Juventus – Milan | Formazioni per il FUT Match di Supercoppa

By |16/01/2019|Categories: In Evidenza, Rubriche|Tags: , |

Stasera, ore 18.30, andrà in onda la tanto attesa  Supercoppa italiana. Superate le chiacchiere ed i malumori per la location della sfida in quel di Gedda (Arabia Saudita), i numerosissimi tifosi sono pronti a godersi un match interessante e dall’esito da non dare per scontato. Juventus e Milan sono pronte nuovamente a giocarsi l’ambito trofeo dopo il precedente a Doha nel 2016 che vide clamorosamente il trionfo finale dei rossoneri  sui rivali. In attesa del ritorno, ormai prossimo, della serie A, analizziamo  secondo le probabili formazioni le condizioni delle due squadre, basandoci sulle valutazioni aggiornate di FIFA 19 ULTIMATE TEAM e sbilanciandoci su qualche interessante considerazione finale.

Juventus 4-3-1-2

Dopo la vittoria in casa del Bologna, Allegri si prepara a schierare in campo neutro tutti i titolarissimi disponibili, per un match di Supercoppa che vuole assolutamente vincere senza correre il rischio di sottovalutare l’avversario. La difesa della porta bianconera è affidata sempre al polacco  Szczesny (87), supportato dai solidissimi Chiellini (90) e Bonucci (86) al centro della difesa, ed il binomio Alex Sandro (86) – Cancelo (84) per le fasce. A centrocampo Pjanic (87), Matuidi (85) ed Emre Can (80) si occupano tanto delle tempistiche per la manovra offensiva quanto del pressing costante in fase di copertura. Al fianco dei soliti Dybala (89) e Cristiano Ronaldo (94) troviamo in attacco però Bernardeschi (82) a causa dell’infortunio di Mandžukić: il giovane italiano ex Fiorentina è pronto a raccogliere l’ennesima opportunità per far bene nel ruolo di protagonista.

Milan 4-3-3 (2)

Dopo il faticoso passaggio di turno in Coppa ai danni di un’agguerrita Sampdoria, Gattuso è subito chiamato all’ennesima prova di forza contro la corazzata bianconera.  Squadra che vince non si cambia, e l’allenatore è pronto a rischierare Donnarumma (86) con la linea difensiva a quattro composta da Rodriguez (80), Zapata (78), Romagnoli (84) e Calabria (77), con quest’ultimo ancora favorito su Abate mentre Conti scalpita per ottenere nuovamente del concreto minutaggio. A centrocampo la certezza in cabina di regia si chiama Bakayoko (83), aiutato da Kessié (78) ed il neoacquisto Paquetá (79), nuovamente titolare dopo aver convinto Gattuso a Genova. Il tanto discusso Higuain (88) torna al centro dell’attacco rossonero, supportato dagli esterni Calhanoglu (81) e Castillejo (83), mentre Suso continua a rimanere fermo ai box per un guaio fisico.

Un match combattuto, nonostante sulla carta la Juventus sia favorita per i parametri dei propri giocatori in ogni zona del campo. Bisogna considerare poi che Allegri si è permesso di fare un comodo turnover per arrivare con i giocatori chiave nel pieno della forma, mentre i rossoneri si schierano praticamente con gli stessi interpreti, considerando i numerosi infortuni e la faticosa sfida protrattasi fino ai supplementari. La Supercoppa  vede due schieramenti solidi, ma con alcune assenze inaspettate: soprattutto sulla sfonda bianconera l’assenza del centravanti croato rischia di limitare i lanci lunghi ed i cross su secondo palo che permettevano le letali imbucate di Mandžukić stesso, a favore però di un maggior fraseggio tra i vari interpreti. D’altro canto, il Milan si affida nuovamente ad uno sconsolato Higuain, in quella che rischia di essere la sua ultima partita con la maglia del diavolo, nuovamente  contro il suo recente passato dopo quel nefasto 11 Novembre che ha sancito l’inizio di una parabola discendente. L’arma in più per Gattuso, però, può essere ancora una volta il giovane Cutrone, pronto a far sognare tutti tifosi rossoneri con l’ennesimo e geniale guizzo dei grandi attaccanti.

Una partita capace di attirare giustamente l’attenzione mediatica e che risulta essenziale ad entrambe le squadre per cominciare l’anno con il piede giusto; quale team si porterà a casa il primo trofeo del 2019?