Dragon Quest XI non sarà censurato in Occidente, nemmeno in materia di seni

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 10 Aprile 2018 - 0:00

Buone notizie per i fan che sono in attesa di Dragon Quest XI: Echi di un’era perduta anche in Occidente. Il producer Hokuto Okamoto, infatti, ha comunicato ai colleghi del sito DualShockers che la localizzazione per il pubblico occidentale non porterà con sé la censura di alcuni contenuti, compresa la meccanica “puff puff” che coinvolge le forme procaci di alcune fanciulle all’interno del gioco.Ovviamente, come fatto notare dai colleghi, ci saranno alcuni adattamenti all’interno dei dialoghi che dovranno sposarsi meglio al pubblico a cui è destinato al gioco, ma non ci saranno tagli di sorta volti a nascondere determinati contenuti o meccaniche.Vi ricordiamo che Dragon Quest XI arriverà il 4 settembre su PC e PS4. In futuro, il gioco sbarcherà in Europa anche su Nintendo Switch, ma al momento ci vorrà ancora parecchio prima che accada. Fonte: DualShockers




TAG: dragon quest xi echi di unera perduta