In Evidenza 8 min

I migliori mouse per mancini | Ottobre 2020

Essere mancini richiede spesso di dotarsi di un mouse specifico per poter giocare e lavorare in comodità: vediamo quelli da tenere in considerazione

Noi mancini abbiamo un piccolo problema: il mondo si dimentica che esistiamo. E lo fa con una facilità imbarazzante. Se anche voi avete iniziato a scrivere e far tutto con la vostra mano sinistra fin dalla tenera età, mentre la destra si è ridotta a mera appendice piazzata lì per simmetria con l’altra, siamo sicuri che vi saranno capitati episodi verificatisi anche alla sottoscritta. Sporcarsi d’inchiostro mentre si scrive, ad esempio. Piazzarsi all’università su una di quelle sedie con supporto per il quaderno integrato, che però è sistemato solo a destra. Sedervi alla vostra scrivania da lavoro con il mouse piazzato sulla vostra mano debole.

Se per le penne a inchiostro parliamo di problematiche che esulano dai temi di SpazioGames e siamo piuttosto sicuri di non poter convincere le accademie a dotarsi di sedie anche per mancini, nell’ultimo caso possiamo venirvi incontro: esistono mouse appositamente per mancini, che vi evitano di incappare in un design pensato per destrimani e vi consentono, sia che dobbiate lavorare che giocare, di farlo in tutto comfort, senza dovervi maldestramente adattare a usare la vostra mano non dominante perché costretti dalle vostre periferiche.

Vediamo quindi quali sono i migliori mouse per mancini alla luce di diversi fattori, prendendo in analisi sia quelli appositamente progettati, sia quelli che sapientemente sono proposti con un design per ambidestri che non penalizza nessuno.

I migliori mouse per mancini

Perixx Perimice-718 – il più economico

mouse mancini

Partiamo con una selezione peculiare, che vi introduce al mondo dei mouse studiati appositamente per utenti mancini. Perixx Perimice-718 è una periferica con un design pensato soprattutto per l’ergonomia, ideale in caso passiate molte ore in compagnia del vostro PC. Con il suo corpo volutamente sbilanciato verso sinistra, in maniera tale che possa accogliere al meglio la vostra mano e prevenire problematiche legate alla stanchezza e al tunnel carpale, questo mouse ha un design verticale che è stato progettato per tenere il polso in posizione naturale, senza le flessioni alle quali costringono altri modelli durante le sessioni prolungate. Il fatto che sia studiato appositamente per mancini significa che l’intera presa, nel form factor del mouse, è strutturata per la mano sinistra – con particolare focus sul pollice e sull’indice – anziché sulla destra. Una soluzione sicuramente da provare per chi sta tanto al PC per lavoro e gioca ad alcuni titoli senza ambizioni competitive, visti i 1600 DPI che è possibile raggiungere con questa proposta wireless.

» Clicca qui per acquistare Perixx Perimice-718


CSL Mouse verticale mancino – tutto sull’ergonomia

mouse mancini

È la stessa filosofia a muovere il mouse verticale CSL pensato appositamente per mancini. Anche in questo caso, ci troviamo di fronte a una soluzione economica ma affidabile, che conta su un sensore ottico e sulla libertà della comunicazione wireless per darvi la massima possibilità di spostamento sulla vostra scrivania. Il mouse conta su cinque tasti e vi consente di passare rapidamente da risoluzione DPI all’altra, in selezioni che vanno da 100o a 1600. Si tratta di una soluzione che, ancora una volta, punta tutto su ergonomia e comfort, per impedire che le vostre lunghe sessioni al PC possano in qualche modo far insorgere dei disturbi al polso, e che ci sentiamo di consigliare a chi gioca su computer senza troppe velleità, ma è in cerca di un mouse che consenta alla sua mano sinistra di trovare finalmente comodità.

» Clicca qui per acquistare CSL Mouse verticale per mancini


KLIM Aim Mouse – economico da gaming per ambidestri

Klim Aim Mouse

Se quella che cercate è una soluzione da gaming che sia ideale per giocare da mancini, senza però fare investimenti troppo corposi, quella rappresentata dal KLIM Aim Mouse è probabilmente l’ideale. Questo mouse con illuminazione RGB personalizzabile è infatti adatto sia per i destrimani che per i mancini e vi permette di scegliere rapidamente i DPI, andando da 500 a 7000, per un’alta precisione durante le esperienze di gioco. Progettato per la resistenza nel corso del tempo, questo mouse è uno dei più venduti in assoluto su Amazon proprio per il suo straordinario rapporto qualità-prezzo, che ne fanno un must have per chi cerca un sensore che sia tanto affidabile quanto economico.

