News 2 min

E3 2021 digitale, sì o no? Risponde Reggie Fils-Aime

Un evento online non permette di provare i giochi con mano.

Pochi giorni fa, l’ESA (Entertainment Software Association) ha confermato che la fiera più famosa del mondo dei videogame, ossia l’Electronic Entertainment Expo, quest’anno salterà la consueta edizione in presenza (a causa, ovviamente, dell’emergenza sanitaria mondiale).

L’E3 2021 sarà infatti tutto in digitale, visionabile in streaming, e condensando quindi i vari annunci in vari appuntamenti rigorosamente online.

Ora, Reggie Fils-Aime – ex presidente di Nintendo America – ha parlato della prossima edizione della (ex) fiera losangelina in un’intervista al canale YouTube di Danny Peña (nel programma GamerTag Radio).

Un'immagine di Fils-Aime.

Se fossi io a gestire il tutto, vi dico come farei. Renderlo digitale è cosa buona e giusta, c’è un preciso piano al riguardo, oltre 60mila persone andrebbero fisicamente all’E3, ma milioni in più sono interessati a scoprire cosa accade da quelle parti.

E ancora, Fils-Aime ha proseguito: «Penso che gli organizzatori dovrebbero trovare un modo di far partecipare i fan e i giocatori in maniera virtuale per permettergli di provare i contenuti. Giocare per la prima volta qualcosa è magia, ma da quel che ho letto l’E3 2021 non seguirà quella strada.»  

Insomma, la lamentela principale del buon Reggie è proprio la mancanza di interazione tra pubblico e videogiochi, una delle caratteristiche chiave dell’E3 in presenza nelle passate edizioni pre-COVID.

Leggi anche: Probabilmente non c’è più nessun bisogno dell’E3, per gli analisti

Da quello che sappiamo, l’E3 2021 sarà strutturato su tre giorni, con eventi dal 15 al 17 giugno. In queste date ci saranno vari appuntamenti con diversi partner, oltre all’assegnazione di premi non ancora confermati. La notte di apertura, il 14 giugno, fungerà da cerimonia inaugurale.

Ricordiamo che anche Geoff Keighley con ogni probabilità ripeterà la sua Summer Game Fest sotto forma di evento online, così come la BlizzCon 2021.

Se volete giocare ad alcuni dei più recenti videogiochi, avete già pensato di portare a casa un PC da gaming di ultima generazione?