Monster Hunter, il film non tarderà causa coronavirus

Un sospiro di sollievo per i fan.

A cura di Marcello Paolillo - 2 Aprile 2020 - 23:17

Poche ore fa il boss di Constantin Film, Martin Moszkowicz, nel corso di una lunga intervista con Deadline ha confermato che i lavori sulla serie Netflix di Resident Evil sono stati congelati a causa dell’epidemia di coronavirus.

La casa di produzione tedesca è al lavoro anche su un altro progetto tratto da una serie di videogiochi di successo, ovvero Monster Hunter. A quanto pare, Moszkowicz ha confermato che il film è praticamente concluso e che l’uscita non subirà alcun ritardo.

Monster Hunter, il film non tarderà causa coronavirus

Ecco le sue parole:

L’uscita di Monster Hunter è sempre prevista a settembre in tutto il mondo. Consegneremo il film entro questa settimana.

Ricordiamo anche lo scorso febbraio sono apparsi online due muovi poster del film, mostrati in occasione dell’evento di presentazione al PAX East 2019.

Il primo era incentrato su Milla Jovovich nei panni del Luogotenente Artemis, un soldato dal nostro mondo che si ritrova intrappolato in una dimensione alternativa popolata da mostri, mentre l’altro raffigurava “il Cacciatore” interpretato da Tony Jaa, residente dell’universo parallelo ed estremamente abile nell’abbattere le creature giganti.

Avete avuto modo di vedere anche il teaser trailer del film trapelato nuovamente online poche settimane fa? E che il primo capitolo della serie di Monster Hunter apparso su PlayStation 2 ha da poco compiuto 16 anni?

Fonte: Deadline




TAG: monster hunter