Rubriche 8 min

Le migliori TV gaming da 65″ | Novembre 2020

Vediamo insieme quali sono le migliori TV da gaming da 65" presenti sul mercato prendendo in considerazione diversi parametri

State pensando di rinnovare la vostra postazione da gaming e puntate all’acquisto di una smart TV da 65″ in grado di immergervi letteralmente all’interno dei mondi virtuali dei vostri videogiochi preferiti? Questo è l’articolo giusto per voi! Infatti, soprattutto dopo l’uscita delle recenti Playstation 5 e Xbox Series X|S, molti hanno ben pensato di comprare una nuova TV all’altezza, magari passando da una FullHD ad una 4K, o addirittura 8K, per godere al meglio di tutte le ultime tecnologie messe a disposizione dai ritrovati tecnologici di casa Sony e Microsoft.

LG NanoCell TV

Ovviamente, sul mercato sono presenti tantissimi dispositivi realizzati da molteplici aziende ed un utente potrebbe trovarsi un po’ spaesato. Proprio per questo motivo, e dato che una TV tipicamente viene cambiata solo dopo diversi anni, abbiamo pensato di darvi una mano a scegliere la TV da gaming da 65″ più adatta alle vostre esigenze.

L’articolo sarà aggiornato ogni mese, quindi vi consigliamo di tenerlo costantemente d’occhio per scoprire quale TV da gaming da 65″ fa al caso vostro e, perché no, dare i giusti consigli anche ai vostri amici e parenti. Nella nostra selezione abbiamo fatto in modo di tenere in considerazione un vasto elenco di parametri, dalla risoluzione alle tecnologie supportate, di cui trovate una spiegazione più esaustiva nella parte finale, allo scopo di indirizzarvi al miglior TV da gaming da 65″ adatto alle vostre necessità.

Le migliori TV gaming da 65″

Samsung Q950R – Miglior TV gaming 8K da 65″

Samsung Q950R

Se preferite Tizen, il sistema operativo che Samsung usa sulle sue Smart TV e l’accecante luminosità raggiunta dai QLED, la serie Q950R di Samsung è quella per fa per voi! Grazie al suo “Infinity Screen“, il bordo è quasi invisibile e la cornice ultrasottile elimina qualsiasi tipo di distrazione e regala un’esperienza di visione totalmente immersiva. La risoluzione del pannello è ben 8K, offrendo una nitidezza assoluta ed un numero di pixel quattro volte maggiore rispetto al 4K, mentre il processore Quantum 8K con supporto al Machine Learning si occuperà di riscalare le fonti a risoluzione più bassa, offrendo al contempo un risultato assolutamente realistico. Il sistema di retroilluminazione Direct Full Array Pro consente di raggiungere il nuovo standard Quantum HDR 4000 per una resa cromatica più ricca ed accurata ed un contrasto più profondo con dettagli nitidi. Per quanto riguarda le ottimizzazioni inerenti ai videogiocatori troviamo il supporto alle tecnologie Extra Motion Clarity, per ridurre aloni ed effetto mosso nelle scene ad alta velocità, e AMD Freesync, il quale riduce i problemi di tearing e stuttering. Il numero di porte presenti è più adeguato alle esigenze di qualsiasi utente, in quanto troviamo tre HDMI 2.0 ed una HDMI 2.1 con supporto a VRR, ALLM, HDR 10, HDR 10+ e HLG.

» Clicca qui per acquistare Samsung Q950R da 65″


LG OLED Ai ThinQ CX – Miglior TV gaming 4K da 65″

LG CX

Indubbiamente, la serie CX di LG permette di godersi appieno qualsiasi titolo in commercio, sia attuale che futuro, grazie ad uno splendido pannello OLED con pixel auto illuminanti in grado di replicare il nero assoluto e fornire un contrasto elevatissimo, oltre a colori incredibilmente realistici. Il TV è dotato del moderno sistema operativo WebOS che offre numerose app preinstallate ed un ampio store che soddisferà le esigenze multimediali di qualsiasi utente. Questa incredibile TV offre inoltre quattro ingressi HDMI 2.1 che supportano le tecnologie VRR, ALLM e G-Sync, oltre a quelle HDR, HDR10, Dolby Vision e HLG. L’input lag è molto basso, attestandosi sui 13 ms in modalità 60 Hz e soli 6 ms a 120 Hz. In quest’ultimo caso, inoltre, l’alto refresh rate consente di ridurre in maniera sensibile la sfocatura dell’immagine, regalandovi una nitidezza ineccepibile in ogni situazione.

