News 2 min

God of War gira in 4K e 60fps su PS5, ma ad una sola condizione

E i fan già invocano la patch

God of War gira alla risoluzione 4K e al frame rate di 60 fotogrammi al secondo su PS5, ma ad una sola condizione.

Come rilevato da VG Tech, e mostrato nel video in basso, la versione 1.00 senza patch del day one è in grado di sostenere sia la risoluzione 4K, raggiunta con checkerboard rendering, che i 60fps.

Al contrario, quella aggiornata da Santa Monica Studio porta il gioco ad avere due modalità: 1080p e frame rate sbloccato, tra i 30 e i 60fps; 4K con checkerboard rendering a 30fps.

Non è chiaro cosa abbia spinto lo sviluppatore a ritoccare il codice del gioco “al ribasso”, ma è plausibile che c’entrino PS4 Pro, prima console su cui il titolo ha supportato le due diverse modalità, e i timori legati alla stabilità del sistema sotto sforzo.

I fan di God of War sono ovviamente estasiati dall’idea di giocarlo in 4K a 60fps stabili e stanno già chiedendo a Sony di riportarlo alla sua forma “originale” in modo che possa girare a quel frame rate su PS5, che teoricamente non dovrebbe avere quegli stessi problemi nel reggerlo.

Ad oggi, l’unico modo per accedervi è disporre di una copia su disco e non aggiornarla al primo inserimento nella console, rinunciando così anche alle tante rifiniture incluse nelle patch lanciate al tempo su base giornaliera dallo sviluppatore americano.

Un caso simile era occorso a The Last Guardian, che nella copia su disco era munito di un frame rate sbloccato – sul quale PS5 può intervenire per portarlo più in alto possibile, e in quel caso il cap era posizionato sui 60fps – ma era stato bloccato a 30fps con la patch del day one che introdusse pure l’HDR.

Lo stesso è capitato ad Assassin’s Creed Unity, che con un aggiornamento a ridosso del lancio rinunciò al frame rate più elevato per correggere il tiro su stabilità e bug.

Se volete prepararvi al ritorno di Kratos, vi raccomandiamo di recuperare il precedente God of War, GOTY del 2018.