La Gamescom 2018 di Microsoft: Xbox Game Pass, Devil May Cry 5 e non solo

Speciale
A cura di Paolo Sirio - 24 Agosto 2018 - 0:00

Nonostante il generale disimpegno dei platform holder, che non tengono conferenze ormai da qualche anno, la Gamescom rimane un appuntamento fisso per Microsoft. Col tempo, il gigante americano ha rimodulato il proprio impegno a Colonia, passando dai media briefing in stile E3 (l’ultimo dei quali nel 2015 con un’ormai leggendario gameplay di Scalebound) a streaming più intimi e informali. Quest’anno, complice il ritorno della trasmissione mensile di Inside Xbox, la scelta sul tipo di prodotto da offrire ai fan è stata piacevolmente “obbligata” e alla fine, considerando il buon ritmo tenuto al netto delle due ore di diretta e il numero degli annunci forniti, centrata. Ripassiamo insieme, allora, questi annunci e vediamo se sono stati qualitativamente all’altezza delle aspettative degli appassionati.

La Gamescom 2018 di Microsoft: Xbox Game Pass, Devil May Cry 5 e non solo
Come per l’E3 2018, anche alla Gamescom Microsoft ha optato per una trasmissione dal proprio (enorme) booth direttamente in fiera, e questa scelta – visivamente suggestiva – ha compromesso per larghi tratti della trasmissione la qualità del sonoro. Soprattutto nella fase iniziale, intervistatori ed intervistati hanno faticato a sentirsi a vicenda e questo non è stato di certo uno spettacolo edificante. In ogni caso, come dicevamo il ritmo della diretta, che pure si è protratta per due ore e mezza, è stato piuttosto elevato e al netto di qualche momento più lungo (e lento) è stato abbastanza piacevole seguirla. Gli annunci non sono mancati, sebbene rispetto ad un E3 non ci siano state ovviamente grandissime primizie: più che altro, lo showcase dalla terra teutonica è servito a puntellare la lineup autunnale di Xbox One con una serie di aggiornamenti per titoli già sul mercato e altri che arriveranno prossimamente. In primis, dopo qualche mese passato in chiave un po’ minore, è arrivata la presentazione a sorpresa della versione 1.0 di PUBG per console. Un lungo video con Major Nelson ospite presso gli uffici dello sviluppatore ci hanno permesso di dare un’occhiata alla cultura dello studio e, al termine della clip, è arrivata la data d’uscita, fissata al 4 settembre. La nuova versione accorcerà ulteriormente il gap tra PC e Xbox, con la mappa Sanhok, uscita sul primo soltanto a giugno, inclusa già nel pacchetto insieme al relativo pass evento per avere più livelli e missioni legati all’ambientazione 4×4, e la War Mode che alleggerirà di parecchio il gameplay di un titolo tanto tattico e per molti versi lento con un classico deathmatch.
Da Redmond hanno dimostrato di tenere non poco all’aspetto hardware, con alcuni annunci relativi a bundle e potenziali personalizzazioni per l’utenza. Per cominciare, Xbox Design Lab ha introdotto due nuove opzioni con l’aggiunta delle customizzazioni Camo e Shadow da applicare sul proprio pad. Dallo scorso anno Design Lab è disponibile in Europa, per cui se siete alla ricerca di un controller forse ci dovreste buttare un occhio: i prezzi partono da 69,99 euro. Insieme ad un pad per celebrare la versione 1.0 di PlayerUnknown’s Battlegrounds, sono stati inoltre presentati ben otto bundle con Xbox One S e Xbox One X: includeranno Shadow of the Tomb Raider, Forza Horizon 4, Battlefield V e Fallout 76. E, a proposito di Xbox One X, è arrivata anche la prima edizione limitata (“Gold Rush”) con una speciale colorazione grey to gold basata su Battlefield V; mentre gli altri pacchetti includono soltanto il digital download dei titoli di riferimento, scelta che sappiamo non vi farà troppo piacere, in questo caso ci sarà lo sparatutto di DICE in arrivo ad ottobre, il retrocompatibile Battlefield 1943 e un mese di EA Access al prezzo di €499,99, lo stesso del lancio.
La Gamescom 2018 di Microsoft: Xbox Game Pass, Devil May Cry 5 e non solo
