News 2 min

L’originale Metal Gear diventa un cortometraggio animato

Metal Gear, il capostipite della saga che raccontava la prima avventura di Solid Snake, a Outer Heaven, sta diventando un corto animato.

Vi ricorderete tutti dell’originale Metal Gear: uscito nel 1987, questo videogioco fu l’iniziatore della fortunata saga stealth di Hideo Kojima e Konami, dal momento che fu il primo della sua serie a invogliare il giocatore non a cercare lo scontro con il nemico, ma a evitarlo.

A queste meccaniche, come vi raccontammo nella nostra retrospettiva, si affiancava il racconto della Operation Intrude N313, la prima missione di Solid Snake, che era chiamato a infiltrarsi a Outer Heaven, una nazione fortezza, nel 1995, sotto gli ordini del leggendario Big Boss.

Il cortometraggio racconterà le vicende dell'originale Metal Gear

Quelle stesse vicende si stanno trasformando in un cortometraggio animato realizzato dall’animatore Mitchell Hammond, che sta mettendo le sue doti professionali a disposizione di questo progetto realizzato per passione.

I lavori, in corso dal 2014 (che vanno avanti solo nel tempo libero dell’artista), hanno visto in queste ore la pubblicazione di un nuovo video, che potete trovare di seguito nel nostro articolo e che (ancora senza audio) mostra in azione il Metal Gear TX-55.

 

L’idea è che la durata finale del corto possa aggirarsi intorno a quattro minuti. Di seguito, alcune delle precedenti clip che hanno mostrato delle sequenze realizzate da Hammond, compresi Big Boss – per così dire – e Gray Fox in azione.

Ma cosa riuscirà a raccontare il corto di Hammond in così pochi minuti? Essenzialmente, tutto. Come spiegato dall’autore al sito spagnolo Gamuza, infatti:

Racconterà tutta la storia del primo Metal Gear. Il primo minuto servirà a impostare la storia, sarà seguito da una breve sequenza con i momenti all’inizio del gioco. Una volta che Solid Snake incontra l’imprigionato Gray Fox e scopre dell’esistenza e dello scopo del Metal Gear TX-55, l’animazione passa a un montaggio che mostra diversi ostacoli e nemici ad Outer Heaven. La sezione finale, come all’inizio, si concentrerà di più su una narrativa più convenzionale, con una scena conclusiva a chiudere il tutto.

Se vi state domandando come farà con il doppiaggio e chi presterà le voci ai personaggi, sappiate che il corto è immaginato senza dialoghi, in maniera tale che siano solo le immagini a parlare. Come dichiarato dall’autore, «non ci sono dialoghi, voglio che venga seguito come un film muto e che persone di qualsiasi lingua (o di nessuna lingua) possano capirlo. Non c’è nessuna parte del video che sarebbe avvantaggiata dalla presenza di dialoghi, per quello che sto cercando di mostrare.»

Attendiamo, a questo punto, di vedere quale sarà il risultato finale e se il lavoro dell’animatore riuscirà a trasportare gli appassionati della saga nel pieno delle atmosfere di Outer Heaven.

A proposito di Big Boss, avete già messo le mani su Metal Gear Solid V?