» Clicca qui per acquistare KLIM Aim Mouse


Logitech G203 Lightsync – affidabile e da gaming

mouse mancini

Entriamo nel mondo delle soluzioni da gaming per ambidestri con l’ottimo Logitech G203 Lightsync. C’è un motivo preciso per cui vi raccomandiamo questo modello: perché lo utilizza quotidianamente anche chi vi scrive, che è mancino. Si tratta di un mouse proposto a un costo di listino economico, dall’eccellente rapporto qualità/prezzo: il design semplice, privo di particolari curvature, vi farà sentire immediatamente a casa – e il fatto che sia perfettamente simmetrico nel corpo rende agevole invertire i click, dalle impostazioni di sistema, per usarlo comodamente da mancini.

L’unico appunto è sui tasti laterali programmabili, normalmente pensati per l’uso con il pollice destro, ma ai quali ci si abitua molto rapidamente anche per l’uso con medio/anulare sinistro (a seconda dei casi) per come sono disposti. Inoltre, il mouse vanta un sensore estremamente scalabile, che va da 200 a 8000 DPI, per un tracciamento molto preciso dei vostri movimenti, ideale anche all’interno delle esperienze di gioco. Inoltre, i pulsanti sono realizzati con un tensionamento ottimizzato, che rende il click deciso e fedele, senza errori di pressione.

» Clicca qui per acquistare Logitech G203 Lightsync da gaming


Logitech G300s – economico per ambidestri

mouse mancini

Un’ottima soluzione per mancini che vogliono sia godere del comfort che gli è dovuto, sia avere a disposizione tutti i tasti programmabili del loro mouse senza doversi “adattare” in modi fantasiosi è sicuramente Logitech G300s. Questo mouse da gaming ottico è incentrato su un design leggero che rende agili gli spostamenti ed è dotato di nove tasti, disposti simmetricamente su entrambi i lati. In questo modo, potrete decidere a quali assegnare le funzioni principali, affidandoli alle dita più agili della vostra mano dominante. Dotato di un sensore che arriva fino a 2500 DPI, questo mouse cablato è un’eccellente soluzione per chi vuole un puntamento preciso senza spendere cifre proibitive.

» Clicca qui per acquistare Logitech G300s


Corsair M55 PRO – un grande sensore ottico per ambidestri

mouse mancini

Se potete spendere lievemente di più, non possiamo non sottolineare il grande rapporto qualità/prezzo proposto dal mouse Corsair M55 Pro. Questa soluzione da gaming con retroilluminazione LED RGB non solo dà una nota di colore alla vostra postazione da gaming, ma vanta un design simmetrico per ambidestri. Grazie a questa scelta, trovate disposti esattamente nella stessa posizione gli otto pulsanti programmabili, in maniera tale che possiate impostarli in base alla vostra mano dominante. Cablato, il mouse pesa solo 86 grammi ed è caratterizzato da un preciso sensore ottico da 12.400 DPI, capace di tracciare con fedeltà i vostri movimenti in-game nonostante il prezzo estremamente conveniente. Forte anche di un corpo resistente e di switch capaci di sopportare oltre cinquanta milioni di click, parliamo di uno dei migliori mouse da gioco per i mancini.

» Clicca qui per acquistare Corsair M55 PRO


Razer Lancehead – il mouse gaming senza compromessi

mouse mancini

Se volete concedervi il meglio del meglio consci che spendere una cifra importante significa garantirsi un prodotto di grandissima affidabilità nel lungo periodo, il prodotto che vi raccomandiamo è indubbiamente Razer Lancehead. Questo mouse da gioco è stato realizzato con un ergonomico design per ambidestri che lo rende la soluzione da gaming ideale per i mancini. Dotata di pulsanti programmabili identici su entrambi i lati, che personalizzerete in base alle vostre preferenze, questa periferica vanta interruttori meccanici Razer capaci di resistere fino a 50 milioni di click e conta su una tecnologia di comunicazione wireless dalla frequenza adattiva ed estremamente rapida, per evitare ritardi di ogni genere durante le sessioni di gioco. A tracciare in modo fedele i vostri movimenti è un sensore ottico da 16.000 DPI, che garantisce il massimo della precisione e una grande vantaggio soprattutto nel gaming competitivo, dove il puntamento è tutto. Nonostante le alte performance, il mouse è equipaggiato con una batteria che dura oltre 50 ore con una singola carica. Oltretutto, se dovesse scaricarsi durante il gioco, niente paura: potrete utilizzarlo anche mentre è in carica.

» Clicca qui per acquistare Razer Lancehead


Come scegliere un mouse per mancini

Tipologia di utilizzo

Sebbene il nostro focus sia principalmente sui dispositivi da gaming, possono esserci i motivi più svariati per cui siete in cerca di un mouse per mancini. Alcuni, ad esempio, cercano una soluzione che li accompagni al lavoro, altri vogliono un prodotto per il massimo delle performance in-game, altri ancora hanno bisogno di un compromesso che rappresenti il giusto equilibrio tra entrambi questi aspetti.