Su Amazon le smart TV LG OLED Ai ThinQ CX vengono commercializzate in accoppiata alla soundbar SL5Y a 2.1 canali, per godere al meglio di videogiochi, serie TV e film.

Niente paura nel caso usaste console, come Nintendo Switch, che producono segnali video solo fino al FullHD (1080p): il dispositivo è dotato di un ottimo scaler che si occupa dell’adattamento e miglioramento delle immagini a risoluzioni inferiori al 4K.

» Clicca qui per acquistare LG CX da 65″


Samsung Q90 – Miglior TV gaming QLED 4K da 65″

Samsung Q90

Se preferite acquistare la migliore TV gaming non OLED per paura dell’effetto Burn-In – in pratica la comparsa di eventuali aloni dovuti alla persistenza di un’immagine – o parte di essa, per troppo tempo sullo schermo, vi consigliamo di dirigere la vostra attenzione sulla serie Q90 di Samsung. Basata sulla tecnologia QLED, questa fantastica TV è in grado di raggiungere una luminosità superiore rispetto alle controparti OLED a discapito di un contrasto meno elevato. Anche in questo caso segnaliamo un input lag particolarmente basso (circa 15 ms) ed il supporto alle tecnologie VRR, ALLM, HDR 10, HDR 10+ e HLG sulle quattro porte con standard HDMI 2.1, con alcune opzioni aggiuntive proprio dedicate al mondo dei videogiocatori. Il sistema operativo installato è Tizen, uno dei migliori attualmente montati sulle TV e che supporta un vastissimo numero di app multimediali.

» Clicca qui per acquistare Samsung Q90 da 65″


LG NanoCell AI Serie Nano80 – Miglior TV gaming 4K da 65″ sotto i 1000 euro

LG NanoCell Nano80

LG propone una linea di TV ideata per offrire una gran qualità di riproduzione cromatica grazie alla tecnologia NanoCell, che utilizza nanoparticelle di circa 1mm per assorbire le lunghezze d’onda in eccesso, migliorando di conseguenza la purezza dei colori ed ampliando la gamma cromatica. Anche questi TV offrono il supporto a tutte le ultime tecnologie utili per i videogiocatori, come VRR in combinazione con l’ingresso HDMI 2.1, che sincronizza le frequenze di aggiornamento di televisore e console assicurando un gioco fluido e privi di effetti di tearing e stuttering. Complice anche un input lag particolarmente ridotto, videogiocare su questi TV sarà davvero appagante ed immersivo. Per quanto riguarda la dotazione di porte troviamo ben quattro HDMI.

» Clicca qui per acquistare LG TV NanoCell AI da 65″


Hisense AE7000F – Miglior TV gaming 4K budget da 65″

Hisense AE7000F

Le TV a marchio Hisense, società multinazionale con sede in Cina che ha iniziato a diffondersi in Europa solo nel corso degli ultimi anni, della serie AE7000F sono la scelta ideale nel caso non abbiate molto spazio a disposizione (è disponibile infatti anche il taglio da 43”) o siate interessati ad un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Le Smart TV Hisense AE7000F, infatti, hanno un design moderno, una risoluzione 4K ed il supporto alle tecnologie HDRHDR10+ e HLG. Grazie alla tecnologia AI Scene Recognition e la modalità gaming avrete un qualità audiovisiva costantemente ottimizzata per ottenere il massimo dai vostri contenuti. L’input lag è più che buono, essendo inferiore ai 20 ms. Il sistema operativo installato è il Vidaa U4.0 che, sebbene sia discretamente veloce ed efficiente, non possiede la stessa vasta scelta di app rispetto ad altri OS più collaudati come Tidal e WebOS.