Come dicevamo, Microsoft ha sfruttato l’occasione della Gamescom e di Inside Xbox per aggiornare gli utenti di Sea of Thieves e State of Decay 2 circa le date d’uscita dei prossimi update. In particolare, Undead Labs ha presentato l’espansione Daybreak Pack, della quale non sapevamo granché all’infuori del nome, e in effetti si tratta di qualcosa di abbastanza diverso rispetto al gioco originale. Il pacchetto introdurrà una modalità tower defense ad ondate in cui vestiremo i panni di un soldato di Red Talon e non i membri della nostra comunità originale. Inoltre, alla morte, spawneremo nei panni di un altro soldato nel giro di poco tempo e non avremo a che fare con una schermata di game over diversamente dal titolo base. Il day one è fissato al 12 settembre su Xbox One e Windows 10. Sempre a settembre, il giorno 19, avremo modo di giocare pure la nuova espansione Forsaken Shores di Sea of Thieves. Come promesso, questo add-on gratuito sarà il primo ad aggiungere una nuova area nel titolo piratesco di Rare, Devil’s Roar; l’isola avrà eruzioni periodiche con geyser, terremoti, rocce e acque bollenti, quindi tutta una serie di pericoli per la vita degli esploratori. Inoltre, sarà disponibile un’altra imbarcazione che sarà più resistente all’acqua bollente e un nuovo tipo di missione da prendere presso i mercanti, Cargo Runs, che prevederà il trasporto di oggetti da un punto all’altro.
Xbox Game Pass continua ad essere protagonista sia nelle strategie di Microsoft che negli Inside Xbox, con la presentazione di nuovi titoli in vista della lineup mensile di nuovi giochi inclusi nell’abbonamento. Dopo mesi di teasing, è arrivato in occasione della Gamescom l’annuncio dell’arrivo di Halo: The Master Chief Collection. Ora che l’aggiornamento estivo è praticamente ad un passo dall’uscita, 343 Industries può riportare in auge la sostanziosissima compilation di Halo, che nei pressi del lancio era finita vittima di turbolenze dovute ad una composizione vetusta e un matchmaking tutt’altro che ottimale. Adesso che l’update – con supporto a Xbox One X per 4K e HDR, installazione individuale dei giochi e matchmaking riscritto – è vicinissimo al lancio, è finalmente pronto anche l’approdo su Xbox Game Pass, che è stato fissato all’1 settembre, ovvero tra una settimana. Da quella data, la serie con Master Chief sarà finalmente disponibile nella sua interezza per gli abbonati al servizio, andando a colmare una bella lacuna per una piattaforma first-party già infarcita di serie esclusive come Gears of War. È superfluo dirvi che, oltre al fatto che il remaster di Halo 2 lo trovate soltanto in questa collection, se non vi siete mai avvicinati alla saga questo è decisamente il momento migliore per farlo. Con Xbox Game Pass non finisce qui, però: Microsoft ha presentato una nuova app per dispositivi iOS e Android con cui tenere d’occhio la libreria caricata sulla piattaforma, le new entry e persino avviare il download direttamente da smartphone o tablet con la console lasciata appositamente in standby a casa. Con un’applicazione separata viene ulteriormente dimostrato quanto il platform holder americano stia puntando sul suo “Netflix” e, nel caso vogliate dargli una chance, potete averlo adesso al prezzo di €2 per due mesi (offerta valida fino al 31 agosto). Noi un pensierino ce lo faremmo, specie a queste condizioni.
La Gamescom 2018 di Microsoft: Xbox Game Pass, Devil May Cry 5 e non solo
Chiusura con una parentesi third-party. Devil May Cry 5 è tornato ad esibirsi con tanto nuovo gameplay, d’altronde è giocabile in Gamescom, e persino una data d’uscita, già stabilita per l’8 marzo. Capcom ha parlato diffusamente del proprio titolo e ha mostrato alcune delle armi che potremo utilizzare con uno dei demon hunter incaricati di salvare il mondo, ovvero Nero. Il risultato è un vero e proprio spettacolo per gli occhi, con una distruzione ambientale sorprendente per i canoni visivi della serie e un’impressionante fluidità dell’azione. Approfittando del palcoscenico concesso da Microsoft, lo studio nipponico ha avuto modo di mostrare i progressi fatti con il franchise dopo lo spin-off DmC, che sono tanti e davvero esaltanti. Se volete saperne di più, c’è il provato dei nostri inviati a Colonia ad aspettarvi.






Siamo lontani dai tempi in cui Microsoft e gli altri platform holder tenevano conferenze ad hoc per la Gamescom, e di questo ci dispiacciamo ogni anno visto che per volumi e passione il mercato europeo meriterebbe un palcoscenico simile se non superiore all’E3. In ogni caso, il colosso di Redmond pare aver trovato un buon equilibrio tra quantità di annunci, interesse per l’evento e impegno mediatico, grazie all’assist costituito dalla formula molto informale di Inside Xbox. Per questa tornata, i momenti più esaltanti sono stati quelli di Devil May Cry 5 e Halo: The Master Chief Collection per Xbox Game Pass, a nostro parere; quali i vostri?




TAG: xbox one console