RECENSIONE TECH 5 min

LG UltraGear GP9 | Recensione – Lo speaker gaming definitivo?

Se volete uno speaker completo per godervi al meglio i vostri videogiochi preferiti, LG Ultragear GP9 potrebbe essere una valida scelta

LG è tra i maggiori produttori di elettronica di consumo e qui su SpazioGames abbiamo avuto modo di parlare di diversi suoi prodotti, dalle splendide smart TV OLED, come quelle della serie C1, a monitor come l’UltraGear Gaming 34GN850. Ovviamente un’esperienza videoludica non può definirsi completa senza una componente sonora di alto livello e, proprio per questo segmento di mercato, LG ha lanciato il suo speaker UltraGear GP9, che si propone come la soluzione definitiva per tutti coloro che cercano un dispositivo all-in-one per godere al meglio dell’audio dei propri videogiochi (e non solo).

LG Ultragear GP9

Piattaforma:
TECH
Genere:
tech
Data di uscita:

Abbiamo avuto di trascorrere qualche settimana in compagnia di LG UltraGear GP9, apprezzando le numerose funzionalità fornite da un prodotto che cerca di coprire qualsiasi esigenza di un giocatore moderno.

LG UltraGear GP9

Design e caratteristiche

LG UltraGear GP9 è uno speaker che sin da subito lascia ben trapelare la sua anima gaming, con una forma trapezoidale che lo rende particolarmente adatto a essere posizionato appena sotto al monitor. Sulla parte frontale è presente in evidenza il logo del brand UltraGear, oltre ad una griglia che nasconde gli altoparlanti all’interno. Superiormente troviamo vari pulsanti, come quello di accensione, selezione dell’ingresso, attivazione del microfono o delle cuffie, oltre a tre tasti che attivano al volo alcuni preset per determinate tipologie di gioco, come FPS e RTS, oltre ad una pratica rotella di dimensioni generose per la regolazione generale del livello del volume.

Passando al retro, vediamo subito l’ingresso per il jack da 3,5mm per il collegamento delle cuffie, mentre al di sotto di una copertura gommata sono presenti l’ingresso dell’alimentazione, una porta USB Type-C per il collegamento al PC (comportandosi come una vera e propria scheda audio esterna), un ingresso ottico da impiegare preferibilmente per le console, un’uscita analogica con jack da 3,5mm e un foro per effettuare il reset del dispositivo. Già da qui notiamo una predilezione del prodotto per l’ambito PC, in quanto la mancanza di ingressi HDMI (e preferibilmente anche un’uscita) potrebbe rendere più scomodo il suo uso con altri dispositivi.

Oltre a quella USB e ottica, lo speaker LG UltraGear GP9 supporta anche la connessione Bluetooth. Quest’ultima può essere utilizzata per trasformarlo in un vero e proprio altoparlante portatile, data anche la presenza di una batteria integrata da 2.600mAh. Tuttavia, va tenuto in considerazione che il dispositivo non è impermeabile, oltre ad essere più ingombrante e pesante rispetto ad un altoparlante Bluetooth classico; quindi, sebbene si tratti di un’aggiunta gradita, molto probabilmente il suo utilizzo in tal senso sarà piuttosto limitato.

Di seguito vi riportiamo le specifiche tecniche complete del prodotto:

  • Dimensioni: 376x86x108 mm
  • Peso: 1,5 Kg
  • Potenza Totale (W): 20W
  • Tipo Speaker: Woofer + 2 Tweeter
  • Numero Altoparlanti: 4
  • DAC integrato:  Sabre ES9038 Pro
  • DTS con cuffie: DTS Headphone: X
  • Connessioni: Bluetooth, ingresso ottico, AUX-out, USB-C
  • Microfono integrato: Sì
  • Bluetooth: SBC, AAC, LDAC, Multipoint (2 Unità)
  • Batteria: 7.2V 2600mAh
  • Tempo di ricarica batteria: 3,5 ore
  • Autonomia batteria: 5 ore
  • Alimentatore AC esterno: in 100~240V / 50~60Hz, out 19V 2.1A
  • Consumi da acceso: 15W (in ricarica)
  • Consumi in standby: minore di 0,5W
LG UltraGear GP9

Prova d’ascolto

Nonostante sia uno speaker prettamente gaming, abbiamo voluto testare LG UltraGear GP9 inizialmente con vari brani musicali e film/serie TV, dato che un dispositivo di questo genere verrà sicuramente impiegato anche per questi scopi. Nonostante le ridotte dimensioni, LG UltraGear GP9 stupisce per i bassi, forse a volte troppo preponderanti, che, sebbene siano decisamente adatti a determinati generi di film, ad esempio quelli d’azione ricchi di esplosioni, potrebbero non essere ugualmente ben accolti dagli audiofili.

Successivamente, abbiamo provato il prodotto con i videogiochi, situazione dove dovrebbe dare il meglio di sé. Ricordiamo che questo speaker fa affidamento sul Quad DAC ES9038 PRO per un’elaborazione a 32 bit dei suoni, nonché sulla tecnologia proprietaria 3D Gaming Sound che, attraverso uno speciale algoritmo denominato HRTF (Head Related Transfer Functions), cerca di fornire all’ascoltatore la sensazione di essere circondato da altoparlanti (come se avesse a disposizione un impianto 5.1 o superiore) per un’immersione totale.

