News 1 min

Collezionista in Giappone compra seconda casa per farci stare i suoi videogiochi (e ne è valsa la pena)

Appassionati di retrogaming, preparatevi a un po' di feels

Collezionare videogiochi è una passione che richiede dedizione, disponibilità economica e maniacale attenzione per i dettagli. Lo sa sicuramente il giocatore conosciuto come Low-San, che è stato protagonista di un episodio della serie di video Collector’s Quest – che mostra le collezioni di rarità più incredibili che si possano trovare in giro per il mondo.

Il caso di Low-San è davvero particolare, perché questo grande appassionato di retrogaming non solo vanta una collezione davvero considerevole – ma ha dovuto comprare un’altra casa, all’altro lato della strada della prima, per poter ospitare tutti i suoi pezzi videoludici.

Uno scorcio dalla collezione di Low-san

All’interno di questo immobile troviamo effettivamente quello che è un paradiso per i videogiocatori: ci sono cabinati arcade arrivati direttamente dagli anni ’80 e perfettamente funzionanti, una straordinaria collezione di Game & Watch – tra cui alcuni modelli rarissimi e di valore – e gadget e memorabilia di ogni genere, che rendono lo spazio allestito da Low-san una vera e propria attrazione turistica per gamer (non foss’altro che invece è un suo locale privato).

Vi proponiamo di seguito il video che vede protagonista la sua collezione, realizzato in francese e in giapponese ma in cui potete attivare i sottotitoli in inglese per non perdere nessuno dei dettagli che vengono spiegati dal collezionista e dal conduttore Florent Georges, noto per i suoi scritti dedicati proprio al collezionismo (e in particolar modo a Nintendo).

Se volete iniziare a vostra volta ad arricchire la vostra collezione dedicata al retrogaming, provate a dare un’occhiata qui.