» Clicca qui per acquistare Hisense AE7000F da 65”


Come scegliere una TV da gaming

Risoluzione

Prima di procedere all’acquisto di una TV dedicata principalmente al gaming bisogna tenere in considerazione alcuni fattori molto importanti: il primo di essi è costituito dalla risoluzione nativa del pannello, la quale indica il numero di pixel che costituisce la matrice fisica del display. Fino a qualche anno fa lo standard più diffuso era il FullHD, che corrisponde ad una risoluzione di 1920x1080p, mentre attualmente, almeno per quanto riguarda Playstation 4 e Xbox One, soprattutto se consideriamo le relative varianti PlayStation 4 Pro e Xbox One X, si è passati al 4K (3840x2160p), indicato anche come Ultra HD. Con il passare del tempo il prezzo delle TV 4K è in costante discesa e quindi non è più necessario sborsare enormi quantità di denaro per portarsene a casa un esemplare. Ovviamente, al momento le TV gaming di punta hanno una risoluzione pari a 8K (7680×4320 pixel), ma sul mercato sono presenti solo pochi modelli molto costosi.

Tipologie dei pannelli

Oltre alla risoluzione, è molto importante considerare le diverse tecnologie con le quali vengono costruiti i pannelli stessi. Normalmente, le TV attualmente in commercio utilizzano pannelli LED, che significa che offrono un pannello LCD (liquid crystal display) ma con una retroilluminazione a LED, in modo da offrire una luminosità più consistente e ridurre lo spessore del dispositivo rispetto alla precedente generazione con retroilluminazione con lampada di fluorescenza a catodo freddo. Le TV di fascia più alta, tuttavia, si suddividono in OLED e QLED (e relativi derivati). La prima, acronimo di Organic LED, utilizza composti organici in grado di illuminarsi autonomamente se attraversati da una corrente elettrica. Per questo motivo manca totalmente una retroilluminazione, regalando di conseguenza dei neri perfetti ed un contrasto praticamente infinito, ma può peccare un po’ a livello di luminosità massima raggiungibile. I QLED, o Quantum Dot LED, sono pannelli LCD fortemente ottimizzati che utilizzano punti quantici per fornire un dettaglio maggiore per quanto riguarda la gamma cromatica riproducibile ma, per forza di cose, non possono ottenere il nero assoluto degli OLED.

HDR (High Dynamic Range)

Il terzo aspetto su cui dobbiamo focalizzarci è il supporto a una o più tecnologie HDR, acronimo di High Dynamic Range. Questo consente al TV di riprodurre, come dice il nome stesso, una gamma di colori più ampia rispetto al passato, avvicinandosi il più possibile allo spettro visibile dall’occhio umano. Di conseguenza, potremo rimanere letteralmente accecati da una luce piuttosto intensa o vedere le sfumature più minuziose nelle aree più buie. Attualmente sono presenti diversi standard, dal più comune HDR a HDR10+ e Dolby Vision, oltre a HLG per le normali trasmissioni televisive. Il migliore in assoluto è Dolby Vision, ma rimane ad appannaggio solitamente delle TV di fascia più alta.

Input Lag

L’input lag è un fattore particolarmente importante per i giocatori, perché determina il tempo impiegato affinché l’azione impartita tramite la pressione di un tasto produca l’effetto desiderato sullo schermo. Ovviamente, più il valore, espresso in ms (millisecondi), sarà basso, più l’azione di gioco risulterà reattiva ed appagante. Tale dato è particolarmente significativo per i videogiochi ricchi di azione veloce, come gli sparatutto competitivi in prima persona a 60fps (o più), mentre è meno impattante nei giochi d’avventura a 30fps.

