Recensione 5 min

Just Dance 2021 | Recensione – Ballare è l’unica cosa che conta

La famosa serie Just Dance è pronta a farci tornare sulla pista da ballo, anche su next-gen.

Sono passati undici anni dall’uscita del primo Just Dance, la serie storica di Ubisoft che ha portato in maniera incredibilmente accessibile le sfide di ballo sulle nostre console preferite. Questa saga da allora è diventata un vero e proprio culto, al punto da essere conosciuta soprattutto da chi i videogiochi non li mastica assiduamente. Si tratta di un pregio che alla serie non va certamente negato: il ballo è un linguaggio universale, e la software house è riuscita eccezionalmente a convertirlo in forma videoludica. Da allora Ubisoft non ha saltato nemmeno un anno l’appuntamento con i negozi di tutto il mondo, offrendo continuamente nuove canzoni e coreografie.

Just Dance 2021

Piattaforma:
PS4, PS5, STADIA, SWITCH, XONE, XSX
Genere:
party-game, rhythm-game
Data di uscita:
12 Novembre 2020
Sviluppatore:
Ubisoft
Distributore:
Ubisoft

Non poteva dunque mancare all’appello Just Dance 2021, l’ultimissima edizione che a modo suo è già riuscito a diventare storico grazie all’arrivo della next-gen. L’ultimo capitolo infatti è stato pubblicato su Nintendo Switch – versione da noi presa in esame per la recensione –, PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox One, Xbox Series X/S e Google Stadia. Questo significa che si tratta ufficialmente del primo episodio principale a non arrivare su Wii. Just Dance rimase infatti sempre fedele alla storica console di Nintendo, ma complice il successo di Switch che è entrato nelle famiglie di tutto il mondo ed il già citato arrivo delle nuovissime console, è stato giustamente deciso di concentrarsi unicamente sulle piattaforme più recenti.

Quando ballare da cani è inteso come un complimento.

Primi passi in Just Dance 2021

Giocare a Just Dance 2021 è molto semplice: tenendo saldamente impugnato un controller di movimento dovremo seguire le mosse del ballerino proiettato sullo schermo, proprio come se ci stessimo guardando allo specchio. Su Nintendo Switch e PlayStation 4 sarà dunque possibile utilizzare i Joy-Con o i PlayStation Move, mentre Xbox One consentirà l’utilizzo del Kinect. Per tutte le altre piattaforme si dovrà invece necessariamente utilizzare uno smartphone con l’app gratuita Just Dance Controller – opzione comunque disponibile su tutte le piattaforme – così da permettere al gioco di registrare i vostri movimenti.

Prima di iniziare, vogliamo dare qualche piccolo suggerimento utile per i neofiti del ballo. Nel caso decidiate di utilizzare uno smartphone, il nostro consiglio è sicuramente quello di non utilizzare dispositivi troppo pesanti o ingombranti, dato che dovrete essere in grado di muovervi in libertà e tenerlo saldamente impugnato, visto il rischio che possa cadervi dalle mani. Abbiamo provato a giocare sia con i Joy-Con che con uno smartphone ed in entrambi i casi il gioco ha rilevato correttamente i nostri movimenti, sebbene i controller Nintendo ci abbiano dato l’impressione di essere più precisi. Un altro suggerimento importante è quello di assicurarvi che la vostra stanza sia ampia e senza particolari ostacoli, dato che alcuni passi richiederanno movimenti del corpo più complessi, che necessitano quindi della maggior libertà di movimento possibile.

A chi non piacciono i gatti?

Dato che ballare deve essere un divertimento per tutti, gli sviluppatori da qualche anno hanno pensato di offrire una modalità Kids, in cui sono presenti unicamente canzoni e coreografie semplici ed adatte anche ai giocatori più piccoli. Per tutti gli altri esiste la classica modalità Just Dance, che vi permetterà di scegliere liberamente una tra le nuove 41 canzoni presenti in questa edizione.

Una selezione che potrebbe aumentare notevolmente, arrivando ad oltre 500 canzoni, nel caso decidiate di abbonarvi al servizio Just Dance Unlimited che offre canzoni provenienti anche da precedenti titoli. Nel caso vogliate semplicemente scatenarvi, senza perdere molto tempo a riflettere sul tipo di canzone adatto a voi, gli sviluppatori hanno invece pensato alla modalità Quickplay: selezionandola permetterete al gioco di scegliere automaticamente una canzone, lasciandovi pensare unicamente al ballo.

Diamo il via alle danze!

Le canzoni hanno un livello di difficoltà che va dal facile fino al difficile, con alcune varianti “estreme” che possono diventare accessibili solo in caso di performance straordinarie su brani particolarmente impegnativi. In ogni caso, come ricorda il gioco stesso, si tratta unicamente di un valore indicativo e da prendere con le pinze: non sorprendetevi quindi se alcune canzoni difficile risulteranno più semplici di quelli normali. Riteniamo che la difficoltà, più che indicare quanto possa essere difficile il brano in sé, serva unicamente ad indicare quanto sarà necessario muoversi per la coreografia. Riassumendo, più il brano richiederà movimenti da parte vostra, più secondo il gioco risulterà “difficile”.

You've got a friend in me di Toy Story è una delle canzoni disponibili.

Nel caso riscontriate difficoltà a seguire le movenze del ballerino sullo schermo, potrete scegliere di dare uno sguardo ai pittogrammi in basso a destra, in grado di darvi un’idea generica di cosa il gioco si aspetti da voi. Vi suggeriamo di non utilizzarli eccessivamente, dato che spesso potrebbero solo arrivare a confondervi le idee. Per esempio, nel caso giochiate da soli in canzoni di gruppo, anche se vi verrà data la possibilità di scegliere quale ballerino seguire ed il vostro nickname apparirà prontamente sopra la figura del personaggio scelto, i pittogrammi indicheranno le movenze che teoricamente dovrebbero fare tutti i giocatori, non rendendo dunque chiaro fin da subito quali movenze dovrebbe seguire uno specifico giocatore.

