Capcom ricorda Resident Evil 6: era il momento giusto per un passo indietro

A cura di Stefania Tahva Sperandio - 24 Gennaio 2017 - 0:00

Nella giornata del day-one di Resident Evil 7, i colleghi del sito GameSpot hanno proposto sulle loro pagine un’intervista al producer Jun Takeuchi, che ha ricordato i tempi del precedente Resident Evil 6.Takeuchi ha quindi fornito un suo commento sul cast dei protagonisti del gioco, ricordando anche che Capcom, dopo quell’episodio, sentiva di dover decidere in quale direzione portare Resident Evil in futuro. Sensazioni confermate, poi, dal feedback avuto dai giocatori. “Dopo il sesto [episodio] abbiamo avuto un sacco di feedback da parte dei fan. Credo che molti abbiano amato quel gioco. Si tratta di un dream team composto da tutti i loro eroi preferiti, che collaborano. Al contempo, sappiamo che ci sono stati anche commenti relativi al fatto che stavamo andando troppo in direzione dell’action horror, piuttosto che del survival horror” ha spiegato il producer.“Il tempismo è stato grandioso, perché anche noi sentivamo che era giunto il momento di fare un passo indietro e rivalutare che cosa, per noi, significassero Resident Evil e survival horror. Si è trattato proprio del nostro tempismo e di quello dei desideri dei fan, che si sono sovrapposti. Mi ha dato la fiducia di provare a fare qualcosa di radicale, di reinventare la serie.”Come considerate le parole di Takeuchi? Per tutti i dettagli su Resident Evil 7, vi raccomandiamo la nostra scheda dedicata.Fonte: GameRanx




TAG: resident evil 6