Cross-play: posizione di Sony “frustrante per i giocatori”, per un dev

Cross-play? Sony si sta muovendo ma non è ancora abbastanza, per uno studio indie

News
A cura di Paolo Sirio - 22 Marzo 2019 - 19:23

Si è parlato in lungo e in largo di cross-play nell’ultimo anno, e Sony sembra stare ammorbidendo le proprie posizioni anche se su un numero molto limitato di titoli.

Secondo uno sviluppatore indie, Rachael di Jumpstick (DownStream: VR Whitewater Kayaking), questo modo di fare sarebbe “frustrante per i giocatori”.

“Penso che vorrebbero creare il proprio giardino recintato e usarlo per sottrarre giocatori ai loro competitor”, ha spiegato la sviluppatrice.

“Posso comprendere la ragione, da un punto di vista del business, per la quale prenderebbero una decisione del genere, ma penso che alla fine sia solo frustrante per i giocatori.

Recentemente abbiamo visto del movimento su questo argomento con Fortnite e alcuni altri grandi titoli, quindi speriamo le cose stiano cambiando”.

A tal proposito, è interessante notare come Google Stadia, l’ultima piattaforma di gioco annunciata, sia stata dichiarata fin dal primo istante come aperta al cross-play. Segno che il tema è ancora molto caldo nella scena dello sviluppo.

cross-play sony

Fonte: GamingBolt




TAG: Cross-play, sony