Refresh Rate

Il refresh rate, o frequenza di aggiornamento, è il numero di volte al secondo in cui il display aggiorna l’immagine mostrata e viene misurato in Hz. In questo caso, maggiore sarà questo valore, più fluida ci sembrerà l’azione di gioco vera e propria. Da lungo tempo il refresh rate standard di una TV è pari a 60Hz, ma recentemente sul mercato hanno fatto il loro ingresso anche TV con refresh rate più elevati, sino a 120Hz, dando una sensazione di fluidità assolutamente superiore a tutto vantaggio della godibilità complessiva, soprattutto in giochi molto veloci come possono essere quelli di corse. Ovviamente tale caratteristica deve essere supportata anche dalla sorgente e le console di prossima generazione sembra che punteranno anche su questo fattore.

Hisense 58AE7000F

Funzioni Smart

Al giorno d’oggi si tende a rendere tutto “smart” e perennemente collegato ad Internet ed ovviamente anche le TV non possono certamente mancare all’appello. Le TV moderne, infatti, sono dotate di un vero e proprio sistema operativo con un ecosistema di app proprio ed in grado di trasformare il dispositivo nel centro multimediale vero e proprio di casa. Samsung usa il sistema operativo proprietario Tizen, molto ben supportato e ricco di applicazioni , mentre LG si affida a WebOS. Su entrambi possiamo trovare tutte le app dei maggiori servizi di streaming in circolazione, come Netflix, Prime Video o NowTV, ed offrono un’interfaccia molto pulita e fluida. Molto valido anche AndroidTV, basato sul popolarissimo sistema operativo Android largamente impiegato in ambito mobile, mentre i produttori ancora non molto diffusi o importanti offrono OS meno supportati ma non per questo motivo meno validi, come il VIDAA di Hisense.

Connessioni HDMI

Le TV moderne accettano ormai solo ingressi in formato HDMI, standard definito originariamente nel 2002 e che è stato migliorato nel corso del tempo per essere in grado di trasportare segnali sempre più corposi ed a maggiore velocità. Senza partire dalla versione 1.0, le TV attuali sono equipaggiate almeno con porte HDMI 1.4, ideali per trasportare segnali FullHD fino a 120Hz oppure 4K a 30Hz. Un salto in avanti abbastanza sostanzioso si è verificato con HDMI 2.0, che ha introdotto il supporto a segnali 4K sino a 60Hz, e le successive varianti HDMI 2.0a e HDMI 2.0b che hanno aggiunto anche il supporto ai formati HDR. Infine, il più recente è l’HDMI 2.1, in grado di arrivare sino all’incredibile risoluzione 10K a 120Hz, offre il supporto al Game Mode VRR, HDR dinamico ed altro ancora. Se volete una TV “future-proof” vi conviene pertanto indirizzarvi verso una TV dotata di ingressi HDMI 2.1 o almeno HDMI 2.0. Facciamo presente che, nonostante la forma della porta sia la stessa, è molto importante usare il cavo adatto e certificato per un determinato tipo di connessione. Ad esempio, acquistando un cavo certificato HDMI 1.4 sarà molto difficile riuscire ad arrivare a 4K e 60Hz anche collegando tra loro due dispositivi HDMI 2.0.

G-Sync, FreeSync, ALLM e modalità gioco

Racchiudiamo infine in questa sezione tutte le tecnologie che aiutano a migliorare l’esperienza complessiva di gaming sulla TV.  Infatti, nel corso del tempo le TV hanno iniziato a “prendere in prestito” alcune caratteristiche possedute in precedenza dai monitor da gaming usati dai professionisti su PC, tra cui il refresh rate più alto dei canonici 60Hz a cui siamo stati limitati per fin troppo tempo in ambito console. A questo proposito, i nuovi standard HDMI 2.0 e, soprattutto, HDMI 2.1 hanno introdotto il supporto a tecnologie come VRR, cioè Variable Refresh Rate, G-Sync, solo per determinati modelli e per il collegamento a schede grafiche prodotte da Nvidia e Auto Low Latency (ALLM), che permette alla TV di capire che ad un determinato ingresso è presente una console ed effettua un cambio automatico alla “modalità gioco” – la quale consente di avere un input lag più basso tramite la disattivazione di inutili, almeno in ambito gaming, filtri per il miglioramento delle immagini.