aggiunta alla line-up della console. Come già annunciato, è poi il turno di qualche info dedicata a Luigi’s Mansion 3 (meno del previsto, dobbiamo ammettere): i piani saranno tutti unici ed a tema (ad esempio tema egizio o discoteca) e sarà presente una modalità party game con cui giocare in 4 vs 4 su un’unica console Switch; ricordiamo che il titolo uscirà il 31 ottobre. Arriva poi Super Kirby Clash, un free-to-start rilasciato poco dopo la presentazione, in cui 4 kirby con ruoli personalizzabili dovranno lottare contro diversi boss.
E’ poi il turno di qualche titolo sparso: il remake di Trials of Mana offrirà una gamma più ampia di movimenti rispetto alla versione originale ed uscirà il 24 Aprile 2020; l’interessante Return of the Obra Dinn in cui investigheremo il mistero dell’omonima nave verrà rilasciato durante l’autunno e Little Town Hero, nuovo RPG strategico creato da Game Freak precedentemente conosciuto solo come Town, includerà una colonna sonora composta in gran parte da Toby Fox, autore di Undertale. Il gioco uscirà il 16 Ottobre.

obra dinn

Non poteva poi mancare Super Smash Bros. Ultimate: confermata la data d’uscita di Banjo-Kazooie, che saranno disponibili… oggi! Annunciato inoltre Terry Bogard come prossimo combattente, attualmente in sviluppo ed in uscita a Novembre (altro annuncio che era nell’aria, dopo che Nintendo aveva anticipato in maniera involontaria che sarebbe stato un personaggio di SNK) e la conferma che vi saranno altri personaggi scaricabili oltre ai 5 già annunciati, che non faranno parte dell’attuale Fighters Pass. E’ plausibile pensare dunque a una conferma semi-ufficiale di un secondo season pass, e a questo punto la fantasia dei giocatori può davvero scatenarsi su chi potrebbe unirsi al roster in un secondo momento. Qualche informazione sparsa poi su nuovi titoli in uscita: Link’s Awakening (ed il relativo amiibo) usciranno il 20 Settembre, Dragon Quest XI S (in uscita il 27 Settembre) avrà al day one alcuni contenuti scaricabili gratuiti; Tokyo Mirage Sessions #FE (il crossover in salsa idol tra le serie Shin Megami Tensei e Fire Emblem) uscirà nuovamente su Switch nel 2020 con una canzone completamente inedita e nuovi personaggi giocabili (tra cui sembra esserci Tiki); Deadly Premonition 2 è stato annunciato ufficialmente ed uscirà nel 2020, con il primo titolo che è stato invece messo a disposizione poco dopo il direct; Divinity Original Sin 2 Definitive Edition già disponibile; Doom 64 uscirà il 22 Novembre in occasione del 25° anniversario della serie ed è stata anche annunciata una nuova IP di Hi-Rez, Rogue Company (release prevista per il 2020)

Nintendo Direct: conferme, leaks e sorprese – Recap

Tra Pokémon e Online

Si passa a Spada e Scudo: anche qui, meno informazioni del previsto. E’ stata confermata la possibilità di personalizzare l’aspetto, rivelato il Pokécampeggio con cui interagire coi propri mostriciattoli e cucinare più di 100 tipi di curry; inoltre sono stati mostrati due nuovi Pokémon: Polteageist e Cramorant. Per il Nintendo Switch Online è stato poi confermato il supporto alla libreria SNES, con 20 titoli disponibili dal 6 settembre ed altri che arriveranno in seguito, proprio come accaduto per NES. Sarà inoltre disponibile per gli abbonati una fedele riproduzione di un controller SNES a 30€, caricabile via usb come per i pro controller.
Tetris 99 oggi sarà aggiornato: vi saranno missioni giornaliere con cui ottenere temi, una modalità tetris 99 invictus (accessibile solo a chi avrà ottenuto l’omonimo titolo ed in cui affrontare il meglio dei giocatori) e nuove icone. La versione fisica sarà inoltre disponibile il 20 settembre ed includerà un abbonamento annuale al servizio online.

Nintendo Direct: conferme, leaks e sorprese – Recap

Le terze parti che non mancano

Mario & Sonic ai giochi olimpici di Tokyo 2020 sarà disponibile l’8 novembre ed includerà nuovi sport, personaggi, minigiochi, una modalità retro per 10 eventi (alcuni personaggi e le ambientazioni saranno interamente 2D) e vedrà l’introduzione di una modalità storia. Una nuova demo di Daemon X Machina è inoltre disponibile per il download: è un prologo il cui progresso potrà essere importato nel gioco completo, che includerà anche la co-op online (la demo avrà solo quella in locale). Si passa ad una serie di annunci veloci e sparsi di titoli in uscita, che elenchiamo di seguito: Star Wars Jedi Knight II; The Witcher 3; Assassin’s Creed IV e Assassin’s Creed The Rebel Collection; Dauntless; Just Dance 2020; GRID Autosport; Farming Simulator 20; Ni no Kuni; NBA 2K20; Call of Ctulhu; Private Division; Devil May Cry 2; Vampyr.
A chiudere il direct ci pensano Animal Crossing New Horizon, che mostra più nel dettaglio il sistema di crafting del gioco (anche le erbacce possiedono un valore adesso) ed una nuova valuta, le miglie, che si affiancheranno alle stelline e sbloccabili con missioni giornaliere, e l’annuncio della Xenoblade Definitive Edition: un remake del primo capitolo con grafica migliorata ed in uscita nel 2020.
A Direct concluso, è seguita una breve presentazione Smash in cui Sakurai ha mostrato il gameplay di Banjo & Kazooie, ci ha fatto dare una sbirciata a Terry Bogard, annunciato il ritorno dell’Home Run Contest e nuovi costumi per i Guerrieri Mii: Goemon, Protoman, Zero, Team Rocket e Sans. Non è mancata una citazione a quest’ultimo in riferimento al fatto che fosse un personaggio molto voluto dai fan, che però potrebbero rimanere delusi dal fatto che pare destinato ad essere unicamente un Mii.

Forse se non ci fossero stati i leak sarebbe stato un Direct più ricco di colpi di scena, ma qualche gradita sorpresa c’è comunque stata ed è servita a dare la conferma che la line-up di Switch è molto ricca, anche grazie anche al supporto che diverse third party stanno dimostrando per la console ibrida. Considerando che avevano sottolineato maggiori informazioni su Luigi’s Mansion 3 e Pokémon Spada e Scudo, ci saremmo aspettati di avere più notizie da parte loro, ma Nintendo ha deciso di puntare per poco di ogni titolo mostrato, che ha di fatto reso questo direct poco monotono. Avremmo gradito più spazio a Deadly Premonition 2, il cui annuncio ha rischiato di passare quasi inosservato, e nel complesso forse è mancata un vero annuncio bomba, ma in fondo non ci siamo comunque annoiati.




TAG: nintendo direct, recap