Copyright: nuovo ‘sì’ del Consiglio dei Ministri UE, ma l’Italia non ci sta

La situazione è ormai irreversibile.

By |15/04/2019|Categories: News|Tags: |

Lo scorso 26 marzo, con 348 sì e 274 no, il Parlamento Europeo ha approvato la controversa riforma del Copyright, tanto che pochi giorni prima Wikipedia aveva deciso oggi di auto-oscurarsi per protestare contro l’articolo 11 e l’articolo 13 della nuova normativa UE per il diritto d’autore.

Ora, un nuovo passo in avanti: il Consiglio dei Ministri UE ha infatti confermato l’approvazione della riforma (con 19 voti favorevoli, 6 contrari e 3 astenuti). L’Italia si è schierata a sfavore.

Nei prossimi giorni è prevista la pubblicazione del testo sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea, mentre poi sarà il turno dei singoli stati dell’Unione, i quali avranno 24 mesi per integrare le nuove regole all’interno della propria legislazione.

Ricordiamo che la nuova legge sul Copyright aveva fatto discutere nei mesi scorsi, nonostante una prima bocciatura e alcuni cambiamenti nel testo. Resta ora da vedere come evolverà la situazione sulla proposta di legge per il Diritto d’autore in Unione Europea.

Che ne pensate?

copyright direttiva europea