Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Il nuovo mouse da gioco firmato Logitech è un must have per i giocatori

VIDEO RECENSIONE
A cura di Giulia Garassino - 10 Gennaio 2020 - 9:50

Logitech G Pro Wireless è il mouse pensato per i professionisti dell’eSport: si tratta probabilmente della miglior periferica wireless attualmente disponibile sul mercato. Un prodotto per ambidestri, dall’ottima ergonomia, personalizzabile, leggero (solo 80g) e compatto, dotato del sensore ottico HERO, in grado di arrivare fino a 16000 DPI.
Logitech G Pro Wireless è, insomma, una scelta numero uno. Ma perché?

Contenuto della confezione

  • Mouse
  • Cavo per la ricarica
  • Tasti laterali extra
  • Antenna USB
  • Quick start guide

Il più leggero sul mercato

Partiamo subito dal fattore estetico: non si tratta certamente di un mouse molto particolare nella forma – anzi, a vederlo pare un normalissimo prodotto da ufficio, ma non dobbiamo farci ingannare dall’apparenza: questa periferica racchiude in sé caratteristiche veramente di spicco.
La linea non è certamente accattivante, troviamo anzi forme molto morbide e spigoli praticamente assenti, in favore di angoli tondeggianti.
Si tratta di un prodotto realizzato per ambidestri, la sua forma è assolutamente simmetrica, anche per quanto concerne i tasti laterali.
Di default troveremo inseriti quelli sul lato sinistro, ma nulla ci vieta di rimuoverli e spostarli sull’altro lato. Nella parte destra, quindi, troveremo due semplici copri-tasti che ci impediranno di premere erroneamente gli interruttori.
All’interno della confezione troviamo inoltre due coppie di pulsanti extra.

Per quanto concerne la livrea, il Logitech G Pro Wireless è completamente nero: fa eccezione soltanto il simbolo del brand (posto sul dorso) che è illuminato con LED RGB. La superficie non è lucida, risulta anzi leggermente satinata e la sensazione al tatto è veramente molto piacevole.
Sui lati è assente una gommatura per un maggiore grip, ma questi risultano leggermente incurvati verso l’interno proprio per favorire la presa anche in situazioni un po’ concitate.

La parte inferiore è a sua volta piuttosto sobria: presenta dei gommini molto lisci (realizzati in PTFE e in grado di sopravviver per 250km), che consentono lo scorrimento perfetto su ogni superficie, e due tasti, uno per l’accensione e lo spegnimento e uno per la modifica dei DPI. Sempre in quest’area è allocato il vano per inserire l’antenna USB.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Il mouse ha dimensioni veramente molto contenute (125×63,5×40 mm) e dunque si presta bene per prese claw o fingertip. L’ergonomia generale è molto buona – e sappiamo bene quanto sia importante per una periferica di questo tipo.
Ma cosa rende veramente speciale questo mouse in fattore ergonomia? Indubbiamente, il peso: parliamo di una periferica da soli 80 g, probabilmente la più leggera disponibile sul mercato.

Trattandosi di un prodotto pensato soprattutto per un pubblico di professionisti, si tratta di una caratteristica essenziale da tenere in considerazione, intorno alla quale Logitech ha costruito una periferica più che valida e peculiare. Certo, questa scelta ne limita un po’ l’estensione verso quel pubblico che, invece, gioca a livello più amatoriale e necessita invece di uno strumento magari più robusto e forse meno anonimo.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Il mouse Logitech G Pro Wireless presenta tasti con switch meccanici Omron, in grado di resistere fino a 50 milioni di click. I principali sono dotati della più recente tecnologia del brand. È anche presente una molla metallica per tendere le piastre separate per i due pulsanti, e Logitech riduce ancora la forza di attenuazione e migliora la precisione.

Effettivamente, premere ognuno degli 8 tasti programmabili sarà sempre un vero piacere. Il feeling rilasciato sulle dita è davvero ottimo, la sensazione percepita è di ottima resistenza e precisione.
L’unico appunto da fare, a nostro avviso, riguarda la rotella, il cui scorrimento purtroppo non è regolabile, che lascia qualche dubbio soprattutto nel click del tasto. Questo non reagisce come gli altri, non avremo praticamente nessun feedback uditivo e premendolo ci sembrerà di essere “frenati”, come se il tasto fosse in qualche modo ovattato. Una sensazione completamente diversa dalle altre periferiche di casa Logitech e che francamente non ci spieghiamo.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Il numero uno nelle prestazioni

Logitech G Pro Wireless si dimostra il migliore anche a livello di prestazioni.