Identificare l’uso che si andrà a fare principalmente del proprio mouse per mancini è fondamentale per soppesare nel modo giusto le specifiche si andranno a prendere in analisi: un mouse da lavoro generico ha bisogno di meno DPI di uno che intendete usare per diventare campioni del mondo di Valorant, ad esempio. Valutate bene di che tipo di performance avete bisogno per evitare di avere un sensore non all’altezza delle vostre ambizioni competitive, magari – o, al contrario, per non ridurre una soluzione da 16.000 DPI a cliccare sulle schermate del vostro editor di testo e poco altro.

Sensore e precisione

Una volta che avete individuato quale sarà l’utilizzo prevalente che farete del vostro mouse, potete valutare con attenzione le sue caratteristiche tecniche, come il tipo di sensore e la risoluzione in DPI. Nel primo caso, i mouse con sensori laser hanno genericamente DPI più alti rispetto alle controparti ottiche, oltre ad avere un’ottima resa anche quando scorrono su superfici lucide. Di contro, non sono sempre affidabili nell’accelerazione. I sensori ottici, invece, sono ideali per l’utilizzo su superfici opache (pensate al tradizionale tappetino per il mouse), ma sfruttano l’interpolazione per garantire un alto numero DPI, scendendo di tanto in tanto a qualche compromesso. Si tratta comunque dei sensori generalmente più affidabili e più diffusi, soprattutto per chi è concentrato sull’esperienza di gioco.

Con DPI intendiamo i dots per inch, ossia i singoli punti per pollice che un mouse è capace di leggere quando viene trascinato durante lo spostamento. Più alto è questo numero, maggiore la quantità di punti intermedi, tra quello iniziale e quello finale, che la periferica è in grado di tracciare e riprodurre su schermo. Significa, quindi, che un sensore da 400 DPI sarà molto meno preciso e fedele, nei movimenti, rispetto a uno da 16.000 DPI – che traccia una quantità importante di punti in più percorrendo la medesima distanza. Se, quindi, avete bisogno di una soluzione estremamente fedele – come nel caso delle esperienze di gioco e soprattutto di quelle competitive – affidatevi a sensori con alti DPI.

Comfort

È il motivo per cui c’è bisogno di una guida specifica ai migliori mouse per mancini: il bisogno di avere una periferica che garantisca il comfort. I fattori che posso influenzare quanto un mouse sia comodo per le vostre mani possono essere molteplici. In questo caso, il primo di cui tenere conto è sicuramente il design, di pari passo con l’ergonomia che esso garantisce a chi gioca/lavora con la mano sinistra. Escludete i design specificamente pensati per destrimani, mentre vale la pena valutare singolarmente se siate in cerca di un’apposita soluzione per mancini o di una per ambidestri. Molte proposte gaming vengono realizzate con un corpo simmetrico proprio per questo motivo, così da garantire soluzioni e presa identiche su entrambi i lati. Tuttavia, un mouse specificamente disegnato per mancini potrebbe assicurare maggior relax alla vostra presa e al vostro polso in caso di sessioni particolarmente lunghe – sebbene le soluzioni specificamente da gaming, in questo caso, si facciano più ricercate. Valutate sempre con attenzione le vostre necessità e tenete conto di quanto lunghe immaginiate essere le sessioni che affronterete in compagnia del vostro mouse.

A influenzare la comodità nell’utilizzo del mouse è anche il suo peso: alcune periferiche ne hanno uno maggiore, il che le rende più stabili, ma anche più faticose da muovere in caso di sessioni che si protraggono per molte ore, o di necessità di movimenti molto repentini. Oltretutto, materiali e rivestimento possono fare la differenza per la vostra presa, rendendola più o meno salda: una texture antiscivolo può aiutarvi a evitare che il mouse vi scappi tra le mani, ma soluzioni differenti come quelle metalliche o reticolate possono garantire una respirazione migliore alla vostra mano, evitando sudorazioni fastidiose.

Tipologia di collegamento

Infine, basandovi sulle vostre necessità, tenete sempre conto della tipologia di collegamento del mouse che state cercando. Se per voi non è importante contare su una periferica wireless, optare per una soluzione cablata può essere molto più economico e togliervi da alcuni grattacapi, come tenere conto del livello di carica della batteria o dovervi assicurare che il collegamento sia sufficientemente di qualità da evitare latenze nell’arrivo degli input al vostro PC. In tal caso, le migliori soluzioni sono quelle in cavo intrecciato, che garantiscono resistenza e solidità.

Se, invece, preferite una soluzione senza fili, significa che avete bisogno della massima libertà di movimento per il vostro mouse, e che non volete che un cavo possa in qualche modo rappresentare un impedimento durante le vostre sessioni di gioco. Oltretutto, optare per una soluzione senza fili consente di avere una postazione molto più snella. Anche in questo caso, tenete conto delle vostre preferenze personali e, soprattutto, delle vostre necessità, prima di decidere su che tipo di collegamento orientarvi per il vostro prossimo mouse.