Halo Infinite avrebbe un budget da oltre $500 milioni

News
A cura di Paolo Sirio - 7 Aprile 2019 - 13:58

Secondo una nuova voce di corridoio, Microsoft non avrebbe badato a spese per rendere Halo Infinite il capitolo di maggior successo nella storia della serie.

Come riferito durante un podcast di Xbox Dynasty dal producer Ralf Adam, che ne avrebbe sentito parlare alla GDC 2019, 343 Industries avrebbe infatti a disposizione un budget di oltre $500 milioni.

Secondo Adam, che non è impegnato sul gioco ma sarebbe un volto abbastanza noto della scena tedesca, questa cifra sarebbe destinata interamente allo sviluppo e non includerebbe le spese di promozione, di norma ancora superiori.

All’incredulità dell’interlocutore, il producer ha precisato che si tratta di “solo budget per lo sviluppo. Ho chiesto tre volte per esserne sicuro”.

“Ho sentito che il gioco con il budget di gran lunga superiore che sia in sviluppo in questo momento è Halo”, ha rivelato. “Ha un budget di sviluppo che è un multiplo di Red Dead Redemption 2“.

Non sono state fatte cifre precise ma il conduttore del podcast aveva chiesto se si trattasse di 200 o 500 milioni, per fare dei numeri, e Adam ha risposto “di più”, dando l’impressione che i 500 milioni di dollari di cui sopra siano persino riduttivi.

“Parliamo di un quantitativo enorme, ma essendo rumor non voglio menzionare numeri specifici. Potete fare i vostri conti facilmente, è una cifra folle”, ha aggiunto.

halo infinite

Come mai un budget così alto?

Provando a speculare, possiamo immaginare che un budget del genere sia stato necessario per lo sviluppo non solo del titolo ma anche del nuovo motore grafico SlipSpace.

In tal senso, la spesa verrebbe ammortizzata dal fatto che questo engine sarà a prova di prossima, o persino prossime, generazioni e sosterrà le future iterazioni del franchise, non il solo Halo Infinite.

Si tratta anche del primo episodio della saga ad arrivare simultaneamente su PC e console, per cui l’intenzione potrebbe essere assicurarsi al 100% che le cose vadano bene dopo i problemi al day one di The Master Chief Collection.

Inoltre, a questo punto, non sarebbe una follia immaginare che lo SlipSpace possa diventare in futuro una sorta di middleware interno agli studi di Microsoft (come il Frostbite di DICE per i prodotti EA), che attualmente lavorano per gran parte sull’Unreal Engine di Epic Games.

Le ambizioni su Infinite, sia quel che sia, sono altissime, per cui possiamo aspettarci qualcosa di grosso all’E3 2019 dove sarà presente per un’altra dimostrazione.

halo infinite

Via ResetEra




TAG: breaking news, halo infinite

OffertaBestseller No. 1