Il mouse è equipaggiato con il rinomato sensore ottico HERO, in grado di arrivare fino a 16000 DPI (partendo da un minimo di 100).
Il polling rate può arrivare fino a 1000 Hz, e sarà possibile impostarlo anche a 125, 250 e 500 Hz. L’HERO 16K vanta caratteristiche sopra alla media, grazie alla sua capacità di tracciare movimenti con velocità superiori a 400 IPS, senza mai sbagliare.

Precisione e velocità fanno di questo sensore il numero uno, e non parliamo solo di caratteristiche sulla carta: in gioco si è dimostrato il più preciso tra i mouse wireless in nostro possesso e anche il più reattivo. Insomma, il meglio che abbiamo provato.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Il fatto che il dispositivo sia wireless non toglie niente alla sua qualità: ormai la tecnologia senza filo ha raggiunto dei livelli incredibili e sembra quasi che non esistano differenze tra periferiche cablate e non (se parliamo di alti livelli).

Il Logitech G Pro Wireless presenta inoltre la tecnologia lightspeed, ovvero una wireless end-to-end che offre praticamente una connessione costante e una frequenza di aggiornamento di 1ms. Differenze con una periferica cablata? Impercettibili, visto che la latenza è praticamente prossima allo zero.

Per garantire massime prestazioni, Logitech fornisce anche una batteria di tutto rispetto che permette ai giocatori di poter utilizzare il mouse per 48 ore (con l’illuminazione predefinita) e fino a 60 ore senza illuminazione. Insomma, un risultato decisamente niente male, soprattutto per i professionisti.
All’interno della confezione viene comunque fornito un cavo tramite il quale sarà possibile ricaricare la nostra periferica.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

Logitech G HUB sempre al nostro fianco

Per avere il pieno controllo della periferica, Logitech mette a disposizione un software di gestione che non solo ci consentirà di modificare gli effetti LED, ma ci permetterà di assegnare macro, tasti, modificare i DPI e via dicendo.

Nella prima schermata andremo a cambiare semplicemente l’illuminazione: sono presenti differenti effetti, tra cui quello fisso, quello circolare, l’effetto respiro e così via. La parte interessante è che potremo sincronizzare tutte le periferiche con lo stesso effetto direttamente da questa schermata.

La seconda pagina è quella relativa alle assegnazioni. Qui, come possiamo facilmente immaginare, potremo assegnare una funzione a ogni singolo tasto, oltre che registrare macro e comandi.

Per finire, nell’ultima schermata potremo modificare quelle che sono le impostazioni relative alla velocità di aggiornamento e ai DPI. Abbiamo a disposizione cinque stage per quel che concerne i DPI (da un minimo di 100 a un massimo di 16000) che potremo personalizzare a nostro piacimento.
Potremo switchare da uno stage all’altro direttamente dalla periferica stessa, ma per farlo avremo bisogno di premere il tasto posto sulla base.
Questa scelta dividerà sicuramente gli utenti in due: da una parte ci saranno quelli pienamente d’accordo, dall’altra quelli totalmente in disaccordo, non avremo vie di mezzo.

Quali sono pro e contro di questa scelta? Da una parte, decidere di posizionare il tasto sotto il mouse ci assicura di non premerlo in alcun modo erroneamente, e ciò significa quindi avere il pieno controllo senza inciampo alcuno; dall’altra però limita tutta quell’utenza che, durante l’uso all’interno dello stesso gioco, cambia i DPI a seconda della situazione. In questo modo la possibilità sarà praticamente impossibile “in live”.

Mouse Logitech G Pro Wireless: il numero uno senza filo – Recensione

+ Sensore preciso e reattivo
+ Leggero e compatto
+ Pensato per i professionisti
+ Ottima ergonomia
- Non adatto a tutti
- Non economico

9.0

Logitech G Pro Wireless è un mouse davvero eccellente, il migliore della classe. Si tratta di una periferica realizzata con materiali di ottima qualità, con switch solidi e veloci e un sensore preciso e reattivo. Pensata per i professionisti del settore, che forse non presenta un look accattivante, ma di certo sa come stupire. Trova inoltre nel peso la sua arma vincente, una caratteristica sulla quale non teme davvero concorrenti.

Certo, non si tratta di un prodotto economico (circa 155€ di listino), e neanche adatto a tutti, poiché vanta sì una buona personalizzazione a livello di tasti (fisici e non), ma lascia scoperte alcune caratteristiche interessanti per gli utenti mainstream. Valutandolo nel panorama degli eSport, al quale è destinato, è un però praticamente perfetto.




TAG: logitech, Logitech G Pro, Mouse Logitech G Pro Wireless