News 2 min

Se siete cheater, sappiate che nessuno vi odia quanto gli autori Call of Duty: Warzone

Se siete tra coloro che tentano di usare cheat in Warzone, gli sviluppatori hanno un paio di cose da dirvi

È dall’alba dei tempi che, lo sappiamo, ci sono videogiocatori che si divertono a utilizzare trucchi e cheat per avere ragione dei loro videogame preferiti. Se questo riguarda solo loro stessi nei titoli single player, in quelli multiplayer va a minare l’esperienza di tutti, dal momento che non si tratta di sbizzarrirsi a ingannare il gioco, quanto di barare per cercare di raggiungere la vittoria a ogni costo.

Per questo motivo, se rientrate nella categoria, sappiate che non c’è nessuno che vi detesti quanto gli autori di Call of Duty: Warzone. A riferirlo è stato Amos Hodge, creative director del gioco per Raven Software, che nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di VGC ha toccato l’argomento dei cheater, assicurando che anche con il lancio della nuova stagione il team rimane concentrato sulla guerra nella guerra di Warzone: quella ai cheater.

Call of Duty: Warzone è disponibile gratis

Come spiegato da Hodge:

Quello che diro è che abbiamo degli strumenti per le segnalazioni: banniamo tantissime persone e non c’è nessuno che odi i cheater più di quanto li odiamo noi. Realizziamo questi contenuti per i giocatori e se siete arrabbiati perché roviniamo il vostro gioco, sappiate che io sono arrabbiato che roviniate alcuni dei lavori migliori che ho fatto nella mia vita.

Per questo motivo, considerando che Warzone ha ormai una platea di oltre 100 milioni di giocatori in questo primo anno, il team di sviluppo continuerà a lavorare e proporre aggiornamenti per assicurarsi di arginare sempre le nuove strategie dei cheater.

«Noi del team abbiamo messo il cuore in questo contenuto, abbiamo 100 milioni di giocatori, il gioco è uscito da un anno, siamo a un punto importante ed è tra le cose migliori che abbiamo mai fatto: vedere i cheater che arrivano e cercano di rovinare il gioco ci dà più fastidio che a chiunque altro» ha aggiunto il creative director.

Se volete fare i furbetti in Call of Duty: Warzone, insomma, sappiate che avrete vita dura. Nel frattempo, il gioco ha appena lanciato la sua terza stagione, dopo aver nuclearizzato Verdansk per portare un po’ di atmosfera da Guerra Fredda nel rinnovato scenario, ora più affine Call of Duty: Black Ops Cold War che all’episodio precedente.

Il titolo battle royale è disponibile gratis su PC, PS4 e Xbox One.

Se volete portare a casa anche un po’ di sano single-player in salsa CoD, potreste mettere le mani su Call of Duty: Black Ops Cold War.