Utilizzando vari titoli, in particolare FPS (come il recente Halo Infinite, ma anche i più classici Counter Strike: Global Offensive e Doom: Eternal), di cui è anche presente un apposito preset, il suono ha letteralmente preso vita offrendo un buon soundstage, sebbene, va detto, il risultato finale rimane ugualmente inferiore rispetto a un buon headset o un impianto multicanale reale per quanto riguarda la precisione con la quale è possibile distinguere i rumori provenienti alle spalle. Ad ogni modo, se desiderate una maggiore immersione, uno dei punti di forza di LG UltraGear GP9 è dato proprio dalla sua uscita per cuffie, tramite la quale potrete godere della tecnologia DTS Headphone:X  per un coinvolgente surround virtuale 7.1. Tirando le somme, sul fronte della qualità audio in ambito gaming siamo rimasti decisamente soddisfatti, sia per quanto riguarda gli speaker integrati (che sono anche leggermente inclinati verso l’alto così da far arrivare i suoni più facilmente alle orecchie del giocatore, piuttosto che al busto) che l’uscita per le cuffie. Inoltre, il volume massimo è piuttosto sostenuto e non presenta distorsioni di rilievo.

LG UltraGear GP9

Un’altra caratteristica che contraddistingue questo speaker gaming da gran parte dei concorrenti è la presenza di un microfono integrato, utile per parlare con i propri amici e compagni di squadra durante le partite online, anche senza cuffie. La qualità di registrazione è buona, sebbene non eccellente, ma la cosa che stupisce di più è l’efficacia dell’algoritmo proprietario “Clear Voice Chat”, in grado di eliminare sia i rumori circostanti che l’effetto eco dovuto alla riproduzione dell’audio di gioco, fornendo una voce chiara. Ovviamente, per una maggiore pulizia consigliamo ugualmente un buon microfono esterno, ma il risultato finale fornito da LG UltraGear GP9, considerando il lavoro svolto e la comodità, non è affatto da sottovalutare.

Infine, su un prodotto gaming non può di certo mancare un elemento fondamentale: LED RGB personalizzabili per rendere più vivace la propria scrivania. Anche in questo caso, lo speaker dispone di un’illuminazione RGB configurabile con 16,7 milioni di colori per adattarsi al meglio con il resto dalla postazione. Segnaliamo che l’accensione e lo spegnimento del dispositivo vengono indicati, oltre che dai LED, anche da un piacevole segnale acustico.

Software

La configurazione e aggiornamento dello speaker LG UltraGear GP9 avvengono tramite l’applicazione LG XBOOM, disponibile per Android e iOS. La mancanza di un software desktop è apparentemente incomprensibile, visto che il dispositivo sarà utilizzato maggiormente proprio con il PC e passare ogni volta per un app memorizzata sul proprio smartphone o tablet per configurarlo può risultare fastidioso.

LG UltraGear GP9

Ad ogni modo, l’applicazione, scaricabile gratuitamente da Google Play e App Store, si collega in maniera molto veloce al dispositivo tramite Bluetooth e permette di cambiare ingresso, attivare o meno cuffie e microfono, regolare il volume, attivare uno specifico preset, cambiare colorazione e intensità dei led RGB, aggiornare il firmware, controllare la carica della batteria interna e altro ancora. Tra le varie opzioni, vi suggeriamo di disattivare la gestione automatica dell’alimentazione che spegne lo speaker dopo un certo periodo di tempo se non vengono inviati suoni da riprodurre, situazione piuttosto comune mentre si sta leggendo o lavorando in silenzio.

In definitiva, LG UltraGear GP9 è un prodotto indubbiamente interessante, che offre un vero e proprio “pacchetto completo” al videogiocatore moderno (soprattutto PC) per godersi al meglio i propri titoli preferiti sia da solo che in compagnia. Il prezzo di listino, pari a 499€, è piuttosto considerevole e, per chi cerca solo uno speaker/soundbar potrebbe risultare un po’ alto, sebbene l’articolo offra un mix di caratteristiche difficilmente riscontrabili nei concorrenti. Tuttavia, spesso è possibile trovarlo in offerta con sconti consistenti; quindi, vi consigliamo di tenerlo d’occhio nel caso foste interessati.

Se le caratteristiche dello speaker gaming LG Ultragear GP9 vi hanno convinto, lo trovate in vendita su Amazon!

LG Ultragear GP9

LG Ultragear GP9 è uno speaker gaming davvero poliedrico, offrendo, in un unico prodotto dalle dimensioni contenute, un'esperienza sonora in-game indubbiamente di ottimo livello, un microfono con soppressione dell'eco e dei rumori ambientali, un DAC eccellente per pilotare le cuffie e un altoparlante Bluetooth portatile, senza dimenticare l'immancabile illuminazione a LED RGB a cui non vero gamer non può rinunciare. Peccato per la mancanza di un software dedicato per la configurazione su PC e una resa sonora non eccellente in ambito musicale. Infine, il prezzo elevato non rende l'articolo adatto a tutte le tasche.

Pro

  • Versatile
  • Ottima qualità sonora durante il gaming
  • Eccellente virtualizzazione con le cuffie in DTS Headphone: X
  • Batteria integrata
  • Microfono con soppressione del rumore

Contro

  • Prezzo di listino alto
  • Manca un software dedicato su PC
  • Autonomia e portabilità ridotte come speaker Bluetooth
  • Resa dei brani musicali migliorabile