Il titolo vi invita dunque ad imitare il più possibile i movimenti presenti sullo schermo, mentre i pittogrammi sono pensati come una “soluzione di emergenza” per chi dovesse avere maggiore difficoltà. E non è un caso che venga perfino offerta la possibilità di disattivarli interamente.

La vostra valutazione finale sarà poi indicata da 1 stella fino a Superstar, ottenibile quando avrete padroneggiato pienamente la canzone. A seconda del punteggio ottenuto, sarete in grado di acquisire esperienza, aumentare di livello e guadagnare monete da utilizzare per sbloccare casualmente piccoli contenuti extra per il gioco, come nuovi avatar ed alias per la scheda giocatore. Nulla di particolarmente rilevante, alla fine, ma si tratta comunque di un piccolo incentivo che spinge ad una maggiore rigiocabilità del titolo.

Con la modalità Sweat potrete tenere conto delle calorie consumate.

Se volete utilizzare Just Dance 2021 non solo per divertirvi in compagnia dei vostri amici, ma anche per restare in forma e perdere peso, è possibile attivare una comoda modalità Sweat. Non solo verrà convertito il livello di difficoltà in un indicatore di attività motoria, ma verrà aggiunto anche un contatore delle calorie consumate fino a quel momento. Se avete in mente un particolare obiettivo, potrete scegliere di passare ad un nuovo brano subito dopo e mantenere il contatore intatto. Una soluzione decisamente interessante, soprattutto per motivare gli utenti a continuare a ballare il più possibile anche senza avere a disposizione un gruppo di amici affiatati.

Mosse da professionista

Anche se Just Dance 2021, com’è giusto che sia, riesce a dare il meglio di sé quando ci si trova insieme ad un gruppo in grado di non prendersi troppo sul serio, viene offerta una soluzione alternativa ai giocatori più competitivi, il World Dance Floor. Si tratta di una modalità a torneo online, in cui giocatori di tutto il mondo si affronteranno contemporaneamente su tre canzoni scelte a caso. Il vostro punteggio verrà costantemente calcolato in un’apposita classifica presente sul lato sinistro dello schermo, così da capire in tempo reale il vostro livello di abilità.

Al termine dei brani verranno dichiarati i tre vincitori e si darà immediatamente inizio ad un nuovo torneo. Potrete unirvi in qualunque momento al torneo, anche se le canzoni sono attualmente in corso. Naturalmente questo vi impedirà con molta probabilità di finire tra i vincitori, ma potrete almeno iniziare a divertirvi con giocatori provenienti da ogni area del globo.

Online potrete dimostrare di essere i migliori.

Sebbene forse manchi un po’ di varietà nella scelta delle canzoni, trattandosi principalmente di brani pop, abbiamo trovato la colonna sonora molto divertente ed azzeccata. Sono presenti artisti famosi come Lady Gaga, Ariana Grande, Selena Gomez ed Eminem, con pezzi che per la maggior parte ci hanno tutti fatto muovere piacevolmente. In questo ha naturalmente aiutato moltissimo lo storico stile visivo della serie: caricature molto colorate, passi di danza chiari e nel complesso semplici da imitare ed anche in alcuni casi visuali folli, come accade ad esempio nella canzone Kulikitaka, piena di buffi gatti sullo sfondo.

Anche se le istruzioni di gioco indicano la possibilità di cercare anche brani che è possibile “ballare da seduti”, nel catalogo disponibile senza abbonamento a Just Dance Unlimited abbiamo trovato solo una canzone che corrispondesse a queste caratteristiche. La maggior parte dei balli va infatti necessariamente fatta in piedi e davanti allo schermo. Avremmo gradito quindi avere anche canzoni che offrissero movimenti diversi nella selezione di base, così da potere avere una maggiore varietà, accessibilità ed un divertimento anche superiore.

Non vedete l’ora di buttarvi sulla pista da ballo anche quest’anno? Allora potete correre ad acquistare Just Dance 2021, disponibile su Nintendo Switch, PlayStation 5, PlayStation 4 e Xbox One/Series X!

7,1

Just Dance 2021

Piattaforme: ps4, ps5, stadia, switch, xone, xsx
Just Dance 2021 si limita a fare ciò che di buono già facevano i precedenti capitoli della serie, senza offrire tantissime novità. Riteniamo le canzoni scelte quest'anno decisamente azzeccate ed estremamente divertenti nel loro complesso e solo pochi brani non ci hanno pienamente convinto. Dato che si tratta di un more of the same, dovrete essere voi a decidere se valga la pena o meno acquistare questo episodio. Se si tratta della vostra prima esperienza, o se è da tanto tempo che non giocate a Just Dance, allora questo capitolo è sicuramente l'ideale per iniziare a mettersi in gioco. In caso contrario, a meno che non desideriate particolarmente di ballare in una delle nuove canzoni, probabilmente fareste meglio a sfruttare l'abbonamento a Just Dance Unlimited, recuperando questo capitolo in seguito.

Pro

  • La formula di gioco continua a rimanere divertente...
  • Colonna sonora azzeccata
  • Visuali folli e molto colorate

Contro

  • ...ma mancano delle vere novità
  • Poca varietà di generi musicali
  • L'indicatore della difficoltà non è molto affidabile
7,1