News 2 min

Hideo Kojima potrebbe aver deciso quando mostrerà il suo prossimo progetto

Alla Gamescom 2022 scopriremo uno dei nuovi giochi di Hideo Kojima?

Hideo Kojima è al lavoro su qualcosa, sebbene al momento in cui scriviamo non è chiaro se si tratti di Death Stranding 2 o di un fantomatico nuovo gioco horror.

Il seguito di Death Stranding, che potete recuperare su Amazon, ancora non è mai stato confermato, sebbene negli ultimi mesi se ne sia parlato molto.

A lasciarselo sfuggire è stato proprio l’attore Norman Reedus, protagonista del gioco, il quale ha lasciato intendere che Kojima Productions starebbe lavorando ad un “secondo” capitolo.

Ma non solo: alcune settimane fa è emerso anche che un presunto gioco horror chiamato Overdose sarebbe in lavorazione, sebbene anche in questo caso mancano le conferme del caso. A quanto pare, però, il reveal potrebbe essere davvero imminente.

Come riportato anche da TwistedVoxel, Kojima potrebbe voler rivelare il suo prossimo progetto proprio questo mese di agosto, più precisamente alla Gamescom 2022.

In un recente post su Twitter, Hideo Kojima ha infatti reso noto di aver provvisoriamente finito di montare qualcosa, probabilmente un trailer per il suo prossimo e attesissimo progetto.

Dato che la Gamescom inizierà il 23 agosto 2022, è probabile che il titolo sia presente all’evento, magari con un teaser ufficiale che ne sveli almeno il nome ufficiale.

I fan ricorderanno che un leaker di nome ‘eXtas1s’ ha precedentemente diffuso il logo di quello che sembra essere il prossimo progetto di Hideo Kojima, intitolato Overdose.

Il leaker ha anche rivelato che Margaret Qualley sarà la protagonista del gioco, sebbene ad ora il tutto è da ritenersi solo un’indiscrezione.

Da quello che sappiamo Kojima Productions starebbe lavorando a due nuovi giochi, come era stato comunicato in precedenza, e questo horror insieme all’eventuale Death Stranding 2 potrebbero completare il quadro.

Ma non solo: uno dei nuovi titoli di Hideo Kojima potrebbe alla fine trattarsi di un gioco in cloud, per poter espandere il mercato dei propri servizi anche fuori dalle console tradizionali.