Il producer parla delle novità di Monster Hunter 4

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 21 Giugno 2014 - 0:00

Ryozo Tsujimoto, producer di Monster Hunter 4 Ultimate, ha concesso un’intervista alla nota testata Siliconera, discutendo alcuni dettagli del titolo – che ancora deve arrivare in Europa. Tra essi, il producer si è dilungato a parlare delle quest della Gilda, che hanno subito delle modifiche.“La più grande differenza è che le quest standard sono un po’ rigide nella loro struttura” ha esordito Tsujimoto. “Hai un compito molto specifico, e devi andare a completarlo – uccidere il mostro e tornare indietro. Da un po’ le sensazione di essere un lavoro, in questo senso.”Il producer parla delle novità di Monster Hunter 4 “Volevamo creare qualcosa di un po’ più leggero, che vi consentisse di andarvene in giro a fare pagliacciate per un po’. Magari puoi non completare l’obiettivo che avresti dovuto, ottenere solo alcuni oggetti e quello che ti pare e poi tornare indietro. Darà comunque la sensazione che hai fatto qualcosa. Si tratterà insomma di mansioni più leggere.””C’è un elemento di randomizzazione nel sistema delle quest della Gilda, grazie al quale non si può essere completamente sicuri di quale mappa si avrà, e di che cosa ci si troverà. All’interno di questo sistema casuale, ci saranno delle mappe che noi riteniamo ‘positive’ ed altro che sono ‘un po’ meno positive’, e potrete fare avanti e indietro con gli altri giocatori. Funziona così: avrete delle parti di mappa pre-determinate, e ciò che cambia in realtà con la randomizzazione sono i modi nei quali sono collegate.””Fino ad oggi, potevi raccogliere tutte le armi di Monster Hunter, e una volta che le avevi tutte potevi dire ‘ok, e ora cosa faccio? Ho preso tutto quello che c’era da prendere’. Ora non potrete più dirlo. Grazie ai parametri generati casualmente, non potrete più averle davvero tutte, e ci sarà sempre per voi qualcosa sul quale mettere le mani” ha concluso Tsujimoto.




TAG: monster hunter 4 ultimate